F4 Nel mondo

La F4 UAE per prima schiererà le
Tatuus di seconda generazione con halo

Il FIA Formula 4 UAE Championship powered by Abarth sarà la prima serie per monoposto di Formula 4 a schierare per la stagion...

Leggi »
indycar

VeeKay in forse per Road America
Ware debutta con Coyne

Infortunio alla clavicola per Rinus VeeKay, che è ora in dubbio per la tappa IndyCar a Road America. Il giovane pilota olande...

Leggi »
formula 1

Il "nuovo" Tsunoda funziona:
in Francia per confermarsi

In Formula 1 ci sono fatti non casuali, e casuale, forse, non è stato nemmeno il settimo posto di Yuki Tsunoda a Baku. Messo ...

Leggi »
formula 1

Più spettacolo a Le Castellet?
Il nuovo asfalto come speranza

Quando il Gran Premio di Francia è stato cancellato dal calendario 2020 a causa della pandemia, probabilmente, sono stati in ...

Leggi »
formula 1

Primo GP di casa per l'Alpine,
che deve crescere sul passo-gara

Si avvicina il Gran Premio di Francia, quello di casa per l'Alpine, il marchio scelto dal gruppo Renault per identificare...

Leggi »
formula 1

Dosare le risorse fra 2021 e 2022:
il dilemma di Red Bull e Mercedes

Da un lato c'è da preparare la rivoluzione tecnica 2022, ormai dietro l'angolo, dall'altro c'è il presente, c...

Leggi »
15 Mag [22:30]

Indy Road - Gara
VeeKay si prende la prima vittoria

Marco Cortesi

Gara-spettacolo per Rinus VeeKay, quinto vincitore diverso in cinque gare Indycar, a Indianapolis. L'olandese, che vive a poche centinaia di metri dallo Speedway, si è imposto nella tappa sul tracciato stradale battendo tra gli altri il poleman Romain Grosjean. Partito bene da subito, VeeKay ha messo il turbo al giro 42, quando ha infilato all'esterno Alex Palou passando in mezzo allo spagnolo e a Jimmie Johnson. Poi, approfittando delle difficoltà di Grosjean con le gomme dure, è balzato al comando involandosi verso il primo successo in IndyCar con la Dallara-Chevy numero 21 del team di Ed Carpenter.

Liberatosi dei pneumatici hard, e tornato sulle morbide che gli avevano permesso di condurre le prime fasi, Grosjean ha concluso in seconda posizione una solida corsa, ma che l'ha visto faticare troppo nel momento decisivo. Palou, che ha tenuto le gomme dure per l'ultimo stint, è riuscito a mantenere al sicuro il terzo posto dagli attacchi di Josef Newgarden. Il tutto nonostante una perdita d’acqua che gli aveva impedito di girare nelle prime libere.

Graham Rahal ha centrato un quinto posto che ha dell'incredibile: coinvolto in un contatto in partenza, e con una vettura danneggiata, ha guidato su un ritmo estremamente blando nelle prime fasi riuscendo però a saltare un pit-stop. Ciò a dispetto dell'assenza totale di caution a parte quella del primo giro.

Nella top-10 hanno concluso anche il rimontante Simon Pagenaud, che ha causato il contatto al via "pizzicando" Conor Daly e spedendolo addosso a Herta, Alexander Rossi, a dispetto di un problema al motore, e Scott McLaughlin, che ha mantenuto le promesse rispetto alla positiva qualifica. Nono, ma in rimonta rispetto all’uscita in Q1 delle prove, Scott Dixon. Un errore è costato caro a Colton Herta, tredicesimo dietro a Will Power e Ryan Hunter-Reay.

Da dimenticare anche la gara di Jack Harvey, secondo alle spalle di Grosjean all'inizio, ma penalizzato pesantemente da un problema al pit-stop. Indietro anche Juan Pablo Montoya, al rientro in IndyCar col team AMSP. Per la squadra anglo-americana, fuori dalla top-10 anche Pato O'Ward e Felix Rosenqvist. 

Sabato 15 maggio 2021, gara

1 - Rinus VeeKay (Dallara-Chevy) - ECR - 86 giri
2 - Romain Grosjean (Dallara-Honda) - Coyne - 4"9510
3 - Alex Palou (Dallara-Honda) - Ganassi - 15"0726
4 - Josef Newgarden (Dallara-Chevy) - Penske - 18"4472
5 - Graham Rahal (Dallara-Honda) - RLL - 26"9813
6 - Simon Pagenaud (Dallara-Chevy) - Penske - 27"8704
7 - Alexander Rossi (Dallara-Honda) - Andretti - 33"2703
8 - Scott McLaughlin (Dallara-Chevy) - Penske - 36"1862
9 - Scott Dixon (Dallara-Honda) - Ganassi - 36"8362
10 - Marcus Ericsson (Dallara-Honda) - Ganassi - 37"1971
11 - Will Power (Dallara-Chevy) - Penske - 39"8020
12 - Ryan Hunter-Reay (Dallara-Honda) - Andretti - 40"3892
13 - Colton Herta (Dallara-Honda) - Andretti - 43"1147
14 - Ed Jones (Dallara-Honda) - Coyne - 43"8110
15 - Pato O’Ward (Dallara-Chevy) - AMSP - 44"5448
16 - Takuma Sato (Dallara-Honda) - RLL - 44"9971
17 - Felix Rosenqvist (Dallara-Chevy) - AMSP - 45"4208
18 - James Hinchcliffe (Dallara-Honda) - Andretti - 1'05"1989
19 - Sebastien Bourdais (Dallara-Chevy) - Foyt - 1 giro
20 - Dalton Kellett (Dallara-Chevy) - Foyt - 1 giro
21 - Juan Pablo Montoya (Dallara-Chevy) - AMSP - 1 giro
22 - Charlie Kimball (Dallara-Chevy) - Foyt - 1 giro
23 - Jack Harvey (Dallara-Honda) - Shank - 1 giro
24 - Jimmie Johnson (Dallara-Honda) - Ganassi - 1 giro
25 - Conor Daly (Dallara-Chevy) - ECR - 35 giri

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone