formula 1

Schumacher-Mazepin anche nel 2022,
la Haas conferma i suoi piloti

Mick Schumacher e Nikita Mazepin saranno i piloti Haas anche nel campionato di Formula 1 2022: l'ufficialità è arrivata a...

Leggi »
formula 1

Ibrido aggiornato sulla Ferrari,
ma Leclerc in Russia parte dal fondo

Charles Leclerc potrà contare su una potenza extra a partire dal Gran Premio di Russia di questo weekend. La Ferrari del mone...

Leggi »
formula 1

Il weekend di Monaco "normalizzato":
dal 2022 basta prove libere al giovedì

Anche le tradizioni non sono per sempre, e nel 2022 in Formula 1 ne sparirà una tipica del Gran Premio di Monaco: il weekend ...

Leggi »
formula 1

Honda al massimo fino alla fine:
da Spa batterie evolute per la Red Bull

Il mantra lo conosciamo da mesi: la Honda lascerà la Formula 1 a fine stagione, ma sta dando sempre il massimo per uscire di ...

Leggi »
formula 1

Whitmarsh torna in Formula 1:
ruolo dirigenziale in Aston Martin

Martin Whitmarsh rientra nel giro della Formula 1, e lo fa con il team Aston Martin: sarà responsabile della nuova divisione ...

Leggi »
F3 FIA Asia

È pronto il calendario 2022
Cinque eventi tra Yas Marina e Dubai

La bella e avvincente stagione 2021 della F3 Asia organizzata dalla Top Speed dell'italiano Davide De Gobbi è alle spalle...

Leggi »
16 Mar [10:29]

Il sogno di Takuma Aoki
Dal dramma in MotoGP a Le Mans

Marco Cortesi

Il sogno di Takuma Aoki arriva a Le Mans. L'ex pilota MotoGP giapponese, protagonista di una stagione completa nella classe 500cc nel 1997, sarà in pista con il team di Frederic Sausset nella prossima 24 Ore di Le Mans.

Takuma è il fratello maggiore di Haruchika Aoki, due volte campione del mondo in 125cc, e minore di Nobuatsu, tutt'ora impegnato come collaudatore della Suzuki anche per la MotoGP e per anni protagonista nell'Endurance.

Visto come il più talentuoso dei tre, aveva potuto debuttare nella 500 anche grazie a una splendida vittoria nel mondiale Superbike a Sugo nel 1996. I suoi sogni si erano però infranti nel febbraio 1998 a Suzuka. Al rientro dopo un altro incidente, un tremendo volo durante un test privato Honda gli aveva causato una lesione spinale facendolo diventare paraplegico.

L'incidente non l'aveva però fermato. Al volante di vetture adattate per la sua disabilità, si era cimentato nel Cross Country a partire dalla stagione 2019, partecipando anche alla Dakar.

Inoltre, aveva affrontato con una Lamborghini Gallardo il GT Asia, vincendo la sua classe in un appuntamento. Nel 2019, era arrivato il debutto nel Jaguar iPace trophy, che si correva a supporto della Formula E. Lo stesso anno, Aoki era tornato in sella a una moto, una Honda, proprio a Suzuka.

Ora, l'appuntamento con la gara di durata più blasonata al mondo, nell'ambito del progetto sperimentale ACO Garage 56, insieme a un altro pilota con disabilità, Nigel Bailly, reduce da diverse apparizioni nelle classi LMP3 di VdeV, Michelin Endurance Cup e Ultimate Cup.



Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone