formula 1

Binotto stupisce: "Nessun errore,
le nostre strategie sempre corrette"

Dagli errori si cresce e sarebbe meglio non ripeterli. Ce lo dicono fin dalle scuole elementari ed è sicuramente una eccellen...

Leggi »
formula 1

Per Zhou buon esordio in F1,
ma il rinnovo rimane in sospeso

Guanyu Zhou ha fatto ricredere gli scettici. L'unico rookie al via quest'anno in Formula 1 ha saputo farsi valere in ...

Leggi »
GT World Challenge

Intervista ad Andrea Caldarelli
“Nel 2023 possibile un programma LMP2”

Europa, Giappone, di nuovo Europa e America. Andrea Caldarelli ha corso e vinto ovunque negli ultimi 15 anni. Prima nelle for...

Leggi »
formula 1

Come combattere il "porpoising"
Ben Sulayem zittisce Binotto e Horner

Si fa come dico io. Questo può essere il riassunto di quanto espresso dal presidente FIA Mohammed Ben Sulayem per combattere ...

Leggi »
FIA Formula 2

Il bando per i motori 2024 di F2:
benzine sostenibili, ibrido possibile

630 cavalli, compatibilità con carburanti sostenibili, possibilità di integrare una componente ibrida. Questi sono i punti ch...

Leggi »
formula 1

Piastri-McLaren, il giallo continua
Per ora vince la mancanza di etica

E' senza dubbio il giallo dell'estate quello che coinvolge il giovane Oscar Piastri, forse finito in un gioco più gra...

Leggi »
21 Giu [15:31]

Spa, gare
Soucek/Al Zubair leader e bis VSR

Jacopo Rubino

Vincitori a Spa di gara 1, Andy Soucek e Al Faisal Al Zubair sono i nuovi leader di classifica dell'International GT Open, ma per un solo punto su Michele Beretta e Frederik Schandorff che in Belgio hanno fatto bis, centrando il successo in gara 2 come a Le Castellet. E di nuovo con una doppietta del team Vincenzo Sospiri Racing, visto che domenica l'altra Lamborghini di Yuki Nemoto e Baptiste Moulin ha chiuso seconda, completando la festa.

Sabato, Soucek e Al Zubair hanno avuto la meglio in una corsa per metà disputata sotto safety-car: la prima neutralizzazione è stata provocata dal crash fra Artur Janosz e Mateusz Lisowski, iscritti alla GT Cup Open, la seconda per il botto contro le barriere a Les Combes di Nick Moss, che ha rimediato due vertebre fratturate. Con le soste obbligatorie, l'omanita Al Zubair ha ereditato la Porsche del team Lechner da Soucek, andando a vincere davanti all'Aston Martin della rientrante TF Sport affidata agli americani Michael Dinan e Robby Foley, davvero incisivi al debutto agonistico in Europa.

Terza posizione per la McLaren "superstite" del team Inception, quella di Ollie Millroy (poleman in qualifica) e di Brendan Iribe, il quale ha dovuto arrendersi rispetto ad avversari professionisti più veloci, ma ha centrato comunque il successo Pro-Am. Quarto e quinto posto per le due Lamborghini di casa VSR, con Beretta che in extremis ha resistito all'attacco alla Bus Stop di Loris Spinelli, andato in testacoda e scivolato nono.

In gara 2, dalla pole-position è scattato Adam Caroll, al comando per tutto il primo stint resistendo al nostro Spinelli, ma i rispettivi compagni di equipaggio, gli amatori Shaun Balfe e Alexander Moiseev, non hanno tenuto lo stesso ritmo con l'Audi del Balfe Motorsport e con la Mercedes della sammarinese AKM.

Ha invece funzionato il pit-stop anticipato di Beretta, perché fra strategia e handicap degli avversari, dopo le fermate ai box Schandoorf è balzato con ampio margine in vetta. Sulla Huracàn #63 il danese è andato in fuga precedendo di 14" la vettura gemella di Moulin, eroe di casa, e di 16"8 la Porsche Lechner, con Al Faisal/Soucek sul gradino più basso del podio ma in cima al campionato. Quarto l'ex F1 Christian Klien, vincitore in Pro-Am assieme a Patryk Krupinski. Grande rammarico in TF Sport, con Dinan incappato nella foratura di un pneumatico mentre era terzo assoluto e in lizza per replicare il podio di gara 1.

Assente il team Lazarus, che aveva vinto gara 1 in Francia e occupava la vetta generale con i suoi alfieri Jordan Pepper e Ivan Peklin, a pari merito con Beretta/Schandorff. La compagine italiana, che schiera la Bentley Continental GT3, ha infatti dato forfait in extremis.

A Spa-Francorchamps l'organizzatore GT Sport ha deciso di accorpare i concorrenti GT Cup Open anche nella giornata di sabato, in quello che per varie circostanze si è trasformato in un monomarca Porsche. Ha dominato la compagine di casa Q1 by EMG, che per l'occasione aveva portato tre nuove 992 Cup. È stata tripletta in gara 1, con Filip Teunkens e l'esperto Jaap Van Lagen vincitori, e "solo" doppietta in gara 2, con un errore di Teunkens che ha aperto la strada a Bas Schouten e Jan Lauryssen.

Sabato 19 giugno 2021, gara 1

1 - Al Zubair/Soucek (Porsche) - Lechner - 24 giri 1'10"49.353
2 - Dinan/Foley (Aston Martin) - TF Sport - 7"181
3 - Iribe/Millroy (McLaren) - Inception - 14"391
4 - Moulin/Nemoto (Lamborghini) - VSR - 14"921
5 - Beretta/Schandorff (Lamborghini) - VSR - 16"514
6 - Balfe/Carroll (Audi) - Balfe - 18"616
7 - Scholze/Liebhauser (Mercedes) - AKM - 23"320
8 - Moiseev/Spinelli (Mercedes) - AKM - 26"949
9 - Reno Moller/Paverud (Honda) - Reno - 33"910
10 - Krupinski/Klien (McLaren) - JP Motorsport - 43"240
11 - Tweraser/Seyffert (Lamborghini) - HP Racing - 54"558
12 - Giuseppe Cipriani (Lamborghini) - Barone Rampante - 58"758
13 - Teunkens/Van Lagen (Porsche) - Q1 by EMG - 1 giro
14 - Lauryssen/Schouten (Porsche) - Q1 by EMG - 1 giro
15 - Vandierendonck/Schouten (Porsche) - Q1 by EMG - 1 giro
16 - Pisani/Bozzoni (Porsche) - Came - 1 giro
17 - Fernando Fortes (Porsche) - Three Sixty - 1 giro
18 - Dwernicki/Antoszewski (Porsche) - Alda - 1 giro
19 - Blazek/Lisowski (Porsche) - A&P - 1 giro
20 - Marcio Mauro (Porsche) - Three Sixty - 1 giro

Giro più veloce: Moiseev/Spinelli 2'19"479

Ritirati
8° giro - Moss/Osborne
1° giro - Janosz/Darmetko

Domenica 20 giugno 2021, gara 2

1 - Beretta/Schandorff (Lamborghini) - VSR - 26 giri 1'02'03"196
2 - Moulin/Nemoto (Lamborghini) - VSR - 14"067
3 - Al Zubair/Soucek (Porsche) - Lechner - 16"872
4 - Krupinski/Klien (McLaren) - JP Motorsport - 17"670
5 - Balfe/Carroll (Audi) - Balfe - 33"594
6 - Reno Moller/Paverud (Honda) - Reno - 37"146
7 - Iribe/Millroy (McLaren) - Inception - 52"037
9 - Moiseev/Spinelli (Mercedes) - AKM - 1'02"721
10 - Dinan/Foley (Aston Martin) - TF Sport - 1'20"159
11 - Giuseppe Cipriani (Lamborghini) - Barone Rampante - 1'54"588
12 - Lauryssen/Schouten (Porsche) - Q1 by EMG - 1 giro
13 - Vandierendonck/Schouten (Porsche) - Q1 by EMG - 1 giro
14 - Blazek/Lisowski (Porsche) - A&P - 1 giro
15 - Tweraser/Seyffert (Lamborghini) - HP Racing - 2 giri
16 - Dwernicki/Antoszewski (Porsche) - Alda - 2 giri
17 - Fernando Fortes (Porsche) - Three Sixty - 2 giri
18 - Teunkens/Van Lagen (Porsche) - Q1 by EMG - 2 giri
19 - Pisani/Bozzoni (Porsche) - Came - 2 giri
20 - Marcio Mauro (Porsche) - Three Sixty - 2 giri

Giro più veloce: Beretta/Schandorff 2'18"607

In corsivo gli iscritti alla GT Cup Open

Il campionato
1.Soucek/Al Zubair 43 punti; 2.Schandoorf/Beretta 42; 3.Nemoto/Moulin 36; 4.Iribe/Millroy 29; 5.Pepper/Peklin 21

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone