formula 1

Dosare le risorse fra 2021 e 2022:
il dilemma di Red Bull e Mercedes

Da un lato c'è da preparare la rivoluzione tecnica 2022, ormai dietro l'angolo, dall'altro c'è il presente, c...

Leggi »
formula 1

Primo GP di casa per l'Alpine,
che deve crescere sul passo-gara

Si avvicina il Gran Premio di Francia, quello di casa per l'Alpine, il marchio scelto dal gruppo Renault per identificare...

Leggi »
indycar

Detroit - Gara 2
Vittoria-spettacolo di O'Ward

Successo e leadership del campionato di un punto per Pato O’Ward nel secondo appuntamento del fine settimana IndyCar a Detroi...

Leggi »
World Endurance

Portimao - Gara
Doppietta per Toyota, Jota e Ferrari

Michele Montesano Non poteva esserci miglior modo per festeggiare la 100ª gara fra i prototipi nel Mondiale Endurance per la...

Leggi »
indycar

Detroit 1 - Gara
Prima vittoria di Ericsson

Marcus Ericsson ha conquistato a Detroit la sua prima vittoria in IndyCar per il team Ganassi. Il pilota svedese, che si è tr...

Leggi »
indycar

Bandiera rossa a Detroit
Brutto incidente per Felix Rosenqvist

Brutto incidente per Felix Rosenqvist nella prima gara del weekend IndyCar di Detroit. Il pilota svedese è finito dritto nell...

Leggi »
17 Nov [15:26]

Yas Marina - 3° giorno finale
Vergne star, Bird 'frega' Bianchi

Massimo Costa

Si è conclusa l'intensa tre giorni di prove riservate ai rookie. Jean-Eric Vergne esce a testa alta dal circuito di Yas Marina, forte del miglior tempo assoluto ottenuto nel quinto turno di questa mattina: 1'38"917. Il francese della Red Bull-Renault è stato l'unico a saltare l'asticella dell'1'40". Poteva anche tentare di fare meglio Vergne se un problema tecnico non lo avesse fermato: "Siamo rimasti molto impressionati da Jean Eric. Non aveva mai guidato la nostra monoposto e in tre giorni ha mostrato un progresso notevole non commettendo mai un errore", ha spiegato il capo ingegnere Ian Morgan.

Il secondo posto odierno è andato a Sam Bird che finalmente si è espresso sui livelli che ci si attendeva. L'inglese della Mercedes ha ottenuto il crono di 1'40"897 quando ha potuto impiegare gomme soft: "Il test è stato un'importante occasione per creare una base di partenza per il 2012 e Sam ci è stato molto di aiuto nella valutazione di vari elementi, dalle gomme a novità tecniche", ha detto Ross Brawn, team principal.

Jules Bianchi è risultato terzo. Ha lavorato in mattinata su diverse regolazioni della monoposto e su alcune misurazioni aerodinamiche mentre nel pomeriggio si è dedicato alla valutazione delle gomme sperimentali Pirelli sulla lunga distanza. Al termine della giornata Jules ha completato 106 giri, il più veloce nel tempo di 1'41"347.
“Sono stati tre giorni di prove molto intensi, per me e per la squadra. Sono soddisfatto del lavoro svolto perché abbiamo potuto fare praticamente tutto quello che era in programma per questo test. In particolare, oggi abbiamo effettuato alcuni long run per verificare il comportamento sulla distanza degli pneumatici Pirelli. In questi tre giorni ho usato soltanto la mescola soft perché era quella migliore per permettere alla squadra di svolgere nella maniera giusta il lavoro in pista.”

Quarta prestazione per Oliver Turvey con la McLaren-Mercedes che ha completato il lavoro aerodinamico e meccanico rivolto al 2012. Giornata molto positiva per Max Chilton che ha concluso quinto con la Force India-Mercedes: "Nel pomeriggio ho svolto alcuni long run e nel finale ho potuto montare gomme soft per tentare di fare un tempo interessante, ma a metà del giro è uscita una bandiera rossa. È stata una bella esperienza e spero di poter lavorare ancora con la Force India", ha dichiarato Max Chilton.

Sesta piazza per la Sauber-Ferrari di Esteban Gutierrez; il messicano si è girato nel finale portando la bandiera rossa: "In mattinata ci siamo concentrati su un lavoro di misurazioni aerodinamiche per il 2012, poi abbiamo cercato il miglior set-up possibile con le gomme del prossimo anno. Nel pomeriggio invece, abbiamo lavorato in vista del GP del Brasile di fine mese", ha detto l'ingegnere Giampaolo Dall'Ara.

Notevole la progressione nei tempi di Mirko Bortolotti. Con la Williams-Cosworth, dopo una prima presa di contatto avvenuta nel corso della mattinata, il campione della F.2 ha potuto spingere a fondo togliendo tre secondi e fermandosi sul crono di 1'43"277.
Due piloti per la Toro Rosso-Ferrari. Dopo Stefano Coletti che ha girato nel mattino, è stata la volta di Kevin Ceccon che ha realizzato il settimo tempo facendo un bel balzo in avanti rispetto al crono ottenuto ieri e chiudendo ottavo. A seguire, Alexander Rossi, molto convincente con la Lotus-Renault, poi Jan Charouz con la Renault e Nathanael Berthon con la Hispania-Cosworth. Chiude la lista Robert Wickens, con la Virgin-Cosworth, a un solo decimo da Berthon.

Nella foto, Kevin Ceccon (Photo 4)

Giovedì 17 novembre 2011, 3° giorno finale

1 - Jean Eric Vergne (Red Bull RB7-Renault) - 1'38"917 - 46 giri
2 - Sam Bird (Mercedes MGP W02) - 1'40"897 - 104
3 - Jules Bianchi (Ferrari 150) - 1'41"347 - 106
4 - Oliver Turvey (McLaren MP4/26-Mercedes) - 1'41"513 - 89
5 - Max Chilton (Force India VJM04-Mercedes) - 1'41"575 - 79
6 - Esteban Gutierrez (Sauber C30-Ferrari) - 1'42"049 - 77
7 - Mirko Bortolotti (Williams FW33-Cosworth) - 1'43"277 - 74
8 - Kevin Ceccon (Toro Rosso STR6-Ferrari) - 1'43"686 - 35
9 - Alexander Rossi (Lotus T129-Renault) - 1'44"283 - 74
10 - Jan Charouz (Renault R31) - 1'44"470 - 82
11 - Stefano Coletti (Toro Rosso STR6-Ferrari) - 1'44"545 - 48
12 - Nathanael Berthon (Hispania F111-Cosworth) - 1'45"839 - 51
13 - Robert Wickens (Virgin VR02-Cosworth) - 1'45"934 - 34
14 - Charles Pic (Virgin VR02-Cosworth) - 1'46"348 - 49

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone