5 Mag [11:45]

Vallelunga - Gara 2
Lampo Stanek, Petecof beffato

Share On Facebook Share On Twitter Share On Linkedin Share On Mail Share On Google+
Da Vallelunga - Massimo Costa

La mattinata di Vallelunga ci ha regalato un'altra bellissima gara dopo quella della Formula Regional European. Tutto si è deciso all'ultimissimo giro quando il rookie terribile Roman Stanek ha sorpassato di fioretto Gianluca Petecof andando a vincere la gara 2 della F4 Italia, disputata con pista bagnata. Ma chi è Stanek? Il ragazzino, appena 15enne, arriva dalla Repubblica Ceca ed è inserito nel programma giovani della Sauber che non se lo è lasciato sfuggire. Stanek corre per lo US Racing di Ralf Schumacher e partecipa anche al campionato tedesco dove dopo la prima tappa conduce la classifica generale con all'attivo un successo in gara 3 a Oschersleben. Insomma, un vero rookie terribile.

Come lo è Joshua Durksen, lui ancora più sconosciuto di Stanek che può vantare una lunga militanza kartistica in Europa. Durksen terzo al traguardo dopo aver combattuto come un leone, proviene da Asuncion, capitale del lontano Paraguay, e questa è già una rarità per il motorsport. In kart ha gareggiato soltanto nel suo Paese, poi si è proiettato in Europa dove ha deciso di debuttare nel mondo delle monoposto con il team Mucke. Con la mamma vive a Berlino, dove ha la sede la squadra, e partecipa sia al campionato tedesco (dove è terzo) sia all'italiano. Per prepararsi al meglio, ha partecipato alla F4 degli Emirati Arabi classificandosi secondo assoluto. Insomma, la prima vera gara della F4 2019 dopo una prima corsa passata dietro la safety-car e disputata ieri, ci ha regalato due interessanti prospetti da seguire con attenzione.

Un plauso va ovviamente anche a Petecof. Il brasiliano della Prema, quinto in griglia, con classe si è portato rapidamente al comando della corsa superando Ivan Berets, Ido Cohen e lo stesso Stanek. Petecof ha condotto con baldanza finché Stanek non è rinvenuto forte alle sue spalle passandolo all'ultimo giro. Il brasiliano della FDA era piuttosto nervoso con se stesso al termine della corsa e nel giro di rientro ai box ha pure superato con forza il vincitore. Quarta piazza per Cohen del team Van Amersfoort e quinto per Mikhail Belov (Bhaitech) che ha recuperato punti importanti per la classifica. Alle sue spalle, William Alatalo del team Mucke, che partiva quindicesimo.

Applausi per Umberto Laganella che con forza, da diciassettesimo in griglia di partenza, ha accalappiato la settima posizione con la Tatuus di Bhaitech. Grande anche il recupero di Dennis Hauger e Niklas Krutten. I due piloti di Van Amersfoort sono stati costretti a partire in ultima fila (Krutten aveva la pole, Hauger si era classificato terzo) perché la benzina controllata dopo la qualifica appariva contaminata da agenti esterni. Pare che sia stata presa in una pompa non indicata dal campionato. Il team Van Amersfoort ha emesso un comunicato per sottolineare la loro lunga storia senza macchia nel motorsport e che si è trattato di un errore, o di una svista. Peccato per i piloti, che però in gara 2 hanno compiuto una bella rimonta terminando settimi e ottavi.

Bravo Lorenzo Ferrari (Antonelli), undicesimo e a un soffio dalla top 10, bella prova anche per Nicola Marinangeli (Bhaitech), quattordicesimo. Sfortunato Francesco Simonazzi (Cram) coinvolto in un incidente nel 1° giro innescato da Jonny Edgar ed Erwin Zanotti. Ritirato Andrea Rosso, anche penalizzato per aver spedito in testacoda Ivan Berets. Tirata d'orecchi per Gregoire Saucy, clamorosamente fuori pista nel giro di allineamento in griglia di partenza: doveva scattare dalla prima fila... Peccato per Alessandro Famularo, che puntava alla top 5, ma è stato centrato al tornantino da Axel Gnos. Sfortunati Paul Aron e Giorgio Carrara, che si sono agganciati.

Domenica 5 maggio 2019, gara 2

1 - Roman Stanek - US Racing - 15 giri 32'13"533
2 - Gianluca Petecof - Prema - 1"129
3 - Joshua Durksen - Mucke - 2"380
4 - Ido Cohen - Van Amersfoort - 2"681
5 - Mikhail Belov - Bhaitech - 4"288
6 - William Alatalo - Mucke - 15"782
7 - Umberto Laganella - Bhaitech - 16"141
8 - Dennis Hauger - Van Amersfoort - 19"560
9 - Niklas Krutten - Van Amersfoort - 19"814
10 - Oliver Rasmussen - Prema - 22"249
11 - Lorenzo Ferrari - Antonelli - 28"052
12 - Daniel Vebster - Cram - 29"989
13 - Paul Aron - Prema - 31"032
14 - Nicola Marinangeli - Bhaitech - 31"236
15 - Giorgio Carrara - Jenzer - 35"319
16 - Roy Alecco - Van Amersfoort - 35"593
17 - Jonny Edgar - Jenzer - 40"211
18 - Sebastian Freymuth - AS Motorsport - 44"574
19 - Felipe Ugran - BVM - 45"081
20 - Jessie Salmenautio - DRZ Benelli - 45"267
21 - Rose Meyuhas - Cram - 45"581
22 - Axel Gnos - Jenzer - 54"236
23 - Emilio Cipriani - Cram - 55"867
24 - Laszlo Toth - R Ace - 1'00"016
25 - Fabio Venditti - DF by Corbetta - 1'00"682
26 - Emidio Pesce - Jenzer - 1'02"377
27 - Amna Al Qubaisi - Abu Dhabi - 1'13"441

Giro più veloce: Roman Stanek 1'43"756

Ritirati
10° giro - Andrea Rosso
9° giro - Alessandro Famularo
7° giro - Ivan Berets
2° giro - Francesco Simonazzi
2° giro - Gregoire Saucy

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone