formula 1

La corsa Sprint di Shanghai?
I piloti bocciano tale scelta

Non l'hanno mandata a dire. Il campione del mondo Max Verstappen e il ferrarista Carlos Sainz, hanno criticato apertament...

Leggi »
Rally

Rally di Ungheria
Tempestini vince tra i colpi di scena

Michele Montesano Non poteva che esserci avvio di stagione più intenso ed emozionante per l’European Rally Championship. Il R...

Leggi »
Formula E

Misano – Gara 2
Wehrlein 1°, finale amaro Nissan

Da Misano - Michele Montesano Ciò che la FIA toglie, la pista restituisce. Pascal Wehrlein ha vendicato la Porsche, privata d...

Leggi »
Formula E

Misano – Qualifica 2
Hughes firma la pole del riscatto

Da Misano - Michele Montesano L’adrenalina della Formula E ha letteralmente stregato il pubblico di Misano accorso ancora pi...

Leggi »
Formula E

Squalificato da Costa
Rowland eredita la vittoria di Misano

Da Misano - Michele Montesano Dalla gioia del podio alla delusione della squalifica, succede anche questo in Formula E. Il p...

Leggi »
Formula E

Misano – Gara 1
Da Costa li fulmina tutti

Da Misano - Michele Montesano Sorpassi a ogni curva, numerosi cambi di posizione, gara serrata e risultato incerto fino all’u...

Leggi »
17 Mar [1:00]

Sebring – Qualifica
Fuoco: storica pole con la Ferrari 499P

Michele Montesano

Ferrari è tornata a riscrivere la storia nel mondo dei prototipi. Sull’iconico tracciato di Sebring, non poteva esserci debutto migliore per il Cavallino Rampante nel FIA WEC, grazie alla storica pole conquistata da Antonio Fuoco al volante della 499P. Il pilota di Cariati ha sbaragliato la concorrenza capitanata dalle Toyota, che avevano ampiamente dominato nel Prologo e in tutte le prove libere, siglando un perentorio 1’45”067. Nulla ha potuto il campione in carica Brendon Hartley che, per due decimi, si è dovuto inchinare al velocissimo calabrese.

Ancora più staccato Kamui Kobayashi, terzo e inseguito dall’altra Ferrari 499P magistralmente guidata da Alessandro Pier Guidi. Il pilota di Tortona ha ripagato al meglio il lavoro degli uomini di AF Corse, costretti a sostituire il telaio della 499P a seguito dell’incidente che ha visto protagonista James Calado nella seconda giornata del Prologo. Facce pensierose nel box Toyota, il team nipponico si è visto stretto nella morsa Ferrari che si è dimostrata subito veloce. Vedremo se la LMH di Maranello sarà altrettanto affidabile nel corso della 1000 Miglia di Sebring.

Più lontane le altre Hypercar a partire dalla Cadillac LMDh di Alex Lynn, a un secondo dalla pole, seguita dalle due Porsche 963 di Kevin Estre e Michael Christensen, rispettivamente sesto e settimo. Ancora una volta le Peugeot 9X8 si sono mostrate troppo acerbe. Ottavo Loïc Duval che ha preceduto il compagno di squadra Mikkel Jensen, costretto a resettare il sistema elettronico appena uscito dai box. A chiudere la classifica delle Hypercar la Glickenhaus di Oliver Pla e l’esordiente Vanwall portata in pista da Tom Dillmann.



Lotta serrata in LMP2 con le prime dieci Oreca racchiuse in meno di un secondo. Alla fine ad avere la meglio è stato Oliver Jarvis (nella foto sopra), l’unico a scendere sotto il muro del 1’50”. Il campione in carica in IMSA di classe DPi ha stampato un 1’49”974 regalando la pole allo United Autosports. Nulla da fare per Pietro Fittipaldi, per soli 93 millesimi il portacolori del Team Jota scatterà dalla seconda casella.

Positivo ritorno in pista per Robin Frijns. Costretto a due mesi di convalescenza, a seguito della frattura del polso sinistro nell’E-Prix di Città del Messico, l’olandese ha siglato il terzo crono al volante dell’Oreca del WRT. Dopo aver vinto la 1000 Miglia di Sebring lo scorso anno, Matthieu Vaxiviere si è dovuto accontentare del quarto posto di classe con l’Alpine. A chiudere la top 5 l’altra Jota di Yifei Ye seguito da Robert Kubica. Il Team Prema ha centrato l’ottavo crono, grazie ad Andrea Caldarelli, e il decimo con Mirko Bortolotti.



Perentoria pole in classe LMGTE Am per Sarah Bovy (nella foto sopra). Unica a infrangere la barriera del 1’59”, la belga ha suggellato al meglio il sodalizio fra il team Iron Dames e Porsche. La Bovy ha lottato per tutta la sessione contro la Corvette del campione in carica Ben Keating, riuscendo ad avere la meglio solamente nel suo ultimo tentativo siglando 1’58”949. Terzo crono per l’Aston Martin Vantage del debuttante Ahmad Al Harthy.

Top 5 completata dalle Ferrari 488 GTE di AF Corse con Luis Perez Companc che ha avuto la meglio su Stefano Costantini. Ricordiamo che, come da regolamento, a sfidarsi in qualifica sono stati esclusivamente i piloti titolati Bronze. Costretta al ritiro anticipato la Porsche del Proton Competition. Durante le FP2, Ryan Hardwick è stata spedita a muro dalla Cadillac LMDh di Richard Westbrook danneggiando irreparabilmente il telaio della 911 RSR.

Venerdì 17 marzo 2023, qualifica

1 - Fuoco-Molina-Nielsen (Ferrari 499P) - Ferrari - 1'45"067
2 - Buemi-Hartley-Hirakawa (Toyota GR010) - Toyota - 1'45"281
3 - Conway-Kobayashi-Lopez (Toyota GR010) - Toyota - 1'45"548
4 - Pier Guidi-Calado-Giovinazzi (Ferrari 499P) - Ferrari - 1'45"874
5 - Bamber-Lynn-Westbrook (Cadillac V-LMDh) - Cadillac - 1'46"082
6 - Estre-Lotterer-Vanthoor (Porsche 963) - Penske - 1'47"193
7 - Cameron-Christensen-Makowiecki (Porsche 963) - Penske - 1'47"210
8 - Duval-Menezes-Müller (Peugeot 9X8) - Peugeot - 1'47"455
9 - Di Resta-Jensen-Vergne (Peugeot 9X8) - Peugeot - 1'48"205
10 - Dumas-Briscoe-Pla (Glickenhaus 007) - Glickenhaus - 1'49"164
11 - Dillmann-Guerrieri-Villeneuve (Vanwall Vandervell 680) - Vanwall - 1'49"329
12 - Pierson-Blomqvist-Jarvis (Oreca 07-Gibson) - United AS- 1'49"974
13 - Heinemeier Hansson-Fittipaldi-Rasmussen (Oreca 07-Gibson) - Jota - 1'50"067
14 - Gelael-Habsburg-Frijns (Oreca 07-Gibson) - WRT - 1'50"155
15 - Vaxiviere-Canal-Milesi (Alpine A470-Gibson) - Alpine - 1'50"174
16 - Beckmann-Ye-Stevens (Oreca 07-Gibson) - Jota - 1'50"218
17 - Andrade-Kubica-Delétraz (Oreca 07-Gibson) - WRT - 1'50"291
18 - Lubin-Albuquerque-Hanson (Oreca 07-Gibson) - United AS - 1'50"408
19 - Ugran-Viscaal-Caldarelli (Oreca 07-Gibson) - Prema - 1'50"417
20 - Cullen-Kaiser-Aubry (Oreca 07-Gibson) - Vector - 1'50"710
21 - Pin-Bortolotti-Kvyat (Oreca 07-Gibson) - Prema - 1'50"726
22 - Smiechowski-Scherer-Costa (Oreca 07-Gibson) - Inter Europol - 1'50"889
23 - Negrão-Rojas-Caldwell (Alpine A470-Gibson) - Alpine - 1'51"284
24 - Bovy-Gatting-Frey (Porsche 911) - Iron Dames - 1'58"949
25 - Keating-Varrone-Catsburg (Chevrolet Corvette) - Corvette - 1'59"345
26 - Al Harty-Dinan-Eastwood (Aston Martin Vantage) - TF Sport - 1'59"657
27 - Perez Companc-Wadoux-Rovera (Ferrari 488) - AF Corse - 1'59"733
28 - Costantini-Mann-de Paw (Ferrari 488) - AF Corse - 1'59"992
29 - Hyett-Jeannette-Cairoli (Porsche 911) - Project 1 - 2'00"588
30 - Kimura-Huffaker-Serra (Ferrari 488) - Kessel - 2'00"591
31 - Dalla Lana-Jefferies-Thiim (Aston Martin Vantage) - TF Sport - 2'00"807
32 - Hoshino-Stevenson-Fujii (Aston Martin Vantage) - D'Station - 2'00"941
33 - Flohr-Castellacci-Rigon (Ferrari 488) - Af Corse - 2'01"041
34 - Ried-Pedersen-Andlauer (Porsche 911) - Dempsey-Proton - 2'01"054
35 - Wainwright-Pera-Barker (Porsche 911) - GR Racing - 2'02"588
36 - Schiavoni-Cressoni-Picariello (Porsche 911) - Iron Lynx - 2'02"820
37 - Tincknell-Hardwick-Robichon (Porsche 911) - Proton - Senza tempo