formula 1

Whitmarsh torna in Formula 1:
ruolo dirigenziale in Aston Martin

Martin Whitmarsh rientra nel giro della Formula 1, e lo fa con il team Aston Martin: sarà responsabile della nuova divisione ...

Leggi »
F3 FIA Asia

È pronto il calendario 2022
Cinque eventi tra Yas Marina e Dubai

La bella e avvincente stagione 2021 della F3 Asia organizzata dalla Top Speed dell'italiano Davide De Gobbi è alle spalle...

Leggi »
formula 1

Prost contro le strane idee di Liberty
"La griglia invertita? Non sarebbe più F1"

C'è un signore che ha fatto la storia della F1. Un signore che ha vinto quattro campionati del mondo e da qualche stagio...

Leggi »
formula 1

23 Gran Premi per il 2023
Imola se la gioca con Le Castellet

Circola già una prima bozza del calendario del Mondiale F1 2022. I Gran Premio potrebbero essere 23, di cui due in Italia. Il...

Leggi »
formula 1

Mercedes lancia un assist al gruppo
Volkswagen: "Eliminare la MGU-H"

Come fare per coinvolgere in F1 un maggior numero di motoristi e che magari travolti dall'entusiasmo decidano di entrare ...

Leggi »
indycar

Laguna Seca - Gara
Herta non sbaglia, Palou vede il titolo

Colton Herta si è preso la rivincita per il difficile finale di Nashville nella "sua" Laguna Seca. Il californiano ...

Leggi »
22 Mar [16:58]

Tutte le novità del campionato 2019

Michele Montesano

A meno di due settimane dal via agonistico, sull’autodromo di Monza, della stagione 2019 del TCR Italy, fervono febbrili i preparativi da parte dei vari team. Di anno in anno la categoria diventa sempre più numerosa e con un alto livello qualitativo di partecipanti tanto da strizzare l’occhio agli anni d’oro del Superproduzione. Ancora non sono state definite tutte le partecipazioni ma sono diverse le vetture, in rappresentanza di altrettante case, che scenderanno in pista. Format che vince non si cambia e, tenendo fede a ciò, per ogni weekend di gara ci saranno due manche da 25 minuti più un giro, con la seconda gara che vedrà le prime 8 posizioni in griglia invertite in base alla classifica delle prove ufficiali.

E se dei due contendenti allo scudetto 2018, rispettivamente Salvatore Tavano e Gigi Ferrara, non sappiamo ancora i piani, sono tanti i piloti e team che hanno confermato la loro partecipazione. Il primo, in ordine di tempo, ad annunciare la sua partecipazione è stato Jacopo Guidetti: il sedicenne bresciano, il più giovane a scendere in pista, sarà della partita con un’Audi RS3 LMS gestita dalla BF Motorpsort. Sempre in casa Audi confermata la partecipazione di Enrico Bettera sempre con i colori della Pit Lane Comperizioni. L’obiettivo è di alzare ulteriormente l’asticella e confermare quanto di buono fatto vedere l’anno scorso con la vittoria di Imola.

Impegno di forza per la Wimmer Werk Motorpsort, il team austriaco schiererà ben quattro Cupra Leon di cui tre con cambio DSG riservate all’omonima classifica, e una da assoluto dotata di cambio sequenziale e affidata all’alfiere di famiglia Félix Wimmer: il ventinovenne, dopo un’ottima annata nella categoria inferiore, si appresta a fare un salto nella serie maggiore sperando di ripetere ciò che di buono ha fatto vedere.

Sul fronte Opel invece, un impegno su due fronti: a guidare la Opel Astra TCR saranno Andrea Argenti, seguito dal South Italy Racing Team, e Nello Nataloni, supportato dalla compagine della N Motorpsort. Per entrambi i piloti si attende un 2019 ad alto livello per via delle buone performance dimostrate nelle ultime stagioni. Ricordiamo che la vettura tedesca, nonostante non abbia mai partecipato nel WTCR, ha ben impressionato nelle serie nazionali soprattutto nella TCR Germany dove ha conquistato il titolo nella passata stagione. Quest’anno, dopo l’abbandono da parte della Kissling Motorpsort, ad occuparsi del supporto tecnico di motore e software ci penserà la V Max Engineering.

Confermata la presenza dell’Alfa Romeo Giulietta By Romeo Ferraris ma, questa volta, a schierarla è il PRS Motorpsort: la squadra romagnola ha stretto una collaborazione con il costruttore di Opera che, per ora, prevede una sola vettura, ma non si esclude di raddoppiare e soprattutto di fare una puntatina anche oltre i confini prendendo parte al TCR Europe. Ancora non è stato annunciato il pilota che guiderà la vettura del Biscione ma, considerando l’impegno internazionale, sicuramente sarà un driver con molta esperienza. Chissà se rivedremo in pista Gigi Ferrara che ha sfiorato il titolo nell’ultima sfida di Monza e conosce perfettamente l’auto.

Dopo un anno di apprendistato Daniele Cappellari ci riprova con la Volkswagen Golf GTI, curata in proprio con le insegne del CRC. L’obiettivo minimo è di ripetere i bei risultati fatti vedere nelle tappe di Misano e Imola costantemente in top-10. Il pilota padovano ha già svolto dei test sul circuito di Vallelunga per migliorare il suo feeling soprattutto con l’anteriore in fase di inserimento curva ed è pronto a dare battaglia fin dalla tappa inaugurale di Monza.

Marco Pellegrini, dopo l’antipasto di Vallelunga della passata stagione, si è accordato con il Target Competition per affrontare l’intera stagione dell’italiano con la Hyundai i30 N. Sicuramente per il pilota lombardo si prospetta un’annata ad alto livello considerando le performance della vettura coreana, vincitrice con Tarquini nel Mondiale Turismo, e la professionalità del team dei fratelli Gummerer plurititolato in svariati campionati.

Guardando più in là si aspetta un ingresso molto interessante nella serie tricolore, stiamo parlando della Fiat Tipo della Tecnodom Sport: la vettura ha girato sul circuito di Adria con al volante i fratelli Giacomo e l’esperto Luca Rangoni; l’obiettivo è di continuare a sviluppare la vettura in vista dell’arrivo del nuovo motore 2 litri turbo per poi procedere all’omologazione. Realisticamente potremo vedere la Tipo debuttare ufficialmente per l’estate, a metà campionato, e capire il reale valore della tre volumi torinese.

Ultima notizia, in ordine di tempo, riguarda il fronte piloti: Eric Scalvini si è visto sospendere la licenza sportiva per due mesi in seguito all’incidente causato ai danni di Nicola Baldan ad Imola nella passata stagione. Il pilota bresciano, imputato di dolo per l’incidente, potrà tornare in possesso della licenza a partire dal mese di maggio a campionato in corso.
 

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone