FIA Formula 2

La sfida tra Antonelli e Bearman
coinvolge anche Mercedes e Ferrari

Mancano pochissimi giorni all'avvio del campionato di Formula 2 e mai come quest'anno l'attesa è altissima dalle ...

Leggi »
World Endurance

Nuovi orari per il Prologo a Lusail
Tre le sessioni obbligatore per i team

Michele Montesano Il Prologo del FIA WEC in Qatar ha subito un’ulteriore modifica. Finalmente nella mattinata della domenic...

Leggi »
World Endurance

BoP per il Qatar: Toyota penalizzata
Nuovo sistema per gestire le LMGT3

Michele Montesano Con l’imminente avvio stagionale del FIA WEC, puntale si torna a parlare di Balance of Performance. Croce...

Leggi »
Formula E

E-Prix di Misano: rivisto il tracciato
per accogliere le monoposto elettriche

Michele Montesano Pur mantenendo una tappa in Italia, quest’anno la Formula E si trasferirà dal tracciato cittadino di Roma...

Leggi »
formula 1

Test a Sakhir – 3° giorno finale
Leclerc archivia l’ultima giornata

416 giri in totale, miglior tempo complessivo di tutte e tre le giornate di test in Bahrain (1’29”921) e primo posto al termi...

Leggi »
formula 1

Test a Sakhir – 3° giorno mattina
Sainz e Ferrari primi in classifica
Altra sospensione per un tombino

Sembra esserci un rapporto speciale tra la Formula 1 e i tombini. A mezz’ora dall’avvio, una griglia di drenaggio dell’acqua ...

Leggi »
14 Mar [18:06]

WSK Super Master Series a Sarno
Bondarev vince il titolo nella OKJ

Le finali di Sarno hanno eletto i campioni 2022 della WSK Super Master Series, nell’evento disputato sul Circuito Internazionale Napoli per la quarta e conclusiva prova dopo i due appuntamenti iniziali di Lonato e il terzo round della settimana scorsa a La Conca. Alla fine del weekend di Sarno, fra i più spettacolari della stagione, i titoli di categoria sono andati nella MINI al ceco Jindrich Pesl (BabyRace/Parolin-Iame-Vega), nella OKJ all’ucraino Oleksandr Bondarev (Ricky Flynn Motorsport/LN-Vortex-Vega), nella KZ2 all’olandese Senna Van Walstijn (Sodi/Sodi-TM Racing-Vega), nella OK all’inglese Joe Turney (Tony Kart Racing Team/Tony Kart-Vortex-LeCont).

I risultati delle manches e delle prefinali
Importanti per il campionato i punti assegnati nel computo delle manches eliminatorie (in totale ben 41 quelle disputate a Sarno) e i punti acquisiti nelle prefinali di domenica mattina.
Nella MINI (sub-judice per una squalifica comminata al leader del campionato il ceco Jindrich Pesl che ha interposto appello), il migliore delle manches eliminatorie era risultato l’italiano Iacopo Martinese (Baby Driver/Parolin-Iame-Vega). Nella Prefinale-A la vittoria è andata all’austriaco Niklas Schaufler (Emme Racing/EKS-TM Racing), nella Prefinale-B ha vinto l’inglese Roman Kamyab (BabyRace/Parolin-Iame).
Nella OKJ nelle manches al primo posto si è classificato Kirill Kutskov (BirelART Racing/BirelART-TM Racing-Vega). Nella Prefinale-A si è imposto lo spagnolo Lucas Fluxa Cross (KR Motorsport/KR-Iame), nella Prefinale-B Kirill Dzitiev (Ward Racing/Tony Kart-Vortex).
Nella KZ2 il migliore delle manches è stato lo spagnolo Pedro Hiltbrand (BirelART Racing/BirelART-TM Racing-Vega), che si è confermato vincente anche nella Prefinale-A. Nella Prefinale si è imposto l’autore della pole position in prova, l’olandese Laurens Van Hoepen (Leclerc by Lennox Racing/BirelART-TM Racing).
Nelle manches della OK si era imposto il giapponese Kean Nakamura-Berta (KR Motorsport/KR-Iame-LeCont), che poi ha vinto anche la Prefinale-A. Nella Prefinale-B la vittoria è andata al pilota della Lettonia Tomass Stolcermanis (Energy Corse/Energy-TM Racing).

Le Finali e i campioni della WSK Super Master Series 2022

Nella MINI Pesl vince il campionato
Nella prima finale della giornata conclusiva, una gran battaglia si è sviluppata nella MINI, che proprio nell’ultimo giro ha visto imporsi l’olandese Dean Hogendoorn (Alonso Kart by Kodix/Iame-Vega) davanti al ceco Jindrich Pesl (BabyRace/Parolin-Iame) autore di una rimonta. Terzo si è piazzato il suo compagno di squadra Iacopo Martinese dopo aver condotto in testa nei primi giri. Quarto lo spagnolo Christian Costoya (Parolin Motorsport/Parolin TM Racing) in lizza fino alla fine per il campionato. Quinto il ceco Oliver Palocko (BabyRace/Parolin-Iame), con l’italiano Filippo Sala al sesto posto (Team Driver/KR-Iame). La classifica della finale è sub-judice, ma il vantaggio accumulato nel Campionato consente a Pesl di aggiudicarsi il titolo della MINI.
Finale MINI (sub-judice)
Dean Hoogendoorn (NLD)
Jindrich Pesl (CZE)
Iacopo Martinese (ITA)
Campionato MINI:
Jindrich Pesl (CZE)
Christian Costoya (ESP)
Dries Van Langendonck (BEL)

Nella OKJ il titolo è di Bondarev 
La OK-Junior ha visto uscire di scena quasi subito il pilota ucraino Oleksandr Bondarev (Ricky Flynn Motorsport/LN-Vortex-Vega) per un contatto di gara nei primi giri. Anche Bondarev però alla fine ha potuto festeggiare con la vittoria del titolo grazie al vantaggio accumulato soprattutto per l’en-plein nella scorsa gara a La Conca. La finale ha visto prevalere Anatoly Khavalkin (Parolin Motorsport/Parolin-TM Racing) che ha guadagnato la testa della corsa negli ultimi giri, concludendo davanti a Kirill Dzitiev (Ward Racing/Tony Kart-Vortex) e all’inglese Nathan Tye (Sodikart/Sodi-TM Racing) che nelle ultime battute ha guadagnato il podio ai danni di Dmitry Matveev (Koski Motorsport/Tony Kart-Vortex). Quinto è terminato Kirill Kutskov (BirelART Racing/BirelART-TM Racing), sesto il polacco Jan Przrowski (Tony Kart Racing Team/Tony Kart-Vortex).
Finale OKJ
Anatoly Khavalkin
Kirill Dzitiev
Nathan Tye (GBR)
Campionato OKJ:
Oleksandr Bondarev (UKR) punti 295
Kirill Dzitiev punti 250
Dmitry Matveev punti 231

In KZ2 a Van Walstijn il campionato
Un colpo di scena ha animato anche la KZ2, con il ritiro per un problema tecnico dello spagnolo Pedro Hiltbrand (BirelART Racing/BirelART-TM Racing-Vega) mentre sembrava avviato verso la vittoria della finale e del campionato. Il suo ritiro ha dato via libera all’italiano Matteo Viganò (Leclerc by Lennox Racing/BireART-TM Racing) che è andato a concludere con la vittoria davanti al compagno di squadra, il francese Tom Leuillet, e a Paolo Ippolito (KR Motorsport/KR-Iame) terzo dopo una rimonta. Quarto si è piazzato Jeremy Iglesias (CRG Racing Team/CRG-TM Racing), quinto l’olandese Senna Van Walstijn (Sodikart/Sodi-TM Racing) che con questo risultato è riuscito ad aggiudicarsi il campionato. Sesto il polacco David Liwinski (Leclerc by Lennox Racing/BireART-TM Racing).
Finale KZ2
Matteo Viganò (ITA)
Tom Leuillet (FRA)
Paolo Ippolito (ITA)
Campionato KZ2:
Senna Van Walstijn (NLD) punti 210
Matteo Viganò (ITA) punti 181
Pedro Hiltbrand (ESP) punti 146

Nella OK il titolo è di Turney
Nella finale della OK ha preso il sopravvento il francese Enzo Deligny (Parolin Motorsport/Parolin-TM Racing-LeCont) sull’inglese leader di classifica Joseph Turney (Tony Kart Racing Team/Tony Kart-Vortex), che alla fine si è accontentato del secondo posto ma la certezza della conquista del titolo. Terzo sul podio l’inglese Freddie Slater (Ricky Flynn Motorsport/LN-Vortex), mentre in quarta posizione ha concluso dopo una gran rimonta il danese David Walther (Koski Motorsport/Tony Kart-Vortex). Il maggior antagonista per il titolo è stato il giapponese Kean Nakamura-Berta (KR Motorsport/KR-Iame) ma in finale ha perso posizioni ed è terminato quinto, davanti al lettone Tomass Stolcermanis (Energy Corse/Energy-TM Racing).
Finale OK
Enzo Deligny (FRA)
Joseph Turney (GBR)
Freddie Slater (GBR)
Campionato OK:
Joseph Turney (GBR) punti 314
Kean Nakamura-Berta (JPN) punti 271
Freddie Slater (GBR) punti 248

gdlracing