formula 1

IL CASO
Wolff è sereno: "Regole non infrante,
Racing Point per noi è fonte di reddito"

Massimo Costa - XPB Images

Toto Wolff si sente sereno e non sembra essere d'accordo sulla ...

Leggi »
Europeo

Rally di Roma Capitale
L'ERC riparte da Lukyanuk

Jacopo Rubino

La stagione 2020 dell'European Rally Championship doveva cominciare a marzo, sugli sterrat...

Leggi »
27 Lug [15:01]

Oltre 120 auto a Magione
per la prima della Supercup

E' stato un fine settimana ricco di emozioni quello regalato dal Trofeo Super Cup, protagonista sull'Autodromo dell'Umbria di Magione per il primo round stagionale. Ben 71 vetture si sono presentate al via nelle cinque categorie schierate dalla serie organizzata da Asd Italia Corse, per un totale di oltre 120 auto grazie alla contemporanea presenza dei campionati Smart EQ Fortwo E-cup, Challenge Ford MPM e Asso MiniCar.

Un grande successo in termini di presenze, capace di premiare il lavoro svolto dallo staff diretto da Giordano Giovannini ed evidenziato anche dalle decine di migliaia di visualizzazioni fatte registrare dalla diretta streaming dell'evento. Il tutto in un fine settimana svoltosi a porte chiuse per le restrizioni imposte dal protocollo sanitario, ma comunque in grado di coinvolgere gli appassionati di motorsport grazie a gare emozionanti e combattute.

Per quanto riguarda il lato prettamente sportivo, la Prima Divisione ha registrato il dominio di Sabatino Di Mare e della sua Seat Leon Cup Racer, mentre nella Seconda Divisione a svolgere un ruolo da protagonista ci ha pensato Francesco Malvestiti, al top in entrambe le manche con la Mitjet. Successi anche per Paolo Tartabini nella nuova RS Challenge, con Michele Marotta e Gianfranco Bronzini (Porsche 911 GT3) che invece si sono alternati sul gradino più alto del podio nella Supercars Series. Infine, la novità legata alla SuperProto Cup ha registrato il doppio successo di Franco Caruso (Osella PA21).

PRIMA DIVISIONE
I colpi di scena non sono mancati sin dalle qualifiche, con il poleman Sabatino Di Mare penalizzato di due posizioni in grigli per un sorpasso avvenuto in regime di bandiera gialla. Il portacolori della Scuderia Vesuvio non ha comunque perso tempo in gara-1, portandosi in testa già nel corso di un primo giro caratterizzato dai contatti tra Formenti e Flavi e tra Revello e Casillo. Di Mare ha imposto così agevolmente il proprio ritmo, precedendo sul traguardo il duo del Six Engineers formato da Federico Dolci e Alessandro Berton, mentre un contatto ha eliminato nelle fasi finali Massimo Arduini ed Elia Bossalini. Anche nella seconda manche Di Mare ha imposto la propria legge, precedendo sotto la bandiera a scacchi la Peugeot 308 di Bodega e la Leon Cup di Dolci. Per quanto riguarda le singole classi, successi di Luli Del Castello (BMW M3 E36) nella Turismo 1 e di Mauro Cesari (BlackM) nella E2 SH, mentre Pucciarelli e Compagnoni si sono spartiti il bottino nella 2.0 Special.

SECONDA DIVISIONE
Le Mitjet hanno recitato il ruolo di grandi protagoniste, con Francesco Malvestiti al top in entrambe le gare dopo aver conquistato la pole position. Il pilota del team The Club ha preceduto Cosimo Papi ed il campione in carica Luca Rossetti (Mini Cooper s r56) nella prima manche, mentre nella seconda ha avuto la meglio nei confronti del duo della Scuderia Costa Ovest, formato da Giampiero Paparusso e Leonardo Stefani. Non è comunque mancata la bagarre per il successo nelle singole classi: nella Turismo 3, Rossetti si è tolto la soddisfazione di primeggiare in entrambe le gare davanti a Lorenzo Flavi, mentre la sfida nella Turismo 4 ha visto prevalere Mario Beltrami (Peugeot 206 RC GTI) davanti alla Honda Civic di Michele Febbraro. Successi per Marco de Dominicis ed Eliseo Cruciani rispettivamente nella Turismo 5 e nella Turismo 6, mentre l'accesa battaglia tra le Peugeot 106 della Turismo 7 ha visto primeggiare Alessandro Malavolta. Infine, Roberto Sperati e Domenico Gaudenzi si sono imposti rispettivamente nella classe Bmw 325 e nella Super Diesel.

RS CHALLENGE
Scoppiettante inizio di campionato per il nuovo schieramento dedicato alle Clio. Al termine di due gare estremamente combattute, Paolo Tartabini (Seven Hills Motorsport) è riuscito a conquistare il gradino più alto del podio, portando a compimento un'eccellente doppietta dopo aver primeggiato nella Superpole del Sabato. In gara-1, Pierluigi Sturla si è dovuto accontentare della seconda posizione dopo un acceso duello con il leader, precedendo Alberto Rizzo e Andrea Bonifazi. Nella seconda manche, Tartabini si è imposto nuovamente, mentre alle sue spalle una serie di contatti hanno favorito la scalata al secondo posto di Andrea Bonifazi davanti a Saverio Crea. Nella classe riservata alle vetture 2.0 aspirate a dividersi i successi in palio sono stati il rookie Samuele Fornara e l'esperto Walter Lilli, con Massimo Massaro in entrambe le occasioni sul terzo gradino del podio.

SUPERCARS SERIES
Il primo round di Magione è stato monopolizzato dalle Porsche 911 GT3 del team Enrico Fulgenzi Racing, con Gianfranco Bronzini che ha preceduto Michele Marotta al termine di gara-1. Quest'ultimo si è poi imposto nella seconda prova, complice anche un tentativo di sorpasso non andato a buon fine da parte del proprio compagno di squadra alla staccata della curva Merzario. Al terzo posto, in entrambe le occasioni, si è piazzato il debuttante Gianluca Spata, davanti alla Lotus Exige di Michele Ghirardo.

SUPERPROTO CUP
Emozioni a go-go anche nelle due gare riservate ai Prototipi, per la prima volta presenti all'interno del Trofeo Super Cup. Il successo è andato in entrambe le occasioni a Franco Caruso, il quale con la sua Osella PA 21 ha preceduto Ranieri Randaccio (Norma M20 FC) e l'altra Osella di Claudio Gullo. Piazzamenti ai piedi del podio per Emiliano Pierantoni (Promec 208) e Davide Amaduzzi (Wolf GB 08). Spavento per un incidente occorso sul rettilineo box a Paolo Frullini, per fortuna uscito incolume dalla sua Ligier JS49.

Giordano Giovannini (Promoter Trofeo Super Cup): “E' stato un week-end davvero intenso ma molto soddisfacente. Gli ottimi numeri che abbiamo fatto registrare confermano l'eccellente stato di salute del nostro campionato, nonostante il difficile periodo legato alla pandemia. Credo sia stato comunque molto importante tornare in pista, ripartire e pensare a ciò che amiamo fare di più. Desidero ringraziare i piloti e i team per la fiducia manifestata nei nostri confronti, gli organizzatori di tutte le serie partner presenti con noi in pista durante questo evento e le migliaia di persone che ci hanno seguito in diretta streaming. Tutto questo ci regala grande fiducia e voglia di guardare con rinnovato ottimismo verso il futuro".






Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone