formula 1

Vettel erede di Marko
nel team Red Bull?

L'idea lanciata da Helmut Marko è certamente suggestiva: Sebastian Vettel suo erede all'interno del team Red Bull. Al...

Leggi »
formula 1

Finalmente sono arrivate le
finte dimissioni di Binotto

Sono giorni non facili per il presidente della Ferrari John Elkann che ha appena licenziato il team principal Mattia Binotto,...

Leggi »
FIA Formula 2

PHM si unisce a Charouz per i
campionati di Formula 2 e Formula 3

La notizia era nell’aria ormai da qualche mese. Il team PHM, che nel 2022 ha rilevato la struttura di Formula 4 di Mucke per ...

Leggi »
Rally

Extreme E a Punta del Este
Loeb-Gutierrez, rimonta da campioni

Michele Montesano Finale vietato ai deboli di cuore quello andato in scena a Punta del Este. Il Team X44 di Lewis Hamilton ...

Leggi »
wtcr

Jeddah - Gara 2
Magnus vince e chiude un capitolo

Michele Montesano Tagliando per primo il traguardo del tracciato cittadino di Jeddah, Gilles Magnus ha vinto l’ultima manche...

Leggi »
wtcr

Jeddah - Gara 1
Berthon mette la seconda

Michele Montesano Successo mai messo in discussione quello conquistato da Nathanaël Berthon a Jeddah. Scattato dalla pole di...

Leggi »
6 Ago [1:19]

ANTEPRIMA
Vandoorne con McLaren nel 2016
L'annuncio al GP del Belgio

Massimo Costa

Due settimane e il futuro di Stoffel Vandoorne sarà definito. Il belga leader del campionato GP2 e parte del programma Junior McLaren, secondo indiscrezioni raccolte da Italiaracing, in occasione del GP del Belgio del 23 agosto dovrebbe essere annunciato dal team di Ron Dennis come il compagno di Fernando Alonso per il campionato del mondo di F.1 2016. 23 anni, nativo di Kortrijk, Belgio, l'occasione del Gran Premio di casa a Spa sarà il momento cruciale per la carriera di Vandoorne. Dal prossimo anno sostituirà Jenson Button ed ha superato di slancio la candidatura del povero Kevin Magnussen, sacrificato lo scorso inverno proprio per l'esperto pilota inglese che a sua volta viene già messo da parte. Idee non molto chiare dalle parti di Woking. Per un giovane di grande talento malamente gestito, Magnussen appunto, eccone un altro che ci auguriamo venga meglio utilizzato da Dennis e compagnia.

Vandoorne, sempre sostenuto dalla Federazione belga, ha debuttato in monoposto nel 2010 e subito ha vinto la francese Formula Academy. Nel 2011 è salito nella F.Renault 2.0 partecipando col team di casa KTR alla Eurocup e al NEC, concludendo i campionati rispettivamente al quinto e al terzo posto. Nel 2012, passato al team tedesco Kaufmann, ha vinto la Eurocup Renault all'ultimissima gara battendo Daniil Kvyat (quattro vittorie e sei pole il suo bottino) mentre ha partecipato solo a qualche gara del Renault NEC.

Nel 2013 l'ingresso nel programma Junior McLaren e il grande salto in World Series Renault 3.5 con la Fortec. Un avvio subito dirompente che lo ha portato a lottare per il titolo contro il suo compagno di colori nella Academy McLaren, Magnussen, che vincerà il titolo. Vandoorne con il secondo posto al primo anno in Renault 3.5 (quattro vittorie), nel 2014 avrebbe dovuto ripetere il campionato per puntare al titolo, invece le cose sono cambiate e si è guadagnato il passaggio in GP2 con la ART.

Il belga, dopo un avvio in salita anche per alcuni errori strategici del team, ha poi iniziato a macinare punti e successi (quattro) fino a concludere secondo in campionato alle spalle di Jolyon Palmer e finendo per smentire clamorosamente la curiosa convinzione degli addetti ai lavori del paddock che al debutto in GP2 fosse impossibile essere protagonisti (ma quando c'è il talento tutto cambia...). Il resto è storia recente: Vandoorne è il grande dominatore della GP2 e la porta della F.1 non poteva non aprirsi. Resta ora da capire come verrà impiegato Magnussen, sempre che rimanga nel programma McLaren.

Photo 4

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone