formula 1

La F1 piange Tambay, da
tempo malato di Parkinson

Se ne è andato, in silenzio, Patrick Tambay. Da tempo il 73enne pilota francese nato il 25 giugno 1949 a Parigi, soffriva di ...

Leggi »
World Endurance

Villeneuve ha provato la Vanwall LMH
a Montmelò, obiettivo Le Mans 2023?

Michele Montesano La voglia di rimettersi costantemente in discussione non è mai mancata a Jacques Villeneuve. Dopo aver vi...

Leggi »
FIA Formula 3

Fornaroli nuovo pilota Trident
Nel 2022 miglior rookie Alpine

Leonardo Fornaroli è il secondo pilota italiano dopo Gabriele Minì che parteciperà al campionato di F3. Il 18enne piacentino ...

Leggi »
formula 1

I benefici economici del
GP di Imola? 274 milioni

Uno studio sulla ricaduta economica del Gran Premio di F1 svoltosi a Imola, ha sancito il successo della manifestazione per q...

Leggi »
dtm

L'ADAC salva il DTM
La mediazione di Berger

Il DTM è salvo. L'ADAC, Allgemeiner Deutscher Automobil Club, sarà il nuovo organizzatore e promotore della serie più fam...

Leggi »
dtm

ITR non organizzerà il DTM
Berger spera nell'ADAC

Il 6 novembre Italiaracing aveva riportato la difficoltà da parte di Gerhard Berger e della ITR nell'organizzare il campi...

Leggi »
22 Ago [15:05]

ADAC F4 al Lausitzring
Prema assente, dominio PHM

Mattia Tremolada

Fine settimana da sogno per PHM Racing al Lausitzring, sede del penultimo appuntamento dell’ADAC Formula 4. Assente il team Prema, che nelle prime quattro tappe aveva sempre portato al via cinque vetture, lo schieramento si è ridotto a 11 unità. Oltre alla squadra italiana, che mantiene comunque saldamente il comando delle classifiche piloti e team, anche Van Amersfoort ha disertato l’appuntamento, mentre ha fatto il proprio rientro US Racing, con l’esperto Kacper Sztuka affiancato dai rookie Zachary David e Ruiqi Liu.

Sfruttando l’assenza del leader di campionato Andrea Kimi Antonelli, Taylor Barnard, che già aveva chiuso tutte e tre le corse al Nürburgring davanti al rivale, ha accorciato ulteriormente le distanze in campionato, portandosi dai meno 102 punti che aveva alla vigilia del quinto appuntamento a soli 34 punti (virtualmente 42 una volta che i due scarti saranno applicati). Antonelli sarà quindi costretto a tornare in azione nel fine settimana finale, in programma nuovamente al Nürburgring (questa volta sulla configurazione Grand Prix) il fine settimana del 16 ottobre, ovvero tra i due appuntamenti finali della serie tricolore.



Barnard ha conquistato entrambe le pole position in palio nelle qualifiche di venerdì, ma al via di gara 1, disputata sotto la pioggia battente, è stato il compagno di squadra Nikita Bedrin a prendere la testa, approfittando della partenza a rilento dei due piloti in prima fila Barnard e Sztuka. Da quel momento il pilota russo ha allungato di forza, rifilando distacchi abissali ai propri rivali. Barnard ha rimediato quasi 15” di ritardo, mentre Rasmus Joutsimies oltre 30”.

Il pilota finlandese (che ha anche preso la vetta della classifica rookie) ha regalato al team Jenzer il primo podio stagionale al termine di un’intensa lotta per la terza posizione. Michael Sauter, con il piccolo team di famiglia, nelle prime battute ha scavalcato Joutsimies per salire sul podio virtuale, ma poche curve più tardi ha commesso un errore, finendo nella ghiaia e precipitando alle spalle anche del rimontante Sztuka. Sauter non si è dato per vinto ed ha scavalcato entrambi per poi gettare nuovamente tutto al vento con un altro lungo. A quel punto non ha potuto fare altro che accontentarsi del quinto posto alle spalle di Joutsimies e Sztuka.



In gara 2 Barnard ha mantenuto il comando, mentre alle sue spalle Bedrin e Sztuka hanno ingaggiato un bel duello per la piazza d’onore. A spuntarla nelle battute conclusive è stato il pilota polacco, che con US Racing ha spezzato il dominio di PHM, che ha portato ben quattro monoposto in top-5, con Valentin Kluss che ha avuto la meglio di Jonas Ried e di Joutsimies.

Barnard ha concesso la replica nella terza manche, coronando con la quarta vittoria in campionato una bella rimonta dall’ottava piazza. Il pilota britannico è stato più bravo di Bedrin a destreggiarsi nel traffico dei primi giri, ma con pista libera i valori si sono ribaltati e il pilota russo negli ultimi due passaggi è andato all’attacco del compagno di squadra. Barnard l’ha spuntata al fotofinish per soli due decimi, mentre ancora più serrata è stata la lotta per il terzo posto, con Kluss che ha beffato per soli tre millesimi Joutsimies. Il 15enne tedesco ha conquistato il primo podio in carriera, riscattandosi dopo i problemi al cambio che lo avevano messo ko in gara 1.

Sabato 20 agosto 2022, gara 1

1 - Nikita Bedrin - PHM - 17 giri in 28’08”280
2 - Taylor Barnard - PHM - 14”419
3 - Rasmus Joutsimies - Jenzer - 33”460
4 - Kacper Sztuka - US Racing - 35”047
5 - Michael Sauter - Sauter - 41”229
6 - Zachary David - US Racing - 1’11”877
7 - Jonas Ried - PHM - 1’27”668
8 - Samir Ben - Jenzer - 1’29”916
9 - Nandhavud Bhirombhakdi - Jenzer - 1’44”584
10 - Ruiqi Liu - US Racing - 1’44”672

Ritirato
Valentin Kluss

Domenica 21 agosto 2022, gara 2

1 - Taylor Barnard - PHM - 20 giri in 30’02”918
2 - Kacper Sztuka - US Racing - 4”458
3 - Nikita Bedrin - PHM - 5”746
4 - Valentin Kluss - PHM - 9”761
5 - Jonas Ried - PHM - 10”877
6 - Rasmus Joutsimies - Jenzer - 15”460
7 - Nandhavud Bhirombhakdi - Jenzer - 15”649
8 - Zachary David - US Racing - 16”032
9 - Ruiqi Liu - US Racing - 22”188
10 - Samir Ben - Jenzer - 23”710

Ritirato
Michael Sauter

Domenica 21 agosto 2022, gara 3

1 - Taylor Barnard - PHM - 19 giri in 27’15”660
2 - Nikita Bedrin - PHM - 0”290
3 - Valentin Kluss - PHM - 5”760
4 - Rasmus Joutsimies - Jenzer - 5”763
5 - Zachary David - US Racing - 9”441
6 - Nandhavud Bhirombhakdi - Jenzer - 11”956
7 - Jonas Ried - PHM - 13”422
8 - Kacper Sztuka - US Racing - 13”724
9 - Michael Sauter - Sauter - 13”998
10 - Ruiqi Liu - US Racing - 16”120
11 - Samir Ben - Jenzer - 30”111

Il campionato
1.Antonelli 253 punti; 2.Barnard 219; 3.Camara, Bedrin 155; 5.Laursen 129; 6.Wurz 111; 7.Wharton 104; 8.Joutsimies 77; 9.Sztuka 64; 10.Ried 62.

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone
gdlracinggdlhouse