Rally

Rovanperä festeggia il 1° titolo WRC
al Rallylegend fra una parata di stelle

Michele Montesano La ventesima edizione del Rallylegend vedrà le più grandi stelle del traverso dare spettacolo sulle strade...

Leggi »
formula 1

Suzuka - Libere 2
Piove sempre, Mercedes davanti

Piove sempre a Suzuka. Il secondo turno libero ha rispecchiato il meteo della prima sessione, ma ci sono stati alcuni cambiam...

Leggi »
formula 1

Atteso per sabato l'annuncio
Alpine dell'ingaggio di Gasly

E alla fine sarà Pierre Gasly il sostituto di Fernando Alonso nel team Alpine 2023. Tutto come era stato previsto nelle scors...

Leggi »
formula 1

Suzuka - Libere 1
Alonso comanda con la pioggia

Torna la F1 in Giappone e il primo impatto sulla bellissima pista di Suzuka, seconda soltanto a quella belga di Spa, è compli...

Leggi »
Rally

Hyundai e Solberg si separano
Quale sarà il futuro del team coreano?

Michele Montesano Cambio di rotta in casa Hyundai Motorsport nel WRC. Il team coreano ha deciso di non rinnovare il contrat...

Leggi »
formula 1

Il caso budget cap - Hamilton:
"Red Bull aveva sempre aggiornamenti..."

In attesa di conoscere l'esito della FIA riguardo la documentazione 2021 relativa al budget cap consegnata entro lo scors...

Leggi »
10 Set [8:42]

Fuji, qualifica
Doppietta casalinga per Toyota

Michele Montesano

Dimostrazione di forza da parte del Toyota Gazoo Racing Team nell’appuntamento di casa del FIA WEC. Il costruttore nipponico ha monopolizzato la prima fila del circuito del Fuji grazie a Kamui Kobayashi, autore della pole position con un crono di 1’29”234, seguito per soli 2 centesimi da Brendon Hartley. Fin dalle prove libere si è assistito al monologo dei piloti Toyota che poi si è ripetuto in qualifica con Kobayashi e Hartley a giocarsi la pole.

Terzo crono, a quasi due decimi dalla prima posizione, per l’Alpine di Matthieu Vaxiviere. L’ex LMP1 francese affronterà la 6 Ore del Fuji con circa 39 CV in meno dopo il successo di Monza. A chiudere lo schieramento delle LMH le due Peugeot 9X8 di Jean-Eric Vergne e Loïc Duval, rispettivamente a 7 e 9 decimi dalla pole di Kobayashi. La sensazione che Peugeot si sia nascosta è palpabile, poiché la vettura è stata alleggerita di 18 kg grazie al BoP. Inoltre il team francese, che mancava ufficialmente da 30 anni in una gara in Giappone, ha continuato lo sviluppo del suo prototipo dopo il debutto di Monza apportando anche alcune migliorie.



A siglare la pole in classe LMP2 è stato Antonio Felix da Costa (nella foto sopra). Il portoghese ha fermato il cronometro in 1’36”649 già nel suo primo tentativo portando l’Oreca del team Jota in cima alla graduatoria. Nicklas Nielsen, al volante dell’Oreca di AF Corse, è stato il più vicino. Seppur staccato di quasi 3 decimi dal portoghese, l’ufficiale Ferrari è riuscito a conquistare la pole in classe ProAm dell’LMP2. Seconda fila monopolizzata dal WRT con l’esperto Robin Frijns seguito da Ferdinand Habsburg. Top 5 completata dal prototipo del Vector Sport, portato in pista da Sebastien Bourdais, che ha preceduto le due Oreca di United Autosports di Felipe Albuquerque e Alex Lynn. Nono crono di classe, e quattordicesimo assoluto, per l’alfiere del team Prema Robert Kubica reduce dalla vittoria a Barcellona nella ELMS.



È andata alla Porsche 911 RSR di Michael Christensen la pole in LMGTE Pro (nella foto sopra). Il danese ha siglato già nel suo primo tentativo un crono di 1’36”371 rimasto imbattuto fino alla fine della sessione. Sono stati inutili i tentativi del campione in carica James Calado che ha fermato la sua Ferrari 488 GTE a meno di 2 decimi dal poleman. Leggermente più staccata l’altra Porsche ufficiale affidata al vincitore della 24 Ore di Le Mans Gianmaria Bruni. L’italiano ha preceduto per pochi centesimi l’altra Ferrari di Miguel Molina. Fanalino di coda di classe Pro Nick Tandy alle prese con una Corvette C8 R appesantita di 10 kg dopo la vittoria di Monza.

Terza pole stagionale in classe LMGTE Am per l’Aston Martin del TF sport. Ben Keating, autore di 1’39”209, ha battuto per soli 6 centesimi Sarah Bovy al volante della Ferrari griffata Iron Dames. Scatterà dalla terza piazzola la 488 GTE dello Spirit of Race guidata da Franck Dezoteux resosi protagonista di un pericoloso testacoda nelle ultime fasi delle qualifiche. A completare la seconda fila gli idoli locali del D’Station Racing grazie al quarto crono che porta la firma di Satoshi Hoshino. Solamente ottava la Ferrari AF Corse di Thomas Flohr. A chiudere lo schieramento Paul Dalla Lana che si è visto cancellare il tempo per non aver rispettato i track limits.

Sabato 10 settembre 2022, qualifiche

1 - Conway/Kobayashi/Lopez (Toyota GR010-Hybrid) - Toyota - 1'29"234
2 - Buemi/Hirakawa/Hartley (Toyota GR010-Hybrid) - Toyota - 1'29"254
3 - Negrão/Lapierre/Vaxiviere (Alpine A480-Gibson) - Alpine - 1'29"446
4 - Di Resta/Jensen/Vergne (Peugeot 9X8) - Peugeot - 1'30"000
5 - Duval/Menezes/Rossiter (Peugeot 9X8) - Peugeot - 1'30"152
6 - Gonzalez/da Costa/Stevens (Oreca 07-Gibson) - Jota - 1'31"649
7 - Perrodo/Nielsen/Rovera (Oreca 07-Gibson) - AF Corse - 1'31"929
8 - Gelael/Frijns/Vanthoor (Oreca 07-Gibson) - WRT - 1'32"059
9 - Andrade/Habsburg/Nato (Oreca 07-Gibson) - Realteam WRT - 1'32"143
10 - Van der Zande/Cullen/Bourdais (Oreca 07-Gibson) - Vector - 1'32"297
11 - Hanson/Owen/Albuquerque (Oreca 07-Gibson) - United Autosports - 1'32"337
12 - Lynn/Jarvis/Pierson (Oreca 07-Gibson) - United Autosports - 1'32"342
13 - Rasmussen/Jones/Aberdein (Oreca 07-Gibson) - Jota - 1'32"439
14 - Kubica/Deletraz/Colombo (Oreca 07-Gibson) - Prema - 1'32"479
15 - Wadoux/Chatin/Milesi (Oreca 07-Gibson) - Richard Mille - 1'32"529
16 - Smiechowski/Brundle/Gutierrez (Oreca 07-Gibson) - Inter Europol - 1'32"800
17 - Thomas/Allen/Binder (Oreca 07-Gibson) - Algarve Pro - 1'32"879
18 - J.Lahaye/M.Lahaye/Heriau (Oreca 07-Gibson) - Ultimate - 1'33"155
19 - Estre/Christensen (Porsche 911 RSR) - Porsche GT Team - 1'36"371
20 - Pier Guidi/Calado (Ferrari 488 GTE Evo) - AF Corse - 1'36"566
21 - Bruni/Lietz (Porsche 911 RSR) - Porsche GT Team - 1'36"800
22 - Fuoco/Molina (Ferrari 488 GTE Evo) - AF Corse - 1'36"851
23 - Milner/Tandy (Chevrolet Corvette C8.R) - Corvette - 1'37"127
24 - Keating/Chaves/Sorensen (Aston Martin Vantage AMR) - TF Sport - 1'39"309
25 - Frey/Gatting/Bovy (Ferrari 488 GTE Evo) - Iron Dames - 1'39"371
26 - Dezoteux/Ragues/Aubry (Ferrari 488 GTE Evo) - Spirit of Race - 1'39"461
27 - Hoshino/Fujii/Fagg (Aston Martin Vantage AMR) - D'Station - 1'39"710
28 - Cairoli/Pedersen/Leutwiler (Porsche 911 RSR) - Project 1 - 1'39"796
29 - Kimura/Millroy/Barnicoat (Porsche 911 RSR) - Project 1 - 1'39"853
30 - Ried/Priaulx/Tincknell (Porsche 911 RSR) - Dempsey-Proton - 1'39"874
31 - Flohr/Castellacci/Rigon (Ferrari 488 GTE Evo) - AF Corse - 1'39"979
32 - Poordad/Lindsey/Heylen (Porsche 911 RSR) - Dempsey-Proton - 1'40"052
33 - Wainwright/Pera/Barker (Porsche 911 RSR) - GR Racing - 1'40"271
34 - Mann/Ulrich/Vilander (Ferrari 488 GTE Evo) - AF Corse - 1'40"418
35 - Schiavoni/Cressoni/Fisichella (Ferrari 488 GTE Evo) - Iron Lynx - 1'40"683
36 - Dalla Lana/Pittard/Thiim (Aston Martin Vantage AMR) - Northwest - senza tempo

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone