Rally

Rally di Montecarlo – 1° giorno
Ogier vola, Loeb lo marca a vista

Michele Montesano La novantesima edizione del Rally di Montecarlo ha aperto ufficialmente una nuova era del WRC, quella del...

Leggi »
formula 1

L'Alpine turbolenta,
fra uscite e tensioni

Via Ciryl Abiteboul, che era team principal, via Remi Taffin, capo del reparto motori, via Marcin Budkwoski, nel 2021 diretto...

Leggi »
Rally

Rally di Montecarlo – Shakedown
Ogier - Loeb è subito duello

Michele Montesano Finalmente è arrivato il tanto atteso giorno del debutto per le nuove Rally1. Come da tradizione è stato ...

Leggi »
formula 1

Gare sprint 2022 a rischio?
Manca l'intesa con tutti i team

Le gare sprint del sabato, nuovo pallino di Formula 1, quest'anno dovrebbero aumentare a 6. Dovrebbero, appunto, perché i...

Leggi »
Rally

WRC 2022: al via la rivoluzione ibrida
Chi sarà il successore di Ogier?

Michele Montesano Quello che si appresta a partire non sarà il solito Rally di Montecarlo, bensì l’inizio della nuova era p...

Leggi »
formula 1

Gomme da 18 pollici in Formula 1,
la grande sfida del 150° anno Pirelli

Nasce come anno importante, il 2022 della Pirelli. È il 150esimo di attività dell'azienda, con numerose novità in ambito ...

Leggi »
19 Mag [10:06]

Zandvoort, qualifica 2
Zio Muller batte il nipote Ehrlacher

Michele Montesano

Uno strepitoso Yvan Muller, al volante della Lynk & Co., conquista la pole position nella seconda qualifica, in terra olandese, del WTCR. Il pilota alsaziano è stato autore di un giro magistrale sul tracciato di Zandvoort, rifilando più di quattro decimi al secondo classificato, suo nipote Yann Ehrlacher. A completare la tripletta del team Cyan Racing il vincitore di gara 1 Thed Björk. Ancora una volta, nonostante le restrizioni del Balance of Performance, le vetture cinesi sono state nettamente superiori rispetto alle altre auto scese in pista.

Non c’è restrizione che fermi le Lynk & Co. in questo weekend olandese, con il costruttore cinese che ha monopolizzato le prime tre posizioni. Vero mattatore di sessione l’esperto Muller, autore di una performance stratosferica nella super pole. Il francese ha letteralmente bastonato gli avversari, segnando un tempo inavvicinabile persino dai suoi compagni di team. Nulla hanno potuto Ehrlacher e Björk, autori di un buon crono ma lontani mezzo secondo dal vertice. Buona la performance di Norbert Michelisz che, con la sua Hyundai, è riuscito a contenere i danni conquistando la quarta posizione. Mentre Augusto Farfus ha voluto strafare: arrivando prima al bloccaggio e poi al pendolo con la sua i30 N, concludendo in quinta posizione nel suo unico tentativo di Q3.

Anche nella seconda sessione le Lynk & Co. hanno fatto il bello e cattivo tempo con Björk e Muller autori del miglior crono identico al millesimo con 1’44”668. Il primo ad essere escluso, con il sesto posto, è stato Mikel Azcona seguito da Nicky Catsburg che inspiegabilmente ha preferito non scendere in pista per il suo ultimo tentativo. Fuori anche le due Honda del Münnich Motorpsort, con Esteban Guerrieri, autore del decimo crono, che partirà dalla pole in gara 2.
Problemi al motore della Civic hanno tarpato le ali a Nestor Girolami. L’argentino si è lamentato con il suo ingegnere perché non riusciva a inserire la sesta marcia in fondo al rettilineo.

In Q1 sono stati numerosi gli eliminati di lusso, forse per via della pista fredda, ma parecchi piloti si sono trovati in difficoltà di assetto. A farne le spese il campione in carica Gabriele Tarquini, tredicesimo, e Andy Priaulx che ha provato a stravolgere l’assetto della sua Lynk & Co. ma senza alcun successo. Qualifica sotto tono in casa Romeo Ferraris con Kevin Ceccon diciannovesimo e Ma Qinghua ventiquattresimo. Malissimo l’idolo di casa Tom Coronel che non è riuscito ad avere la quadra con la sua Cupra e partirà in ultima fila.

Domenica 19 maggio 2019, qualifica 2

1 - Yvan Muller (Lynk & co) - Cyan - 1'44"154
2 - Yann Ehrlacher (Lynk & co) - Cyan - 1'44"597 (Q3)
3 - Thed Björk (Lynk & co) - Cyan - 1'44"656 (Q3)
4 - Norbert Michelisz (Hyundai) - BRC - 1'44"734 (Q3)
5 - Augusto farfus (Hyundai) - BRC- 1'46"233 (Q3)
6 - Mikel Azcona (Cupra) - PWR - 1'44"872 (Q2)
7 - Nicky Catsburg (Hyundai) - BRC - 1'44"895 (Q2)
8 - Johan Kristoffersson (Vw) - Loeb - 1'44"997 (Q2)
9 - Benjamin Leuchter (Vw) - Loeb - 1'45"005 (Q2)
10 - Esteban Guerrieri (Honda) - Münnich - 1'45"081 (Q2)
11 - Nestor Girolami (Honda) - Münnich - 1'45"085 (Q2)
12 - Rob Huff (Vw) - Loeb - 1'45"214 (Q2)
13 - Aurélien Panis (Cupra) - Comtoyou - 1'45"398 (Q1)
14 - Gabriele Tarquini (Hyundai) - BRC - 1'45"441 (Q1)
15 - Jean-Karl Vernay (Audi) - WRT - 1'45"455 (Q1)
16 - Mehdi Bennani (Vw) - Loeb - 1'45"461 (Q1)
17 - Andy Priaulx (Lynk & co) - Cyan - 1'45"462 (Q1)
18 - Niels Langeveld (Audi) - Comtoyou - 1'45"509 (Q1)
19 - Kevin Ceccon (Alfa Romeo) - Mulsanne - 1'45"516 (Q1)
20 - Frederic Vervish (Audi) - Comtoyou - 1'45"535 (Q1)
21 - Attila Tassi (Honda) - KCMG - 1'45"594 (Q1)
22 - Daniel Haglöf (Cupra) - PWR - 1'45"616 (Q1)
23 - Tiago Monteiro (Honda) - KCMG - 1'45"791 (Q1)
24 - Ma Qinghua (Alfa Romeo) - Mulsanne - 1'45"797 (Q1)
25 - Tom Coronel (Cupra) - Comtoyou - 1'45"871 (Q1)
26 - Gordon Shedden (Audi) - WRT - 1'45"956 (Q1)

Il campionato
1.Guerrieri 128; 2.Girolami 127; 3. Bjork 120; 4.Michelisz 104; 5.Azcona 99; 6.Tarquini 96; 7.Muller 94; 8.Vernay 85; 9.Vervish 79; 10.Ma 70.
 

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone