formula 1

Doppietta con pasticcio per la McLaren
Hamilton che grinta, Verstappen infantile

La prima vittoria in F1 di Oscar PIastri è arrivata dopo un anno e mezzo di presenza nel Mondiale, 35 Gran Premi. Terzo e sec...

Leggi »
formula 1

Budapest - La cronaca
Piastri e Norris, dominio con polemica

Ultimo giro - Piastri vince il suo primo GP di F1, secondo Norris ed è doppietta McLaren. Bella gara di Hamilton terzo con la...

Leggi »
Formula E

Londra – Gara 2
Wehrlein campione, disfatta Jaguar

Michele Montesano Non poteva esserci finale più avvincente. La decima stagione di Formula E si è decisa negli ultimi giri del...

Leggi »
F4 Italia

Le Castellet – Gara 3
Nakamura-Berta vince di strategia

1 – Kean Nakamura-Berta – Prema – 13 giri in 32’35”5972 – Gustav Jonsson – Van Amersfoort – 0”8703 – Tomass Stolcermanis – Pr...

Leggi »
Regional by Alpine

Le Castellet - Gara 2
Giusti domina sul bagnato

Con una splendida prova di forza su asfalto bagnato, Alessandro Giusti è riuscito a ripetere sul circuito Paul Ricard di Le C...

Leggi »
Rally

Rally di Lettonia – Finale
Rovanperä 1°, a Tänak il Super Sunday

Michele Montesano Ancora una doppietta Toyota, ancora una vittoria da parte di Kalle Rovanperä. Conquistando il Rally di Lett...

Leggi »
6 Nov [12:47]

TCR World Tour, Sydney
Brown profeta in patria, Huff rimonta

Michele Montesano

Sbarcato in Australia il TCR World Tour ha iniziato l’ultimo scorcio di stagione che, passando per Bathurst, lo porterà all’atto finale di Macao. L’idolo locale Will Brown, al termine delle tre gare andate in scena sul Sydney Motorsport Park di Eastern Creek, è riuscito a mettere in ombra i più esperti piloti del Mondiale Turismo. Protagonista del TCR Australia, l’alfiere del team Melbourne Performance Centre ha infatti conquistato ben due vittorie oltre al terzo posto nell’ultima manche.

Fine settimana decisamente positivo per Rob Huff. Centrando una vittoria e un secondo posto, l’inglese del Comtoyou Racing si è portato ad una sola lunghezza nei confronti del leader di campionato Norbert Michelisz. L’Australia si è invece rivelata avara di soddisfazioni per Mikel Azcona e Yann Ehrlacher, costretti a posizioni di rincalzo durante tutto il weekend.



Brown ha aperto con la vittoria di gara 1 il fine settimana australiano del TCR World Tour. L’idolo locale, già nel corso del secondo passaggio, è riuscito ad avere la meglio sul poleman Ben Bargwanna prendendo il largo. Neppure la safety car, chiamata per rimuovere l’Audi di Zac Soutar ferma in pista, e la successiva bandiera rossa, per un forte scroscio di pioggia che ha colpito il Sydney Motorsport Park, hanno fermato la corsa di Brown. L’australiano del team MPC ha letteralmente dominato vincendo con un margine superiore ai sette secondi nei confronti di Azcona ed Ehrlacher.

Tuttavia, al termine della gara, entrambi i piloti sono stati penalizzati per non aver rispettato le procedure di ripartenza a seguito della bandiera rossa. Azcona è scivolato al terzo posto permettendo a Ma Qing Hua di salire al secondo, mentre Ehrlacher è precipitato in sesta posizione. Piazzamento a punti per gli alfieri del Comtoyou Huff e Frédéric Vervisch, quest’ultimo chiamato a fare da gregario dell’inglese. Ottavo Michelisz, al termine di un intenso duello contro Thed Björk. In lotta per la zona podio, Nestor Girolami è poi stato tradito dalla sua Honda Civic scivolando in decima posizione.



La seconda manche ha visto ancora una volta Brown (nella foto sopra) tagliare per primo il traguardo. L’australiano questa volta si è reso protagonista di una rimonta partita dalla decima piazzola guidando un podio tutto marchiato Audi. Brown è infatti stato scortato da Huff e Vervisch bravi ad approfittare del contatto che ha visto protagonisti Michelisz e Björk, quest’ultimo poi costretto al ritiro per aver danneggiato lo sterzo. Sebbene arrivato sotto la bandiera a scacchi in zona podio, Aaron Cameron è stato sanzionato di cinque secondi per partenza anticipata chiudendo ottavo alle spalle di Josh Buchan, Bailey Sween e Tom Oliphant.

Colpito duramente da Jordan Cox nelle prime tornare, Ehrlacher è sprofondato al diciannovesimo posto. Il due volte iridato WTCR ha quindi iniziato una forsennata rimonta, culminata in nona posizione davanti al compagno di squadra Santiago Urrutia. Subito fuori dai giochi Azcona che ha avuto la peggio nel groviglio che ha coinvolto anche Ma e Vervisch. Costretto alla resa Girolami. Partito dalla pole, l’argentino ha subito perso la leadership per poi parcheggiare la sua Honda a seguito di un guasto alla trasmissione causando l’intervento della vettura di sicurezza.



Mattatore del fine settimana di Sydney del TCR World Tour, nell’ultima manche Brown ha sfiorato la tripletta. Scattato dalla prima piazzola, l’australiano si è reso protagonista di una partenza anticipata. Nel mentre Huff è balzato al comando delle operazioni dominando la gara fin sotto la bandiera a scacchi (nella foto sopra). Sanzionato di cinque secondi, Brown si è quindi dovuto accontentare del gradino più basso del podio lasciando la seconda piazza a Michelisz.

Quarto posto per Vervisch, a dimostrazione della competitività mostrata dalle Audi RS3 in questo fine settimana australiano. Buona prestazione per Buchan che, a parità di vettura, è riuscito ad avere la meglio sull’ufficiale Hyundai Azcona. Dopo un avvio arrembante, lo spagnolo ha perso il ritmo dovendo fare i conti con il ritorno di Ehrlacher. Weekend tribolato per Girolami che ha concluso l’ultima gara con un ottavo posto precedendo Ma e Tony d’Alberto.

Venerdì 3 novembre 2023, gara 1

1 - Will Brown (Audi RS3 LMS) - MPC - 17 giri
2 - Ma Qing Hua (Lynk & Co 03) - Cyan - 11"655
3 - Mikel Azcona (Hyundai Elantra N) - BRC - 12"389
4 - Rob Huff (Audi RS3 LMS) - Comtoyou - 15"695
5 - Frédéric Vervisch (Audi RS3 LMS) - Comtoyou - 15"992
6 - Yann Ehrlacher (Lynk & Co 03) - Cyan - 16"428
7 - Aaron Cameron (Peugeot 308) - Valvoline - 16"687
8 - Norbert Michelisz (Hyundai Elantra N) - BRC - 19"493
9 - Thed Björk (Lynk & Co 03) - Cyan - 19"973
10 - Néstor Girolami (Honda Civic TypeR) - Wall - 20"669
11 - Jordan Cox (Peugeot 308) - Schaeffler - 20"992
12 - Tom Oliphant (Lynk & Co 03) - Autoglym - 27"826
13 - Lachlan Mineeff (Audi RS3 LMS) - Purple Sector - 28"637
14 - Bailey Sweeny (Hyundai i30 N) - HMO - 30"070
15 - Tony D’Alberto (Honda Civic TypeR) - Wall - 31"631
16 - Josh Buchan (Hyundai Elantra N) - HMO - 32"439
17 - Brad Harris (Honda Civic TypeR) - Wall - 37"287
18 - Ben Bargwanna (Peugeot 308) - Burson - 38"142
19 - Jimmy Clairet (Peugeot 308) - Forklifts - 39"777
20 - Iain McDougall (Audi RS3 LMS) - MPC - 43"666
21 - Will Harris (Honda Civic TypeR) - Wall - 53"785

Giro più veloce: Ma Qing Hua 1'37"042

Ritirati
Santiago Urrutia (Lynk & Co 03) - Cyan
Zac Soutar (Audi RS3 LMS) - Soutar

Non partiti
Kody Garland (Peugeot 308) - Valvoline

Sabato 4 novembre 2023, gara 2

1 - Will Brown (Audi RS3 LMS) - MPC - 17 giri
2 - Rob Huff (Audi RS3 LMS) - Comtoyou - 3"496
3 - Frédéric Vervisch (Audi RS3 LMS) - Comtoyou - 3"911
4 - Norbert Michelisz (Hyundai Elantra N) - BRC - 4"915
5 - Josh Buchan (Hyundai Elantra N) - HMO - 5"432
6 - Bailey Sweeny (Hyundai i30 N) - HMO - 7"482
7 - Tom Oliphant (Lynk & Co 03) - Autoglym - 8"044
8 - Aaron Cameron (Peugeot 308) - Valvoline - 8"195
9 - Yann Ehrlacher (Lynk & Co 03) - Cyan - 12"856
10 - Santiago Urrutia (Lynk & Co 03) - Cyan - 14"149
11 - Lachlan Mineeff (Audi RS3 LMS) - Purple Sector - 17"432
12 - Tony D’Alberto (Honda Civic TypeR) - Wall - 18"890
13 - Brad Harris (Honda Civic TypeR) - Wall - 19"898
14 - Jordan Cox (Peugeot 308) - Schaeffler - 21"008
15 - Will Harris (Honda Civic TypeR) - Wall - 23"022
16 - Jimmy Clairet (Peugeot 308) - Forklifts - 25"809
17 - Iain McDougall (Audi RS3 LMS) - MPC - 28"537
18 - Zac Soutar (Audi RS3 LMS) - Soutar - 35"443
19 - Mikel Azcona (Hyundai Elantra N) - BRC - 1 giro

Giro più veloce: Josh Buchan 1'36"098

Ritirati
Ben Bargwanna (Peugeot 308) - Burson
Thed Björk (Lynk & Co 03) - Cyan
Ma Qing Hua (Lynk & Co 03) - Cyan
Néstor Girolami (Honda Civic TypeR) - Wall

Non partiti
Kody Garland (Peugeot 308) - Valvoline

Sabato 4 novembre 2023, gara 3

1 - Rob Huff (Audi RS3 LMS) - Comtoyou - 17 giri
2 - Norbert Michelisz (Hyundai Elantra N) - BRC - 4"331
3 - Will Brown (Audi RS3 LMS) - MPC - 7"329
4 - Frédéric Vervisch (Audi RS3 LMS) - Comtoyou - 9"438
5 - Josh Buchan (Hyundai Elantra N) - HMO - 12"972
6 - Mikel Azcona (Hyundai Elantra N) - BRC - 24"961
7 - Yann Ehrlacher (Lynk & Co 03) - Cyan - 25"191
8 - Néstor Girolami (Honda Civic TypeR) - Wall - 25"930
9 - Ma Qing Hua (Lynk & Co 03) - Cyan - 25"971
10 - Tony D’Alberto (Honda Civic TypeR) - Wall - 26"066
11 - Bailey Sweeny (Hyundai i30 N) - HMO - 26"205
12 - Santiago Urrutia (Lynk & Co 03) - Cyan - 26"634
13 - Tom Oliphant (Lynk & Co 03) - Autoglym - 26"902
14 - Lachlan Mineeff (Audi RS3 LMS) - Purple Sector - 27"304
15 - Thed Björk (Lynk & Co 03) - Cyan - 28"942
16 - Jordan Cox (Peugeot 308) - Schaeffler - 33"241
17 - Zac Soutar (Audi RS3 LMS) - Soutar - 33"650
18 - Aaron Cameron (Peugeot 308) - Valvoline - 34"063
19 - Brad Harris (Honda Civic TypeR) - Wall - 34"779
20 - Jimmy Clairet (Peugeot 308) - Forklifts - 35"275
21 - Iain McDougall (Audi RS3 LMS) - MPC - 54"513
22 - Will Harris (Honda Civic TypeR) - Wall - 1'21"937

Giro più veloce: Mikel Azcona 1'36"027

Ritirati
Ben Bargwanna (Peugeot 308) - Burson

Non partiti
Kody Garland (Peugeot 308) - Valvoline

Il campionato
1.Michelisz 327 punti; 2.Huff 326; 3.Ehrlacher 306; 4.Azcona 289; 5.Vervish 257; 6.Girolami 240; 7.Ma 218; 8.Björk 217; 9.Urrutia 194; 10.Brown 92.