formula 1

Talentuoso ma impaziente:
a Tsunoda serve un mini reset

La vita da rookie non è sempre rose e fiori. Lo sta scoprendo anche Yuki Tsunoda, il cui cammino in Formula 1 era cominciato ...

Leggi »
formula 1

In un libro la bella storia di
De Villota, pioniere spagnolo in F1

Alla vigilia del GP di Spagna, è stata presentata a Madrid la biografia di Emilio de Villota, il primo spagnolo a correre nel...

Leggi »
FIA Formula 3

Test a Jerez - 3° turno
Sempre Trident, ma con Novalak

C'è sempre una monoposto del team Trident ad occupare la prima posizione nei test collettivi che la F3 sta svolgendo a Je...

Leggi »
FIA Formula 3

Test a Jerez - 2° turno
Doohan si conferma leader

Anche il secondo turno dei test F3 a Jerez ha visto prevalere Jack Doohan del team Trident. L'australiano, pilota Junior ...

Leggi »
F4 Italia

37 piloti e un calendario di livello:
la Formula 4 Italia 2021 è pronta al via

Scatterà da Le Castellet l'ottava stagione della Formula 4 Italia, il campionato che nel 2014 aveva inaugurato il nuovo r...

Leggi »
FIA Formula 3

Test a Jerez - 1° turno
Doppietta Trident con Doohan-Novalak

Da Montmelò a Jerez, la Formula 3 si è trasferita dalla Catalogna all'Andalusia recuperando le due giornate di test che a...

Leggi »
27 Giu [13:21]

Norisring - Gara 1
Leclerc in SC, Giovinazzi 2°

Dal Norisring - Massimo Costa

Una gara strana, condizionata dalla pioggia e dalla safety-car, ha segnato la vittoria di Charles Leclerc davanti ad Antonio Giovinazzi. La partenza è stata data dopo 5 giri effettuati dietro la SC e Leclerc al comando del gruppo ha gestito bene la prima staccata prendendo subito un discreto vantaggio su Maximilian Gunther. Il tedesco del team Mucke ha presto ceduto la posizione ad Alexander Albon. L'inglese della Signature sembrava avere un ottimo passo ed ha avvicinato non poco Leclerc, ma al 12° giro è arrivato lungo alla staccata del tornante lasciando il monegasco del team Van Amersfoort in tranquillità.

Poco prima, Alessio Lorandi, nono, ha commesso lo stesso errore di Albon, ma ha perso diverso tempo nel mettere la retromarcia scendendo al diciannovesimo posto. La corsa è proseguita con Leclerc leader davanti a Gunther, Felix Rosenqvist e Giovinazzi, bravo nel liberarsi velocemente di Dorian Boccolacci e Markus Pommer. E proprio l'italiano ha dato spettacolo superando al 15° giro anche lo svedese della Prema e al 16° passaggio Gunther al termine di un bel duello con incrocio di traiettorie. A quel punto, Giovinazzi (Carlin) aveva 8" da recuperare su Leclerc, ma al 18° giro si è verificato un doppio incidente verso la staccata del tornante.

Jake Dennis ha colpito il doppiato Arjun Maini (un po' tutti si sono lamentati dei piloti lenti e doppiati che non "ascoltavano" le bandiere blu) dovendosi ritirare e nello stesso momento Santino Ferrucci ha centrato con la gomma anteriore destra Matthew Solomon. È così intervenuta la safety-car, ma è entrata nel momento sbagliato, perdendosi il leader Leclerc. L'Audi civetta ha rallentato in maniera poco consona e Giovinazzi si è trovato davanti un ostacolo praticamente fermo: "Mi sono preso paura, non me l'aspettavo la safety-car praticamente immobile davanti a me e non davanti a Leclerc che mi precedeva. Ho sterzato a destra controsterzando e ho centrato in pieno parte dell'ala anteriore e della bandella laterale di Dennis staccatatisi in un incidente e che si è incastrata sotto la mia ala".

Anche Leclerc non capiva dove fosse la safety-car: "Non la vedevo davanti a me e chiedevo via radio al team come mi dovevo comportare, dove fosse finita... Mi hanno quindi detto di proseguire e di raggiungerla il giro seguente". La safety-car è rimasta in pista a lungo per permettere ai commissari di pista di togliere i numerosi detriti (colpiti anche da George Russell e Lorandi) e di mettere in zona di sicurezza le monoposto incidentate. Il direttore di gara ha poi consultato via radio i team per sentire anche il loro parere e al proposito René Rosin della Prema ha spiegato: "La situazione in pista era pericolosa, pioveva costantemente e gli spruzzi sollevati rendevano la visibilità precaria".

È quindi stato deciso di mantenere congelata la corsa ancora qualche giro, poi quando tutto sembrava pronto, mancava veramente poco al limite massimo consentito per una gara di F.3, 35', e quindi la safety-car è rimasta in pista fino alla bandiera a scacchi. 30 i giri percorsi anziché i 42 in programma. Forse un eccesso di sicurezza tenere la SC attiva così tanto perché abbiamo visto gare con pioggia ben maggiore nel FIA F.3, ma essendo la prima corsa del weekend vogliamo pensare che da parte dei team principal vi sia stato un... senso di conservazione delle proprie vetture.

In regime di safety-car, tutti gli occhi sono stati per Giovinazzi che lottava per staccare l'ala di Dennis dalla sua vettura. Il pugliese temeva di venire richiamato ai box, come accaduto a Spa quando la sua ala toccava terra, con bandiera nero-arancio. Giovinazzi sterzava vigorosamente, puntava i cordoli e alla fine è riuscito a spezzare l'intruso con successo. Da segnalare un testacoda di Pietro Fittipaldi in regime di SC, Michele Beretta centrato da Sergio Camara al tornante al 9° giro e Mahaveer Raghunathan spinto in testacoda al tornante dopo il via da Fabian Schiller.

Sabato 27 giugno 2015, gara 1

1 - Charles Leclerc (Dallara-VW) - Van Amersfoort - 30 giri 35'41"741
2 - Antonio Giovinazzi (Dallara-VW) - Carlin - 0"769
3 - Felix Rosenqvist (Dallara-Mercedes) - Prema - 5"703
4 - Maximilian Gunther (Dallara-Mercedes) - Mucke - 6"410
5 - Alexander Albon (Dallara-VW) - Signature - 7"526
6 - Dorian Boccolacci (Dallara-VW) - Signature - 7"998
7 - Gustavo Menezes (Dallara-VW) - Carlin - 9"369
8 - Lance Stroll (Dallara-Mercedes) - Prema - 9"864
9 - Markus Pommer (Dallara-VW) - Motopark - 11"196
10 - George Russell (Dallara-VW) - Carlin - 12"734
11 - Callum Ilott (Dallara-VW) - Carlin - 13"199
12 - Mikkel Jensen (Dallara-Mercedes) - Mucke - 14"493
13 - Ryan Tveter (Dallara-VW) - Carlin - 15"350
14 - Tatiana Calderon (Dallara-VW) - Carlin - 16"603
15 - Sergio Camara (Dallara-VW) - Motopark - 16"955
16 - Sam MacLeod (Dallara-VW) - Motopark - 17"413
17 - Alessio Lorandi (Dallara-VW) - Van Amersfoort - 17"546
18 - Julio Moreno (Dallara-NBE) - T Sport - 20"150
19 - Pietro Fittipaldi (Dallara-Mercedes) - Fortec - 20"311
20 - Brandon Maisano (Dallara-Mercedes) - Prema - 1 giro
21 - Kang Ling (Dallara-Mercedes) - Mucke - 1 giro
22 - Nicolas Pohler (Dallara-Mercedes) - Double R - 1 giro
23 - Matthew Rao (Dallara-Mercedes) - Fortec - 1 giro
24 - Nabil Jeffri (Dallara-VW) - Motopark - 1 giro
25 - Mahaveer Raghunathan (Dallara-VW) - Motopark - 2 giri
26 - Fabian Schiller (Dallara-Mercedes) - West Tec - 2 giri

Giro più veloce: Alexander Albon 56"743

Ritirati
17° giro - Jake Dennis
17° giro - Santino Ferrucci
16° giro - Matthew Solomon
13° giro - Raoul Hyman
12° giro - Arjun Maini
10° giro - Michele Beretta

Il campionato
1.Leclerc 242,5; 2.Rosenqvist 203; 3.Giovinazzi 202; 4.Dennis 189; 5.Russell 92; 6.Gunther 86,5; 7.Albon 77; 8.Jensen 59,5; 9.Stroll 56; 10.Ferrucci, Maisano 50; 12.Menezes 41; 13.Pommer 30; 14.Ilott 26; 15.Maini 23; 16.Lorandi 22; 17.Boccolacci 18; 18.Fittipaldi 16; 19.Camara 15; 20.Hyman 12,5.

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone