F4 Italia

Vallelunga - Gara 2
Ancora Slater

Da Vallelunga - Davide Attanasio - Foto SpeedyGara condotta dall'inizio alla fine, giro più veloce e vittoria per dispers...

Leggi »
24 ore le mans

Le Mans – Ore 10
Paura per Mancinelli, nuova safety car

Da Le Mans - Michele Montesano La safety car quest’anno è costretta a fare gli straordinari a Le Mans. Da poco riprese le ost...

Leggi »
24 ore le mans

Le Mans – Ore 8:30
Riprende la gara, Toyota davanti Porsche

Da Le Mans - Michele Montesano Poco dopo le otto sono riprese finalmente le ostilità in pista. L’intensa pioggia, che ha cond...

Leggi »
24 ore le mans

Le Mans – Ore 6
Toyota in testa tra pioggia e safety car

Da Le Mans - Michele Montesano Tutt’altro che clemente, il meteo non ha fatto sconti alla 92ª edizione delle 24 Ore di Le Man...

Leggi »
24 ore le mans

Le Mans – Ore 1
Kubica penalizzato, Toyota prima

Da Le Mans - Michele Montesano Il fascino di Le Mans si amplifica con il calare delle tenebre. La notte è senza dubbio una de...

Leggi »
24 ore le mans

Le Mans – Ore 23
Vanthoor a muro, prima Safety Car

Da Le Mans - Michele Montesano Finora era mancata all’appello ma, oltrepassata la sesta ora di gara, è entrata in pista la pr...

Leggi »
7 Mar [14:36]

Il terzo posto di Alonso
da dieci anche in Borsa...

Alfredo Filippone - XPB Images

L’impresa di Fernando Alonso e dell’Aston Martin in Bahrain e la vastissima eco che ha avuto a livello mondiale (si è mai parlato tanto di un terzo posto?) ha avuto un riflesso inatteso ma certamente gradito a Lawrence Stroll: lunedi, l’azione del gruppo ha avuto un’impennata alla borsa di Londra...

Aston Martin Lagonda Global Holdings plc ha chiuso la seduta a 274 sterline, con un incremento giornaliero del 15 per cento e del 24 per cento su base settimanale, che gli analisti spiegano con gli ottimi responsi in F.1 oltre che con i risultati positivi pubblicati dall’azienda la settimana scorsa.

Ieri, dunque, Aston Martin ha aumentato il suo valore in borsa di 300 milioni di sterline; schematizzando molto, si può dire che son bastati un GP e una seduta per far fruttare l’investimento Alonso (il cui ingaggio è costato 32 milioni di sterline) quasi dieci volte...