formula 1

Racing Point e Aston Martin:
sempre più unite con Stroll Sr

Jacopo Rubino - XPB Images

La trasformazione della Racing Point in Aston Martin per il 2021 non s...

Leggi »
Mondiale Rally

Cancellato il Safari
Si tornerà in Kenya nel 2021

Mattia Tremolada

Nonostante i messaggi rassicuranti degli organizzatori nelle scorse settimane, alla fine i...

Leggi »
dtm "DTM-ISH", un torneo virtuale<br />con i piloti della serie tedesca
23 Apr [14:12]

"DTM-ISH", un torneo virtuale
con i piloti della serie tedesca

Jacopo Rubino

Il DTM non ha ancora allestito la sua versione virtuale, in questo momento di blocco dovuto al Coronavirus, ma c'è chi ci ha pensato in anticipo: sulla piattaforma di iRacing è pronto a partire il torneo "DTM-ISH Lockdown Series", che non ha carattere ufficiale ma ha già raccolto l'adesione di vari piloti della categoria, di oggi e di ieri. La prima sfida è in programma sabato 25 aprile e verrà utilizzato il circuito di Zolder, lo stesso che avrebbe dovuto ospitare la tappa di apertura della stagione 2020.

Ideatore dell'iniziativa è l'ingegnere perugino Nicola Palarchi, direttore tecnico del Team Rosberg di cui è alfiere il campione in carica René Rast. Il tedesco dell'Audi, non a caso, capeggia l'elenco iscritti. Insieme a lui vedremo i compagni di marca Nico Muller, Mike Rockenfeller, Robin Frijns, mentre della pattuglia BMW ci saranno Lucas Auer e Sheldon van der Linde. Senza dimenticare freschi ex protagonisti come Gary Paffett (campione 2005 e 2018), Antonio Felix da Costa, Miguel Molina, Filipe Albuquerque e il nostro Edoardo Mortara.

"L'idea è di tenerci attivi in questa fase di stop e di tenere alta l'attenzione sul mondo del DTM, creando qualcosa per gli appassonati", ha spiegato Palarchi a Italiaracing. Nell'ambiente di iRacing non sono disponibili le auto DTM, per motivi di licenza, la scelta è così ricaduta sulla Cadillac CTS-V presente qualche anno fa nelle competizioni GT americane. Un modello dotato di propulsore V8 da 460 cavalli, tutto sommato non così distante dai bolidi Germania dello stesso periodo. Le livree saranno personalizzate.

Nella griglia spicca poi una vecchia gloria come Frank Biela, che conquistò il titolo nel 1991, prima di molti altri successi fra competizioni Turismo ed endurance, comprese cinque edizioni della 24 Ore di Le Mans. Ci sarà anche un altro italiano, Marco Bonanomi, oltre a Kelvin van der Linde (fratello di Sheldon), l'ex IndyCar Jack Hawksworth e Nyck De Vries, campione 2019 in F2 e oggi al via della Formula E con Mercedes. L'olandese, grazie Audi, ha avuto modo in passato di effettuare alcuni test con la RS5. Novità dell'ultim'ora è l'ingresso di Sophia Florsch, che darà un tocco rosa alla griglia.

Il format degli eventi sarà una "miniatura" di quelli reali, con due sessioni di qualifica da 8 minuti e due gare da 25 minuti.

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone