formula 1

La confusione di Binotto,
la signorilità di Vettel

Massimo Costa

E' una Ferrari sempre più incomprensibile quella che vediamo da un paio di a...

Leggi »
Mondiale Rally

Millener: "Inutile
provare in Finlandia"

Mattia Tremolada

Mentre Hyundai e Toyota sono già tornate in azione per una serie di test privati, M-Spo...

Leggi »
25 Gen [23:12]

Daytona - Dopo 3 ore
Mazda al top, Kobayashi sbaglia

Marco Cortesi

Dopo poco più di tre ore di gara alla 24 Ore di Daytona comanda ancora la Mazda partita in pole position con Oliver Jarvis e poi passata di mano a Tristan Nunez. La marcia della vettura prodotta da Riley-Multimatic è stata eccezionale, anche se la RT24-P ha dovuto subire la pressione di due Cadillac. La prima vettura by Dallara a mettersi all'inseguimento è stata quella dell'ActionExpress Racing con Felipe Nasr, ma il brasiliano ha perso terreno per via di un detrito che ha otturato la presa d'aria. Ora, Pipo Derani è in lotta per recuperare la top-5.

La seconda contendente è stata un'altra Cadillac-Dallara, quella del team Taylor. Kamui Kobayashi è stato protagonista di uno stint eccezionale, e il team ha attuato al meglio un "overcut" passando entrambe le Acura e trovandosi al comando. Poco dopo la terza ora, il giapponese ha cercato di tenere dietro Nunez ma nulla ha potuto, inserendosi alle sue spalle. Poi, è stato penalizzato per un eccesso di velocità in pit-lane: Kobayashi, in uscita, ha inserito la seconda marcia, che bypassa il limitatore.

A metà della quarta ora, un contatto ha coinvolto la seconda Mazda di Harry Tincknell e l'Acura di Helio Castroneves, che ha riportato pesanti danni. Tincknell, che si è fiondato contro il rivale al bus-stop con una staccata impossibile, ha ricevuto un drive-through. Finora, nessuna safety-car è da riportare. Con poche vetture in pista, le situazioni "critiche" sono state limitate.

In GTLM comandano le Porsche, inseguite dalla Corvette di Jordan Taylor, anche se la BMW RLL numero 24, al momento guidata dall'australiano Chaz Mostert è in piena lotta a parità di rifornimenti. Problemi per la seconda Corvette, penalizzata da un problema al bocchettone del rifornimento.

In GTD, Dennis Olsen comanda con la Porsche Pfaff, dopo aver preso il volante dal poleman Zach Robichon. In LMP2, super-stint di Ben Keating per il team PR1-Mathiasen. L'Oreca numero 52 è ora nelle mani di Nick Boulle.

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone