FIA Formula 2

La sfida tra Antonelli e Bearman
coinvolge anche Mercedes e Ferrari

Mancano pochissimi giorni all'avvio del campionato di Formula 2 e mai come quest'anno l'attesa è altissima dalle ...

Leggi »
World Endurance

Nuovi orari per il Prologo a Lusail
Tre le sessioni obbligatore per i team

Michele Montesano Il Prologo del FIA WEC in Qatar ha subito un’ulteriore modifica. Finalmente nella mattinata della domenic...

Leggi »
World Endurance

BoP per il Qatar: Toyota penalizzata
Nuovo sistema per gestire le LMGT3

Michele Montesano Con l’imminente avvio stagionale del FIA WEC, puntale si torna a parlare di Balance of Performance. Croce...

Leggi »
Formula E

E-Prix di Misano: rivisto il tracciato
per accogliere le monoposto elettriche

Michele Montesano Pur mantenendo una tappa in Italia, quest’anno la Formula E si trasferirà dal tracciato cittadino di Roma...

Leggi »
formula 1

Test a Sakhir – 3° giorno finale
Leclerc archivia l’ultima giornata

416 giri in totale, miglior tempo complessivo di tutte e tre le giornate di test in Bahrain (1’29”921) e primo posto al termi...

Leggi »
formula 1

Test a Sakhir – 3° giorno mattina
Sainz e Ferrari primi in classifica
Altra sospensione per un tombino

Sembra esserci un rapporto speciale tra la Formula 1 e i tombini. A mezz’ora dall’avvio, una griglia di drenaggio dell’acqua ...

Leggi »
21 Set [12:45]

Correa fuori dal coma
Corsa contro il tempo per le fratture

Arrivano delle notizie relativamente positive, considerata la situazione, sullo stato di salute di Juan Manuel Correa. Il pilota ecuadoriano, coinvolto nello spaventoso incidente in cui aveva perso la vita a Spa Anthoine Hubert, è stato tolto dalla macchina per l'ossigenazione extracorporea, ed è anche iniziata la fase di risveglio dal coma indotto, che durerà qualche giorno. Le condizioni di Correa sono ora "serie", un miglioramento rispetto all'indicazione precedente "critiche". La macchina ECMO ha aiutato i polmoni a recuperare dalla crisi respiratoria seguita all'incidente e dovuta alla decelerazione, ma il pilota è ancora considerato delicato e vulnerabile, e resta in terapia intensiva.

Ora, come ha spiegato la famiglia, inizia un'altra corsa contro il tempo, quella per recuperare gli arti inferiori, sui quali non si è ancora intervenuto, eccezion fatta per la prima emergenza. Non appena la condizione polmonare sarà sufficientemente buona, i medici effettueranno quello che viene definito un lungo e complesso intervento volto a minimizzare le possibilità di danni permanenti.