8 Set [19:32]

Vettel recita il mea culpa:
"Non sono contento di me stesso"

Share On Facebook Share On Twitter Share On Linkedin Share On Mail Share On Google+
Da Monza - Alessandro Bucci

Difficile immaginare un epilogo peggiore a Monza per Sebastian Vettel, tredicesimo finale essendo scattato in quarta posizione dalla griglia di partenza. Come accaduto lo scorso anno, sebbene in circostanze molto diverse, il quattro volte Campione del Mondo ferrarista è andato in testacoda compromettendo la sua gara, gettando letteralmente benzina su un fuoco che diventa sempre più ardente.

Il tedesco, lamentatosi del comportamento di Leclerc in qualifica reo, a detta del numero 5 Ferrari, di non aver rispettato gli accordi strategici stabiliti dal team, non ha brillato per entusiasmo nella festa dei 90 anni del team di Maranello tenutasi ieri nel tardo pomeriggio all'interno del paddock, disputando una gara da dimenticare al più presto.

"Ovviamente non sono contento di me stesso, ho perso il posteriore entrando in curva e poi ho peggiorato le cose, compromettendo la mia gara", ha dichiarato Vettel al microfono di Sky Sport F1 Italia. "Dopo il testacoda ho faticato un attimo a ripartire innescando l'antistallo un paio di volte ed è stato impossibile vedere chi arrivava da sinistra. Sono rimasto anche un po' bloccato sul cordolo e questo non mi ha aiutato. Ero di buon umore oggi, per cui non credo che i fatti di ieri abbiano avuto un impatto sul risultato".

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone