GT Internaz.

Mapelli splendido nella Q1
sul terribile Nordschleife

Massimo Costa

Marco Mapelli ha fatto la differenza nella qualifica 1 della 24 Ore del Nurburgr...

Leggi »
Mondiale Rally

Evans rimane calmo
"Il mio approccio non cambia"

Mattia Tremolada

Nonostante sia tornato in testa al mondiale con soli due appuntamenti al termine della ...

Leggi »
13 Set [15:52]

Sprint a Magny Cours, gara 2
Vittoria di Gachet-Palette

Maurizio Voltini

Raffaele Marciello e Timur Boguslavskiy (con la Mercedes #88 di Akka ASP) hanno cercato di fare il possibile e l'impossibile, senza riuscirci, per contrastare la cavalcata dell'Audi R8 Sainteloc Racing guidata alla perfezione da Simon Gachet e Steven Palette, che vincono la seconda gara del weekend a Magny-Cours, nel secondo appuntamento stagionale con la Sprint Cup nel GT World Challenge Europe. Dopo la vittoria del sabato, stavolta Maro Engel e Luca Stolz (Mercedes HRT) si devono "accontentare" del terzo posto finale, risultati che permettono comunque di avvicinarsi al vertice della classifica, secondi a 3,5 punti dalla coppia Charles Weerts e Dried Vanthoor, oggi quarti con l'Audi WRT.

La gara ha visto intervenire subito la safety-car per un incidente a metà gruppo alla prima curva: la Lexus Tech 1 di Neubauer ha toccato la Bentley CMR di Gounon, facendola girare. Coinvolti anche Pierre e Drudi, entrambi poi ritirati (la Bentley subito, l'Audi alcuni giri più tardi). I primi comunque hanno mantenuto le posizioni, in particolare il poleman Engel seguito da Marciello, anche al restart. Poco dopo, Costa ha colpito con la sua Lamborghini Frey l'Audi di Vervisch, facendola girare e sbattere alla esse interna, con conseguente ritiro: per questo motivo, Costa si è visto affibbiare uno Stop&Go. Intanto nella Pro-Am, Cheever e Bertolini lottavano tra loro, arrivando alle spalle di Fisichella che da decimo assoluto guidava la classe.

Al momento dei cambi pilota, Engel è il primo a sostare cedendo il volante a Stolz, poi via via tutti gli altri. Approfittando dell'occasione, Marciello spremeva tutto dalla macchina e in più i meccanici del team Akka ASP effettuavano un ottimo pit-stop, tanto che quando la Mercedes è tornata in pista con Boguslavskiy, si è trovata al comando davanti a Palette sull'Audi. Il russo cercava ovviamente di restare davanti a tutti i costi, ma sotto pressione arrivava troppo largo in uscita dal curvone Estoril cedendo il comando, che Palette terrà fino alla fine. Dopo l'errore, Boguslavskiy si è ritrovato in coda. Stolz, molto aggressivo, riuscirà a resistere secondo fino al traguardo.

La parte finale di gara vedeva Palette allontanarsi dagli inseguitori fino a più di 8 secondi, mentre dietro a Boguslavskiy e Stolz c'era Weerts impegnato a difendersi dagli attacchi di Rougier (Audi Sainteloc) a sua volta seguito (praticamente in colonna) da Tomita, Tunjo e Grenier, con quest'ultimo che riuscirà a superare con la sua Lamborghini guadagnando il settimo posto finale e il giro veloce di gara. Mentre tra i Pro-Am le posizioni non cambiavano, con Hul 13esimo assoluto davanti a Froggatt e Machiels (tutti su Ferrari) pur se il compagno di Bertolini ha commesso un piccolo errore che lo ha distanziato.

Domenica 13 settembre 2020, gara 2

1 - Palette/Gachet (Audi R8 LMS) - Sainteloc - 36 giri
2 - Boguslavskiy/Marciello (Mercedes-AMG) - Akka ASP - 8"243
3 - Stolz/Engel (Mercedes-AMG) - HRT - 8"773
4 - Weerts/Vanthoor (Audi R8 LMS) - WRT - 10"398
5 - Rougier/Haase (Audi R8 LMS) - Sainteloc - 11"012
6 - Tomita/van der Linde (Audi R8 LMS) - WRT - 12"487
7 - Grenier/Siedler (Lamborghini Huracan) - Emil Frey - 13"627
8 - Tunjo/Puhakka (Mercedes-AMG) - Toksport WRT - 15"079
9 - Owega/Owega (Audi R8 LMS) - WRT - 34"228
10 - Panciatici/Gounon (Bentley Continental) - CMR - 38"030
11 - Perez Companc/Jefferies (Mercedes-AMG) - Madpanda - 39"418
12 - Altoè/Costa (Lamborghini Huracan) - Emil Frey - 40"255
13 - Hui/Fisichella (Ferrari 488) - Sky Tempesta - 52"224
14 - Froggatt/Cheever (Ferrari 488) - Sky Tempesta - 52"711
15 - Machiels/Bertolini (Ferrari 488) - AF Corse - 58"003
16 - Wishofer/Rogalsky (Mercedes-AMG) - Toksport WRT - 1'04"358
17 - Pierburg/Baumann (Mercedes-AMG) - SPS - 1'14"039
18 - Panis/Neubauer (Lexus RCF) - Tech 1 - 1'14"640
19 - Mowle/Keen (Mercedes-AMG) - ERC - 1 giro
20 - Pla/Hites (Mercedes-AMG) - Akka ASP - 1 giro

Giro veloce: Mikael Grenier 1'36"800

Ritirati
Mosca/Drudi (Audi R8 LMS) - Attempto
Schöll/Vervish (Audi R8 LMS) - Attempto
Chevalier/Jean (Bentley Continental) - CMR

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone