World Endurance

A Interlagos arrivano i primi
aggiornamenti sulla Ferrari 499P

Michele Montesano - XPB Images Vettura che vince non si cambia, si evolve. Reduce dal trionfo della 24 Ore di Le Mans, la Fe...

Leggi »
formula 1

Nel 2025 restano sei
le Sprint Race in calendario

22 marzo - Shanghai3 maggio - Miami26 luglio - Spa18 ottobre - Austin8 novembre - San Paolo29 novembre - Lusail

Leggi »
formula 1

La rinascita della Mercedes W15
passa dalla sospensione anteriore

Michele Montesano - XPB Images La Formula 1 è fatta di piccoli dettagli. Basta un nulla, una regolazione errata o un aggiorn...

Leggi »
formula 1

Lawson a Silverstone con la Red Bull
E Perez comincia a tremare...

Domani, 11 luglio, Liam Lawson sarà a Silverstone per guidare la Red Bull RB20 di questa stagione. L'occasione che si pre...

Leggi »
formula 1

McLaren e Norris, ancora troppi
errori per poter pensare al Mondiale

Avere la monoposto attualmente più veloce del paddock F1, ma non riuscire mai a concretizzare il massimo risultato nei Gran P...

Leggi »
Rally

Rally d’Estonia
Linnamäe batte Virves al fotofinish

Michele Montesano È stato un duello intenso e incerto fino all’ultima curva quello che si è potuto apprezzare nel Rally d’Es...

Leggi »
30 Mar [4:24]

Tokyo – Qualifica
Rowland regala a Nissan la pole di casa

Michele Montesano

La Formula E è finalmente sbarcata in Giappone. Per la prima volta, le monoposto elettriche hanno sfrecciato lungo le vie di Tokyo. Già di per sé un evento storico, la giornata è stata resa ancor più memorabile con la pole position di una vettura Nissan. A condurre il costruttore nipponico in prima fila nell’E-Prix di casa è stato, ancora una volta, Oliver Rowland. Il pilota britannico, siglando la sua seconda pole stagionale dopo quella di Diriyah, si è dimostrato un vero specialista del giro veloce.

Un cammino perfetto quello del pilota Nissan, che ha chiuso in vetta già la prima fase del gruppo A. Rowland ha poi sconfitto la Jaguar di Mitch Evans, ai quarti, e un sorprendente Edoardo Mortara in semifinale. Proprio contro il pilota Mahindra, l’inglese ha firmato il giro record della sessione fermando il cronometro in 1’18”885. Infine, nel duello finale contro Maximilian Günther, Rowland ha completato i 2,585 km del tracciato cittadino di Tokyo in 1’19”023. La lotta è stata intensa. Dopo aver siglato il riferimento nel primo settore, Rowland si è visto man mano rosicchiare il vantaggio chiudendo davanti la Maserati per appena ventuno millesimi.

A scattare dalla seconda fila dell’E-Prix di Tokyo saranno Mortara e Sergio Sette Camara. Se l’italo-svizzero, in occasione della semifinale, ha avuto da recriminare per un piccolo errore nel secondo settore, il brasiliano si è appoggiato contro le barriere del tracciato con la sua ERT durante il duello contro Günther. Quinto il campione in carica Jake Dennis, che prenderà il via davanti la Jaguar di Evans. Eliminato nella prima fase a gironi, il neozelandese è stato ripescato a seguito della cancellazione del giro veloce del compagno di squadra Nick Cassidy. Sanzionato per via di un’infrazione tecnica, il leader del mondiale sarà costretto a partire dalla diciannovesima piazzola.

Quarta fila per l’alfiere Porsche Pascal Wehrlein e Nico Müller, ancora una volta in grado di portare la Cupra-ABT nelle fasi a eliminazione diretta. Primo degli esclusi, Antonio Felix da Costa prenderà il via dalla nona posizione davanti la Envision di Robin Frijns. Norman Nato, undicesimo, ha preceduto Nicky De Vries autore, assieme a Sam Bird, di un testacoda nel corso degli ultimi istanti della fase a gironi del gruppo B. Reduce dal successo dell’E-Prix di San Paolo, il pilota della McLaren sarà costretto a prendere il via addirittura dal fondo della griglia. Qualifiche in ombra per la DS-Penske. Quattordicesimo Jean-Eric Vergne, mentre Stoffel Vandoorne ha chiuso diciottesimo alle spalle della Maserati del Rookie Jehan Daruvala.

Sabato 30 marzo 2024, qualifica

1 - Oliver Rowland (Nissan) - Nissan - 1'19"023
2 - Maximilian Günther (DS Maserati) - Maserati - 1'19"044

3 - Edoardo Mortara (Mahindra) - Mahindra - 1'19"081 - Semifinale A
4 - Sergio Sette Camara (ERT) - ERT - 1'21"244 - Semifinale B

5 - Jake Dennis (Porsche) - Andretti - 1'19"323 - Quarti A
6 - Mitch Evans (Jaguar) - Jaguar - 1'19"448 - Quarti A
7 - Pascal Wehrlein (Porsche) - Porsche - 1'19"560 - Quarti B
8 - Nico Müller (Mahindra) - Cupra Abt - 1'19"756 - Quarti B

9 - Antonio Felix da Costa (Porsche) - Porsche - 1'20"010 - A
10 - Robin Frijns (Jaguar) - Envision - 1'19"822 - B
11 - Norman Nato (Porsche) - Andretti - 1'20"056 - A
12 - Nyck De Vries (Mahindra) - Mahindra - 1'19"881 - B
13 - Jake Hughes (Nissan) - McLaren - 1'20"226 - A
14 - Jean-Eric Vergne (DS) - DS Penske - 1'19"883 - B
15 - Lucas di Grassi (Mahindra) - Cupra Abt - 1'20"269 - A
16 - Dan Ticktum (ERT) - ERT - 1'19"952 - B
17 - Jehan Daruvala (DS Maserati) - Maserati - 1'20"395 - A
18 - Stoffel Vandoorne (DS) - DS Penske - 1'20"017 - B
19 - Nick Cassidy (Jaguar) - Jaguar - 1'20"401 - A
20 - Sacha Fenestraz (Nissan) - Nissan - 1'20"132 - B
21 - Sébastien Buemi (Jaguar) - Envision - 1'20"678 - A
22 - Sam Bird (Nissan) - McLaren - 1'20"660 - B