formula 1

Ben Sulayem investigato per
l'esito del GP di Jeddah 2023

Non c'è che dire, se i risultati in pista dei Gran Premi di F1 sono quanto meno scontati per via del dominio Red Bull, il...

Leggi »
World Endurance

Il BoP un male inevitabile nel WEC
purché usato nella giusta maniera

Michele Montesano - XPB Images Come prevedibile, a conclusione della 1812 km del Qatar si è tornato a parlare di BoP. Al di ...

Leggi »
formula 1

McLaren sotto le aspettative
Attesi importanti sviluppi

Massimo Costa - XPB Images La stagione 2023 per la McLaren si era conclusa in maniera brillantissima, con una seconda parte d...

Leggi »
World Endurance

Peugeot: oltre il danno la beffa
Squalificati Vergne-Müller-Jensen

Michele Montesano Dalla gioia di un podio tanto inseguito e finalmente alla portata, all’amara delusione della squalifica. C...

Leggi »
formula 1

Jos Verstappen attacca Horner
e terremota il team Red Bull

Chi ci legge da anni, conosce il nostro pensiero su Jos Verstappen, padre del pilota Max Verstappen. Un personaggio sempre&nb...

Leggi »
World Endurance

Lusail – Gara: dominio Porsche
Tripletta in Hypercar, vittoria in LMGT3

Michele Montesano La stagione 2024 del FIA WEC è iniziata nel segno della Porsche. Sempre al vertice, fin dalle prime sessio...

Leggi »
7 Feb [15:22]

Alpine svela la A524
Nulla in comune con la A523

Da Enstone - Michele Montesano 


Archiviato un anno difficile, sia in pista sia in fabbrica, Alpine riparte con un rinnovato slancio per affrontare la stagione 2024 di Formula 1. Le speranze, oltre che nella squadra, sono quindi riposte sulla A524. Svelata proprio nella sede inglese del team, la monoposto è stata totalmente rivista sia sul lato aerodinamico che in quello meccanico rispetto la poco competitiva A523 che ha preso parte allo scorso campionato.


Reduce da un 2022 più che positivo, terminato in quarta posizione nella classifica riservata ai costruttori, Alpine la scorsa stagione è scivolata mestamente al sesto posto. Una monoposto poco efficace, sommato ad uno scarso rendimento in pista, hanno portato alla riorganizzazione all’interno del team. A farne le spese, a metà stagione, è stato proprio il muretto box con il licenziamento di Otmar Szafnauer, Pat Fry e Alan Permane, rispettivamente Team Principal, Direttore Tecnico e Direttore Sportivo dell’Alpine.

Il 2024 segna quindi un nuovo inizio e, nonostante un regolamento tecnico rimasto pressoché invariato rispetto l’anno scorso, si respira un cauto ottimismo all’interno della squadra francese. Matt Harman, Direttore Tecnico Alpine, ha confermato che durante la scorsa stagione si è dovuto scendere a compromessi tra la performance e l’affidabilità della vettura. Proprio per questo si è cercato di sfruttare il 2023 per testare soluzioni, più o meno visibili, ed effettuare prove comparative in preparazione della nuova A524.

Nonostante lo stringente limite del budget cap, i due reparti di Enstone e di Viry Châtillon, struttura quest'ultima che si occupa della Power Unit, sono riusciti a creare una monoposto che si discosta molto dalla precedente. Un approccio aggressivo che vede un nuovo muso, ora più lungo, e la zona centrale completamente rivista. Seppur confermate le sospensioni push rod, sia sull’asse anteriore che al posteriore, ora presentano un nuovo schema. Anche per questa stagione Alpine utilizzerà due livree azzurra e rosa, entrambe disegnate dall’artista Felipe Pantone, ma a predominare sulla monoposto è il nero carbonio.

Alpine sarà una squadra con una forte identità patriottica. Così come accaduto nel 1982 con la Renault di Alain Prost e René Arnoux, per la seconda stagione consecutiva il team transalpino potrà contare sui francesi Ocon e Gasly. Dopo aver ottenuto finora l’unico successo in Formula 1 dell’Alpine nel GP d’Ungheria 2021, Ocon lo scorso anno ha conquistato il terzo posto a Monaco, risultato poi bissato da Gasly nel GP d’Olanda a Zandvoort che è valso come primo podio dopo aver lasciato l’orbita Red Bull. Entrambi in scadenza di contratto, quest’anno saranno chiamati a meritarsi in pista la riconferma.