formula 1

I benefici economici del
GP di Imola? 274 milioni

Uno studio sulla ricaduta economica del Gran Premio di F1 svoltosi a Imola, ha sancito il successo della manifestazione per q...

Leggi »
dtm

L'ADAC salva il DTM
La mediazione di Berger

Il DTM è salvo. L'ADAC, Allgemeiner Deutscher Automobil Club, sarà il nuovo organizzatore e promotore della serie più fam...

Leggi »
dtm

ITR non organizzerà il DTM
Berger spera nell'ADAC

Il 6 novembre Italiaracing aveva riportato la difficoltà da parte di Gerhard Berger e della ITR nell'organizzare il campi...

Leggi »
formula 1

Brawn se ne va in pensione
Un gigante che ha vinto tutto

"Ora è il momento giusto per me di ritirarmi". Una frase chiara, che sembra non ammettere repliche. L'ha scritt...

Leggi »
formula 1

Vettel erede di Marko
nel team Red Bull?

L'idea lanciata da Helmut Marko è certamente suggestiva: Sebastian Vettel suo erede all'interno del team Red Bull. Al...

Leggi »
formula 1

Finalmente sono arrivate le
finte dimissioni di Binotto

Sono giorni non facili per il presidente della Ferrari John Elkann che ha appena licenziato il team principal Mattia Binotto,...

Leggi »
16 Lug [18:39]

Mugello, gara 3
Van Uitert d'autorità e... di gomma

Marco Cortesi

Ampio successo di Job Van Uitert nella manche finale della Formula 4 al Mugello. Il pilota del team Jenzer, determinato a rimediare a due ritiri consecutivi nelle manche d’apertura, si è proposto in maniera aggressiva sin dalla partenza, rimontando prima su Leonardo Lorandi e poi au Juri Vips. A suo vantaggio anche la... sfortuna delle prime manche che gli ha permesso di contare su gomme ancora in buono stato.

A segnare il via è stato un incidente tra Kush Maini, rimasto fermo sulla griglia, e Mickael Grosso, che si è trovato l’indiano davanti di colpo. Tutto da rifare, con Vips in grado di mantenere il controllo inseguito da Lorandi e Van Uitert, subito aggressivo. Al quinto giro, l’olandese ha affondato nell’incrocio di traiettoria della San Donato, passando Lorandi e lasciandolo nelle grinfie di Colombo. Parallelamente, Armstrong ha subito cercato il recupero, ma si è trovato, al settimo posto, a doversi difendere da Artem Petrov, cosa che ha permesso ad Enzo Fittipaldi di mantenere il sesto posto.

Lorandi è stato poi passato da Colombo, ingaggiando successivamente un bel duello con Fernandez. Con poco meno di 10 minuti alla conclusione, Van Uitert ha raggiunto e scavalcato anche Vips, salutando con un ritmo imprendibile. Sempre più in crisi, l’estone ha poi battagliato con Colombo mantenendo la seconda piazza al traguardo. Lorandi ha invece ceduto a Fernandez all’ultimo giro, precedendo comunque Fittipaldi per il successo tra i rookie. Un contatto con tanto di ribaltamento ha messo KO Giacomo Bianchi e Aldo Festante, senza fare a tempo a chiamare in causa la safety-car.

Domenica 16 luglio 2017, gara 3

1 - Job Van Uitert - Jenzer - 16 giri
2 - Juri Vips - Prema - 7"824
3 - Lorenzo Colombo - BhaiTech - 8"177
4 - Sebastian Fernandez - BhaiTech - 9"037
5 - Leonardo Lorandi - BhaiTech - 11"009
6 - Enzo Fittipaldi - Prema - 12"875
7 - Artem Petrov - DR Formula - 12"997
8 - Marcus Armstrong - Prema - 16"734
9 - Ian Rodriguez – DRZ Benelli - 24"094
10 - Federico Malvestiti - Jenzer - 24"724
11 - Olli Caldwell – Mucke - 28"959
12 - Lirim Zendeli - Mucke - 34"331
13 - Davide Venditti - Diegi - 46"947
14 - Tom Beckhauser – Cram - 1'00"767
15 - Andrea Dell'Accio - Morrogh - 1'22"425
16 - Giacomo Bianchi - Jenzer - 1 giro
17 - Aldo Festante - DR Formula - 1 giro
18 - Juan Manuel Correa - Prema - 1 giro

Ritirati
0 giri - Kush Maini
0 giri - Mickael Grosso
1° giro - Giorgio Carrara
2° giro - Felipe Braquinho

Il campionato
1. Armstrong 157; 2. Colombo 145; 3. Van Uitert 124; 4. Fernandez 115; 5. Petrov 113; 6. Lorandi 94; 7. Vips 88; 8. Rodriguez 64; 9. Zendeli 57; 10. Drugovich 52.

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone
gdlracinggdlhouse