formula 1

McLaren ritrova il 4° posto con un
grande Norris e un ritrovato Ricciardo

Sorpasso. La McLaren si riprende il quarto posto nella classifica costruttori ai danni della Alpine-Renault grazie a un clamo...

Leggi »
formula 1

Alonso diventa il pilota che
ha corso il maggior numero di GP

Trecentocinquanta. 350. La statistica relativa ai piloti che hanno disputato il maggior numero di Gran Premi nella storia del...

Leggi »
World Endurance

Cadillac affida la sua LMDh a Ganassi
Al via con Bamber, Lynn e Westbrook

Michele Montesano Cadillac ha rivelato la formazione con cui affronterà la stagione 2023 del FIA WEC. A gestire la Cadillac...

Leggi »
formula 1

Perez e la safety car a Singapore:
cosa lascia perplessi della direzione gara

Sergio Perez ha potuto festeggiare la sua quarta vittoria in Formula 1, con quella che lui stesso ha definito "la miglio...

Leggi »
GT World Challenge

Montmelò, gara
Marciello prende anche l’Endurance
Cairoli trascina Dinamic al successo

È stato un tripudio tricolore quello andato in scena a Montmelò, dove i piloti italiani sono stati grandi protagonisti del fi...

Leggi »
formula 1

Perez re dei circuiti cittadini
Doppio podio per la Ferrari

Ma chi c'era sulla Red Bull-Honda numero 11? Sergio Perez o Max Verstappen? No, nessun dubbio. A dominare un difficilissi...

Leggi »
14 Giu [12:01]

WSK Euro Series ad Adria
Lindblad e Slater in evidenza

Conclusa con un bel successo anche la seconda prova della WSK Euro Series sul circuito di Adria Karting Raceway, che ha visto una consueta alta partecipazione nelle quattro categoria MINI, OKJ, OK e KZ2, ben 220 piloti provenienti da 48 nazioni. La fase finale di domenica ha evidenziato i maggiori protagonisti del weekend di Adria fin dalle prefinali del mattino, per poi esprimere i vincitori di questo appuntamento dell’Euro Series in KZ2 con l’olandese Marijn Kremers (BirelART Racing/BirelART-TM Racing), in OK l’inglese Arvid Lindblad (KR Motorsport/KR-Iame), in OKJ l’inglese Freddie Slater (Ricky Flynn/Kosmic-Vortex), nella MINI l’italiano Emanuele Olivieri (Formula K Serafini/IPK-TM Racing).

Cosa è successo nelle Prefinali
Nella prima delle due prefinali della KZ2, nessuna sorpresa con il leader di classifica Marijn Kremers (BirelART Racing/BirelART-TM Racing) davanti a tutti e seguito dai due compagni di squadra, Riccardo Longhi e Giuseppe Palomba, buon quarto Danilo Albanese (KR Motorsport/KR-Iame). Nella seconda finale invece il colpo di scena è arrivato all’ultimo giro, quando lo spagnolo Pedro Hiltbrand (Leclerc by Lennox/BirelART-TM Racing) ha tentato senza successo il sorpasso per la vittoria sul francese Emilien Denner (Intrepid Driver Program/Intrepid-TM Racing), con conseguente tamponamento. Penalizzato Hiltbrand, la vittoria è andata a Alessio Piccini (BirelART Racing/BirelART-TM Racing), con Denner terzo preceduto anche da Palo Ippolito (CRG Racing Team/CRG-TM Racing).

Nella Prefinale della OK l’inglese Arvid Lindblad (KR Motorsport/KR-Iame) si è confermato vincente davanti al polacco Tymoteusz Kucharczyk (BirelART/RK-TM Racing) e al brasiliano Matheus Morgatto (BirelART Racing/BirelART-TM Racing). Ritirato ancora una volta l’autore della pole position in prova, il bulgaro Nikola Tsolov (DPR/KR-Iame).
Nella MINI, nella Prefinale-A è arrivato l’acuto dell’italiano Emanuele Olivieri (Formula K Serafini/IPK-TM Racing), che nelle ultime battute è riuscito a superare il ceco Jindrich Pesl (BabyRace/Parolin-Iame), attuale leader di classifica e dominatore della fase di qualificazione. Nella Prefinale-B è andato a guadagnare la vittoria lo spagnolo Christian Costoya (Parolin Motorsport/Parolin-TM Racing) sull’altro italiano Davide Bottaro (AV Racing/Parolin-TM Racing) in evidenza in questo round, con il colombiano Matias Orjuela (Parolin Motorsport/Parolin-TM Racing) quinto dopo un ennesimo recupero.

Nella OKJ Prefinale-A si è fatto valere l’inglese Harley Keeble (Tony Kart Racing Team/Tony Kart-Vortex) con una rimonta di 8 posizioni fino alla vittoria, davanti allo svizzero Enea Frey (Ricky Flynn/Kosmic-Vortex) e al giamaicano Alex Power (KR Motorsport/KR-Iame). Il dominatore iniziale del weekend di Adria, il danese David Walther (Koski Motorsport/Tony Kart-Vortex), è invece scivolato in 12ma posizione. Nella Prefinale-B si è imposto l’inglese Freddie Slater (Ricky Flynn/Kosmic-Vortex) sullo sloveno Mark Kastelic (Forza Racing/Exprit-TM Racing).

In KZ2 domina Kremers e allunga in classifica
Nella finale della KZ2 ha dominato l’olandese Marijn Kremers (BirelART Racing/BirelART-TM Racing), allungando ulteriormente in testa alla classifica provvisoria. Kremers ha condotto la gara finale dall’inizio alla fine, davanti ai compagni di squadra, gli italiani Riccardo Longhi e Alessio Piccini che nell’ordine sono saliti sul podio. Quarto si è piazzato l’altro pilota italiano di BirelART Giuseppe Palomba, che ha mantenuto la posizione fin sul traguardo davanti a Paolo Ippolito (CRG Racing Team/CRG-TM Racing) e a Francesco Celenta (Parolin Motorsport/Parolin-TM Racing) in rimonta. Settimo il francese Emilien Denner (Intrepid Driver Program/Intrepid-TM Racing), ottavo il finlandese Simo Puhakka (Tony Kart Racing Team/Tony Kart-Vortex).
Campionato KZ2: 1. Kremers punti 242; 2. Longhi 159; 3. Piccini 112; 4. Palomba; 5. Iglesias 96.

Lindblad si conferma leader nella OK
Nella finale della OK l’inglese Arvid Lindblad (KR Motorsport/KR-Iame), capoclassifica dalla prima prova di Lonato, disputa una gara di testa inseguito fin sul traguardo dal polacco Timoteusz Kucharczyk (BirelART Racing/RK-TM Racing), mentre il terzo posto lo conquista il norvegese Martinius Stenshorne (Leclerc by Lennox/BirelART-TM Racing) rimontando dalla terza fila di partenza. Con una rimonta fino al quarto posto conclude l’americano Ugo Ugochukwu (KR Motorsport/KR-Iame), mentre il peruviano Rafael Modonese (Praga Racing Team/Praga-Iame) si piazza quinto davanti al giapponese Rintaro Sato (Ricky Flynn/Kosmic-Vortex). Con questa vittoria Lindblad si conferma leader in classifica aumentando il suo vantaggio.
Campionato OK: 1. Lindblad punti 243; 2. Ugochukwu 122; 3. Kucharczyk 114; 4. Andreasson 75; 5. Badoer 70.

Nella OKJ vince Slater e va ad incalzare Keeble in campionato
Nella OKJ è l’inglese Freddie Slater (Ricky Flynn/Kosmic-Vortex), nella foto Sportinphoto, a prendere quasi subito le redini del comando della finale a scapito del connazionale Harley Keeble (Tony Kart Racing Team/Tony Kart-Vortex) che perde posizioni. Slater impone un ottimo ritmo di gara fin sul traguardo, dove vince sull’ottimo sloveno Mark Kastelic (Forza Racing/Exprit-TM Racing) in rimonta dalla seconda fila di partenza e sullo svizzero Enea Frey (Ricky Flynn/Kosmic-Vortex). La quarta posizione la conquista il russo Kirill Kutskov (KR Motorsport/KR-Iame), mentre Keeble termina quinto e rimane in testa al campionato, ma ora è incalzato da Slater.
Campionato OKJ: 1. Keeble 162; 2. Slater 136; 3. Al Dhaheri 108; 4. Kastelic 97; 5. Frey 90.

Oliveri vince nella MINI ed è il nuovo leader di classifica
Nella MINI l’italiano Emanuele Olivieri (Formula K Serafini/IPK-TM Racing) conferma il suo stato di grazia e va a vincere la gara finale in un arrivo in volata che gli regala la prima posizione in campionato. Secondo si piazza lo spagnolo Christian Costoya (Parolin Motorsport/Parolin-TM Racing) davanti al russo Vladimir Ivannikov (Drago Corse/EKS-TM Racing). Il precedente leader di classifica, il ceco Jindrich Pesl (BabyRace/Parolin-Iame), si deve accontentare della quarta posizione dopo aver dominato nella fase di qualificazione. La quinta posizione è per l’inglese Alfie Slater (Energy Corse/Energy-TM Racing) che conclude davanti all’italiano Davide Bottaro (AV Racing/Parolin-TM Racing), il colombiano Matias Orjuela (Parolin Motorsport/Parolin-TM Racing) e all’altro italiano Jacopo Martinese (CMT/Parolin-TM Racing). Nuovo leader della categoria è Emanuele Olivieri.
Campionato MINI: 1. Olivieri punti 186; 2. Pesl 172; 3. Costoya 127; 4. Tarnvanichkul 102; 5. Bottaro 71

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone
gdlracinggdlhouse