28 Mar [9:46]

Melbourne - Gara
Button ritorna alla vittoria

Share On Facebook Share On Twitter Share On Linkedin Share On Mail Share On Google+
La cronaca
Dalla pit-lane partiranno Glock e Di Grassi con le Virgin. La Lotus di Trulli è smontata e non si sa se l'italiano partirà. Mentre le monoposto sono sullo schieramento di partenza, inizia a piovere. Tutti i piloti montano gomme intermedie. Trulli non parte. Primo giro caotico. Vettel scatta bene, Alonso parte male, Massa balza al secondo posto. Alonso alla prima variante chiude Button, che lo urta. La Ferrari dello spagnolo si gira e colpisce Schumacher che danneggia l'ala anteriore mentre Hamilton taglia la variante passando sull'erba. Alla curva 6, Kobayashi arriva senza ala anteriore, sbatte contro il muro laterale e senza controllo centra in pieno Hulkenberg che stava percorrendo la curva. Fuori pista anche Buemi. Safety-car. Schumacher ai box per sostituire l'ala.

La situazione: Vettel, Massa, Webber, Kubica, Rosberg, Button, Hamilton, Sutil, Barrichello, Petrov, De La Rosa, Liuzzi, Alguersuari.
Al 4° giro la corsa riprende. Kubica attacca Webber, ma l'australiano respinge il polacco. Alonso e Schumacher recuperano posizioni. Al 5° giro, Webber supera Massa. Button va ai box per montare le slick, ma alla prima curva va dritto. I suoi tempi sono comunque bassi. 8° giro: pit-lane intasata perché tutti, o quasi, i piloti montano le gomme slick. 9° giro: ai box anche Vettel, non si è fermato Webber, che conduce la corsa davanti a Sutil. Petrov si insabbia, era 14°. Al 10° giro, Webber si ferma per cambiare le gomme, ma lo fa troppo tardi e rientra in quinta posizione, subito passato poi anche da Massa.

Si è ritirato Senna per un problema idraulico che gli impediva di cambiare. 11° giro: Vettel, Button, Kubica, Rosberg, Massa, Webber, Hamilton, Barrichello, De La Rosa, Alonso, Liuzzi, Alguersuari, Schumacher Kovalainen, Glock, Chandhok, Di Grassi. Sutil si ritira. Sono out dopo soli 11 giri Trulli, Kobayashi, Hulkenberg, Buemi, Senna, Petrov, Sutil. Al 13° giro Alonso supera De La Rosa ed ora è nono. Vettel ha 2"4 su Button, 5"4 su Kubica, 6"5 su Rosberg, 9"6 su Massa, 10"8 su Webber, 11"7 su Hamilton. Alonso ha la meglio anche su Barrichello. Numeri al giro 15: Webber supera Massa alla prima curva, il brasiliano arriva leggermente lungo e anche Hamilton ne approfitta.

Hamilton non perde tempo e va all'attacco di Webber all'esterno della terza curva, l'australiano allunga la frenata ma perde la linea ideale e costringe Hamilton a frenare. Massa li ripassa entrambi. Chandhok perde la frenata alla prima variante e la taglia. 17° giro: Vettel, Button a 3"9, Kubica a 7"1, Rosberg a 9"3, Massa, Hamilton, Alonso, Webber, Barrichello, De La Rosa, Liuzzi, Alguersuari, Schumacher, Kovalainen, Glock, Chandhok, Di Grassi. 21° giro: Massa svirgola nella penultima curva, Hamilton gli prende la scia sul rettifilo di arrivo e lo infila alla prima curva, ma ha leggermente colpito con l'ala anteriore sinistra la gomma posteriore della Ferrari.. Massa tenta la replica, ma non vi riesce alla successiva staccata, Alonso è incollato al brasiliano, ma va sul bagnato, non riesce a dare gas subito e Webber lo supera di slancio.

Liuzzi scavalca De La Rosa per la decima piazza. Hamilton è velocissimo e raggiunge Rosberg, quarto. Al 25° giro, Hamilton compie un prodigioso sorpasso a Rosberg. Una tornata dopo, il colpo di scena: Vettel finisce nella ghiaia. Il tedesco dirà poi che ha sentito una forte vibrazione alla ruota anteriore destra. Al comando della corsa è quindi Button con 3" di vantaggio su Kubica, 6"2 su Hamilton, poi vicinissimi Rosberg, Massa, Webber, Alonso. Più staccato Barrichello a 22", Liuzzi a 33"5 con De La Rosa vicino. Webber sorprende Massa e si prende il quinto posto. Hamilton è una furia e gira 2"5 più rapido di Kubica, che raggiunge rapidamente. Duello tra Massa e Alonso nella fase di doppiaggio di Kovalainen.

Ai box Di Grassi per un problema tecnico. Kubica resiste stoicamente a Hamilton. Ne trae vantaggio Button che al 30° giro ha 5"8 sulla coppia Kubica-Hamilton. Schumacher monta nuove slick, imitato da Webber, Rosberg e Hamilton che si arrende alla fantastica resistenza di Kubica. Al 35° giro, Button ha un vantaggio di 11"1 su Kubica e 14"6 su Massa. Duello Hamilton-Webber per un errore dell'inglese, che poi recupera e allunga sull australiano. Hamilton vola con 1'28"754, miglior giro del GP. Button sembra un orologio e segna tempi sempre molto simili sull'1'30"3. Hamilton, quinto, è a 17"5 da Alonso ed è più rapido dello spagnolo di 1"5 al giro. Le due Ferrari, Button e Kubica, che precedono Hamilton, non hanno fatto il cambio gomme.

40° giro. Kubica vede avvicinarsi Massa e Alonso. 44° giro: Glock, 14° e vicino a Kovalainen, si ritira ai box. Webber realizza il miglior tempo assoluto in 1'28"483. Hamilton e Webber continuano a recuperare terreno sulle due Ferrari e sono più veloci di 1"8. Webber abbassa il limite: 1'28"358. Davanti Button prosegue imperterrito e riesce anche a migliorare i propri tempi benché abbia deciso di non sostituire gli pneumatici. Button ha 16"5 di vantaggio su Kubica. Al giro 48, Hamilton e Webber hanno raggiunto Alonso. Lo spagnolo della Ferrari riesce a bloccare i rivali per due giri. Barrichello supera De La Rosa ed è nono. La Sauber del catalano ha qualche problema e si ritrova con Alguersuari e Schumacher in scia.

Al 52° giro, Schumacher supera Alguersuari per l'11° posto. Hamilton al 56° giro attacca deciso Alonso all'esterno, il ferrarista resiste e Webber tampona clamorosamente la McLaren dell'inglese. De La Rosa viene superato da Schumacher e Alguersuari. Hamilton riprende la gara in sesta posizione, Webber si ferma ai box per cambiare il musetto. Ultimo giro, vince Button davanti a Kubica, Massa, Alonso, Rosberg, Hamilton, Liuzzi, Barrichello, Webber, Schumacher. Questa la top ten. Poi, Alguersuari, De La Rosa, Kovalainen e Chandhok, che porta al traguardo la Dallara del team Hispania.

Massimo Costa

Nella foto, Jenson Button (Photo 4)

Domenica 28 marzo 2010, gara

1 - Jenson Button (McLaren MP4/25-Mercedes) - 58 giri 1.33'36"531
2 - Robert Kubica (Renault R30) - 12"034
3 - Felipe Massa (Ferrari F10) - 14"488
4 - Fernando Alonso (Ferrari F10) - 16"304
5 - Nico Rosberg (Mercedes MGP W01) - 16"683
6 - Lewis Hamilton (McLaren MP4/25-Mercedes) - 29"898.
7 - Vitantonio Liuzzi (Force India VJM03-Mercedes) - 59"847
8 - Rubens Barrichello (Williams FW32-Cosworth) - 1'00"536
9 - Mark Webber (Red Bull RB6-Renault) - 1'07"319
10 - Michael Schumacher (Mercedes MGP W01) - 1'09"391
11 - Jaime Alguersuari (Toro Rosso STR5-Ferrari) - 1'11"301
12 - Pedro De La Rosa (Sauber C29-Ferrari) - 1'14"084.
13 - Heikki Kovalainen (Lotus T127-Cosworth) - 2 giri
14 - Karun Chandhok (HRT Dallara F110-Cosworth) - 4 giri

Giro più veloce: Mark Webber 1'28"358

Ritirati
41° giro - Timo Glock
26° giro - Sebastian Vettel
25° giro - Lucas Di Grassi
12° giro - Adrian Sutil.
10° giro - Vitaly Petrov
5° giro - Bruno Senna
1° giro - Sebastien Buemi
1° giro - Nico Hulkenberg
1° giro - Kamui Kobayashi

Non partito
Jarno Trulli

Il campionato piloti
1.Alonso 37; 2.Massa 33; 3.Button 31; 4.Hamilton 23; 5.Rosberg 20; 6.Kubica 18; 7.Vettel 12; 8.Schumacher 9; 9.Liuzzi 8; 10.Webber 6; 11.Barrichello 5.

Il campionato costruttori
1.Ferrari 70; 2.McLaren-Mercedes 54; 3.Mercedes 29; 4.Red Bull-Renault, Renault 18; 6.Force India-Mercedes 8; 7.Williams-Cosworth 7.

Scarica
il magazine

Il magazine di ItaliaRacing ora disponibile anche per iPad, iPhone, Android

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone