formula 1

McLaren ritrova il 4° posto con un
grande Norris e un ritrovato Ricciardo

Sorpasso. La McLaren si riprende il quarto posto nella classifica costruttori ai danni della Alpine-Renault grazie a un clamo...

Leggi »
formula 1

Alonso diventa il pilota che
ha corso il maggior numero di GP

Trecentocinquanta. 350. La statistica relativa ai piloti che hanno disputato il maggior numero di Gran Premi nella storia del...

Leggi »
World Endurance

Cadillac affida la sua LMDh a Ganassi
Al via con Bamber, Lynn e Westbrook

Michele Montesano Cadillac ha rivelato la formazione con cui affronterà la stagione 2023 del FIA WEC. A gestire la Cadillac...

Leggi »
formula 1

Perez e la safety car a Singapore:
cosa lascia perplessi della direzione gara

Sergio Perez ha potuto festeggiare la sua quarta vittoria in Formula 1, con quella che lui stesso ha definito "la miglio...

Leggi »
GT World Challenge

Montmelò, gara
Marciello prende anche l’Endurance
Cairoli trascina Dinamic al successo

È stato un tripudio tricolore quello andato in scena a Montmelò, dove i piloti italiani sono stati grandi protagonisti del fi...

Leggi »
formula 1

Perez re dei circuiti cittadini
Doppio podio per la Ferrari

Ma chi c'era sulla Red Bull-Honda numero 11? Sergio Perez o Max Verstappen? No, nessun dubbio. A dominare un difficilissi...

Leggi »
23 Nov [8:26]

Yas Marina, libere
Alesi precede il compagno Beckmann

Alessandro Bucci - Photo4

Ad Abu Dhabi la stagione 2018 di GP3 arriva ai titoli di coda con Anthoine Hubert (ART) vicinissimo alla conquista della corona. Un campionato giunto al nono round e caratterizzato da nove vincitori diversi, con tanti team capaci di conquistare la partenza dal palo, ben quattro, a testimonianza della vivacità che l'ormai defunta GP3 è stata in grado di offrire. Solamente la matematica tiene ancora i giochi aperti, con il compagno di squadra di Hubert, Nikita Mazepin, che dovrebbe sperare in un miracolo per soffiare ad Anthoine il titolo. È opportuno ricordare che, il pilota russo, ha completato oltre 30 giri in testa (nell'arco della stagione) dinanzi al rivale Hubert, a testimonianza della competitività dei piloti ART nonostante il divario numerico in classifica.

Il weekend di Abu Dhabi sarà teatro anche dell'ultimo atto della serie GP3, ora accorpatasi in quella che sarà la F3 ufficiale FIA. A Yas Marina, come anticipato anche da Italiaracing, è stata presentata inoltre la nuova Dallara F3, creatura che disputerà le prossime tre stagioni. A Yas Marina new entry con Jehan Daruvala (MP) chiamato ad affiancare Devlin DeFrancesco e Richard Verschoor.

Il turno di prove libere sul tracciato di Abu Dhabi si è disputato in un clima soleggiato senza regalare particolari sorprese. Tra i piloti maggiormenti competitivi nelle fasi iniziali della sessione Joey Mawson, 'apripista' nell'abbassare tutti i riferimenti cronometrici (primo a scendere anche sotto il muro dell'1'58''), Giuliano Alesi (Trident), il nostro Leonardo Pulcini (Campos) e i piloti ART Callum Ilott (autore di un errore vistoso a nove minuti dal termine; tanti i piloti costretti a brusche frenate o ad escursioni fuori dai cordoli e dalle limitazioni del tracciato) e il leader del campionato Hubert, autore di un ottimo 1'57''170. Crono migliorato solamente da Pulcini, bravo a precedere di 54 millesimi il francese della ART.

A centrare il primo tempo il figlio d'arte Giuliano Alesi, bravissimo a firmare il tempo di 1'55''676 (unico a scendere sotto il muro dell'1'56''), precedendo di quasi nove decimi il tre volte vincitore in stagione David Beckmann, seguito da Gabriel Aubry (Arden) autore dello stesso crono del tedesco. Situazione analoga per Hubert e DeFrancesco, con il tempo di 1'57''170 occupando rispettivamente l'ottava e la nona posizione. Ben quattordici i piloti racchiusi nell'arco di un minuto, a testimonianza di una serie molto serrata. Ottimo turno di libere per Deruvala, bravo a precedere Mawson di pochi millesimi. Prestazione decisamente incoraggiante anche per il francese Sacha Fenestraz (sbarcato in GP3 a partire da Sochi) della Arden, seguito da Pulcini che, in parte, ha deluso le iniziali aspettative.

Nella parte bassa della classifica troviamo, a sorpresa, Ilott e Pedro Piquet della Trident. Quanto a Tatiana Calderon, fresca di test con Alfa Romeo Sauber Ferrari F1, deludente diciottesimo posto con Jenzer, unica squadra della stagione a non aver centrato il podio.

Venerdì 23 novembre 2018, libere

1 - Giuliano Alesi - Trident - 1'55''676
2 - David Beckmann - Trident - 1'56''568
3 - Gabriel Aubry - Arden - 1'56''568
4 - Jehan Daruvala - MP Motorsport - 1'56''589
5 - Joey Mawson - Arden - 1'56''655
6 - Sacha Fenestraz - Arden - 1'57''053
7 - Leonardo Pulcini - Campos - 1'57''116
8 - Anthoine Hubert - ART - 1'57''170
9 - Devlin DeFrancesco - MP Motorsport - 1'57''170
10 - Richard Verschoor - MP Motorsport - 1'57''259
11 - Ryan Tveter - Trident - 1'57''277
12 - Jake Hughes - ART - 1'57''311
13 - Nikita Mazepin - ART - 1'57''393
14 - Juan Manuel Correa - Jenzer - 1'57''453
15 - Diego Menchaca - Campos - 1'57''579
16 - Simo Laaksonen - Campos - 1'57''588
17 - Pedro Piquet - Trident - 1'57''727
18 - Tatiana Calderon - Jenzer - 1'57''826
19 - Callum Ilott - ART - 1'57''847
20 - Jannes Fittje - Jenzer - 1'58''579

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone