formula 1

Vettel erede di Marko
nel team Red Bull?

L'idea lanciata da Helmut Marko è certamente suggestiva: Sebastian Vettel suo erede all'interno del team Red Bull. Al...

Leggi »
formula 1

Finalmente sono arrivate le
finte dimissioni di Binotto

Sono giorni non facili per il presidente della Ferrari John Elkann che ha appena licenziato il team principal Mattia Binotto,...

Leggi »
FIA Formula 2

PHM si unisce a Charouz per i
campionati di Formula 2 e Formula 3

La notizia era nell’aria ormai da qualche mese. Il team PHM, che nel 2022 ha rilevato la struttura di Formula 4 di Mucke per ...

Leggi »
Rally

Extreme E a Punta del Este
Loeb-Gutierrez, rimonta da campioni

Michele Montesano Finale vietato ai deboli di cuore quello andato in scena a Punta del Este. Il Team X44 di Lewis Hamilton ...

Leggi »
wtcr

Jeddah - Gara 2
Magnus vince e chiude un capitolo

Michele Montesano Tagliando per primo il traguardo del tracciato cittadino di Jeddah, Gilles Magnus ha vinto l’ultima manche...

Leggi »
wtcr

Jeddah - Gara 1
Berthon mette la seconda

Michele Montesano Successo mai messo in discussione quello conquistato da Nathanaël Berthon a Jeddah. Scattato dalla pole di...

Leggi »
7 Nov [7:32]

Phoenix, gara
Per Logano, vittoria e secondo titolo

Marco Cortesi

Joey Logano ha vinto a Phoenix il suo secondo titolo NASCAR. Nella finalissima della Cup Series sull'ovale da un miglio dell'Arizona, il pilota del team Penske ha dominato buona parte della gara dopo essere partito dalla pole position, e ha conquistato il successo davanti alla Ford del compagno di squadra Ryan Blaney. Per il trentaduenne originario del Connecticut si è trattato della quarta vittoria dell'anno. A risultare importante, il fatto che Logano abbia conquistato l'accesso alla finale alla prima occasione utile, e abbia avuto di fatto tre settimane dedicate alla preparazione del round conclusivo.

Alla fine, anche quando non ha avuto la testa della gara, è sempre stato il migliore dei quattro sfidanti. Per Roger Penske, è il primo doppio titolo in 31 anni dopo la vittoria di Will Power in IndyCar. Per lui, una nuova ricompensa per aver creduto in Logano che, arrivato giovanissimo in NASCAR a suon di record, era stato "scaricato" dal team Roush prima e Gibbs poi dopo quattro stagioni.



Il secondo sfidante è stato Ross Chastain. Reduce dal sorpasso della vita a Martinsville, il pilota del team Trackhouse è arrivato al traguardo al terzo posto. Nel finale, sembrava averne leggermente più di Logano, ma non ha avuto abbastanza tempo, considerando anche la presenza di Blaney davanti a lui.

Poche soddisfazioni invece per gli altri due finalisti Christopher Bell e Chase Elliott. Bell ha concluso decimo dopo un pit-stop lento nel finale che l'aveva scaraventato al sedicesimo posto. Le Toyota non sono state abbastanza incisive, e non c'è da sorprendersi dopo la tragedia subita. Il team è stato sconvolto dalla scomparsa in mattinata del co-titolare Coy Gibbs, figlio di Joe Gibbs e padre di quello che sarà il prossimo acquisto 2023, Ty Gibbs. Kyle Busch è stato il migliore per la scuderia al settimo posto, nell'ultima apparizione prima di passare al team Childress, dietro a Chase Briscoe, Kevin Harvick e William Byron.

Chase Elliott, entrato nella gara da favorito, è stato invece tolto di mezzo da una toccata ricevuta proprio da Chastain in un re-start al 201° giro. Nessuno dei due ha concesso all'altro il minimo spazio, e un leggero contatto è bastato a far finire la vettura numero 9 nelle barriere.



Domenica 6 novembre 2022, gara

1 - Joey Logano (Ford) – Penske - 312 giri
2 - Ryan Blaney (Ford) – Penske - 312
3 - Ross Chastain (Chevy) – Trackhouse - 312
4 - Chase Briscoe (Ford) – Stewart-Haas - 312
5 - Kevin Harvick (Ford) – Stewart-Haas - 312
6 - William Byron Jr. (Chevy) – Hendrick - 312
7 - Kyle Busch (Toyota) – Gibbs - 312
8 - Denny Hamlin (Toyota) – Gibbs - 312
9 - Kyle Larson (Chevy) – Hendrick - 312
10 - Christopher Bell (Toyota) – Gibbs - 312
11 - Austin Cindric (Ford) – Penske - 312
12 - AJ Allmendinger (Chevy) – Kaulig - 312
13 - Austin Dillon (Chevy) – Childress - 312
14 - Erik Jones (Chevy) - Petty GMS - 312
15 - Martin Truex Jr. (Toyota) – Gibbs - 312
16 - Cole Custer (Ford) – Stewart-Haas - 312
17 - Daniel Hemric (Chevy) – Kaulig - 312
18 - Corey LaJoie (Chevy) – Spire - 312
19 - Harrison Burton (Ford) – Wood - 312
20 - Aric Almirola (Ford) – Stewart-Haas - 312
21 - Chris Buescher (Ford) – RFK - 312
22 - Bubba Wallace (Toyota) – 23XI - 311
23 - Tyler Reddick (Chevy) – Childress - 311
24 - Daniel Suarez (Chevy) – Trackhouse - 311
25 - Michael McDowell (Ford) – FrontRow - 311
26 - Ty Dillon (Chevy) - Petty GMS - 311
27 - Justin Haley (Chevy) – Kaulig - 311
28 - Chase Elliott (Chevy) – Hendrick - 310
29 - Todd Gilliland (Ford) – FrontRow - 309
30 - Cody Ware (Ford) – RWR - 308
31 - BJ McLeod (Ford) – LiveFast - 307
32 - Ricky Stenhouse Jr. (Chevy) – JTG - 307
33 - Garrett Smithley (Ford) – Front Row - 304
34 - Alex Bowman (Chevy) – Hendrick - 304
35 - Brad Keselowski (Ford) – RFK - 270
36 - Landon Cassill (Chevy) – Spire - 84

Il campionato finale
1. Logano 5040; 2. Chastain 5034; 3. Bell 5027; 4. Hamlin 5009.

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone