24 ore le mans

Ferrari: il sogno Le Mans continua
Dopo il bis, si punta al titolo mondiale

Da Le Mans – Michele Montesano A distanza di un anno, il circuit de la Sarthe si è tinto nuovamente di rosso Ferrari. Ma qu...

Leggi »
24 ore le mans

Ferrari si ripete a Le Mans
Fuoco-Nielsen-Molina compiono l’impresa

Da Le Mans - Michele Montesano La Ferrari 499P LMH si è confermata nuovamente la vettura da battere nella 24 Ore di Le Mans. ...

Leggi »
F4 Italia

Vallelunga - Gara 3
Tripudio Slater, tre su tre

Da Vallelunga - Davide Attanasio - Foto SpeedyTris di vittorie a Misano, tris di vittorie a Vallelunga, nel mezzo il suc...

Leggi »
24 ore le mans

Le Mans – Ore 14
Torna la pioggia, Ferrari in testa

Da Le Mans - Michele Montesano Con sei Hypercar racchiuse in meno di un minuto, e a meno di due ore dal termine, quella del 2...

Leggi »
24 ore le mans

Le Mans – Ore 12
Cadillac al comando,
Ferrari AF Corse KO

Da Le Mans - Michele Montesano È ancora tutto da scrivere l’esito finale della 24 Ore di Le Mans. Se fino a qualche ora fa la...

Leggi »
F4 Italia

Vallelunga - Gara 2
Ancora Slater

Da Vallelunga - Davide Attanasio - Foto SpeedyGara condotta dall'inizio alla fine, giro più veloce e vittoria per dispers...

Leggi »
24 Nov [11:21]

Lundgaard promosso dal team RLL

Promozione per Christian Lundgaard al team Rahal-Letterman-Lanigan. Il pilota danese è stato infatti assegnato alla vettura numero 45, con uno scambio che vedrà Jack Harvey approdare invece alla numero 30. La questione è più che numerica: la macchina che Lundgaard guiderà è quella che porta le insegne dello sponsor HyVee, catena di supermarket che sta investendo pesantemente nell’IndyCar, e che ha già tutto il budget per la stagione.

Dopo l’annata difficile di Harvey, si è deciso di puntare su Lundgaard per garantire più risultati e assicurarsi il rinnovo della sponsorizzazione. Una bella iniezione di fiducia per lui. Viceversa Harvey, che rimane comunque sotto contratto, guiderà la “terza” macchina della squadra, per la quale il budget è ancora da chiudere, con la speranza di tornare a riproporre i risultati ottenuti ai tempi del team Meyer-Shank.