formula 1

IL CASO
Wolff è sereno: "Regole non infrante,
Racing Point per noi è fonte di reddito"

Massimo Costa - XPB Images

Toto Wolff si sente sereno e non sembra essere d'accordo sulla ...

Leggi »
Europeo

Rally di Roma Capitale
L'ERC riparte da Lukyanuk

Jacopo Rubino

La stagione 2020 dell'European Rally Championship doveva cominciare a marzo, sugli sterrat...

Leggi »
19 Lug [9:04]

Iowa, gara 2
Newgarden non sbaglia nulla

Marco Cortesi

In gara 1, Josef Newgarden aveva una vettura praticamente perfetta, ma si è trovato messo fuori gioco dalle safety-car. In gara 2 dell'IndyCar in Iowa, il campione in carica si è lanciato in fuga sin dal primo giro, e ha mantenuto la testa per tutto il tempo, dominando in lungo e in largo. Alcuni sono stati "fregati" dalla caution al giro 188, per l'errore fuori dai pit di Ryan Hunter-Reay, ma nessuno dei top-driver ha pagato dazio, eccetto Patricio O'Ward e Conor Daly, che comunque erano stati penalizzati anche da problemi ai box. Il messicano, dal secondo posto ad impensierire il leader, si è trovato rispedito nelle retrovie.

Ci ha guadagnato invece Graham Rahal, che dalle retrovie è riuscito a concludere terzo davanti ai soliti... Simon Pagenaud e Scott Dixon, come sempre in grado di tirare fuori il massimo da situazioni difficili. Il francese, dopo aver vinto ieri, è partito di nuovo dal fondo mentre Dixon, diciottesimo al via, ha centrato nuovi punti preziosi. Sesta piazza per Oliver Askew, anche lui aiutato dalle safety.

Sono continuate le difficoltà di inizio anno per il team Andretti. Alexander Rossi è stato il migliore della squadra Honda al settimo posto, mentre Ryan Hunter-Reay ha centrato le barriere per la seconda volta in due gare uscendo dai box: ieri era stato "graziato", oggi si è dovuto ritirare. A muro anche Ed Carpenter, mentre

Sabato 19 luglio 2020, gara

1 - Josef Newgarden (Dallara-Chevy) – Penske - 250 giri
2 - Will Power (Dallara-Chevy) – Penske - 2”2869
3 - Graham Rahal (Dallara-Honda) – RLL - 3”5649
4 - Simon Pagenaud (Dallara-Chevy) – Penske - 6”1241
5 - Scott Dixon (Dallara-Honda) – Ganassi - 6”5753
6 - Oliver Askew (Dallara-Chevy) - McLaren SP - 16”0009
7 - Jack Harvey (Dallara-Honda) – Shank - 16”6183
8 - Alexander Rossi (Dallara-Honda) – Andretti - 17”8869
9 - Marcus Ericsson (Dallara-Honda) – Ganassi - 18”5207
10 - Marco Andretti (Dallara-Honda) – Andretti - 20”0176
11 - Tony Kanaan (Dallara-Chevy) – Foyt - 20”7422
12 - Pato O'Ward (Dallara-Chevy) - McLaren SP - 1 giro
13 - Conor Daly (Dallara-Chevy) – Carlin - 1 giro
14 - Alex Palou (Dallara-Honda) – Coyne - 1 giro
15 - Felix Rosenqvist (Dallara-Honda) – Ganassi - 2 giri
16 - Charlie Kimball (Dallara-Chevy) – Foyt - 2 giri
17 - Rinus VeeKay (Dallara-Chevy) – ECR - 2 giri
18 - Santino Ferrucci (Dallara-Honda) – Coyne - 3 giri
19 - Colton Herta (Dallara-Honda) – Andretti - 3 giri
20 - Zach Veach (Dallara-Honda) – Andretti - 3 giri
21 - Takuma Sato (Dallara-Honda) – RLL - 3 giri

Ritirati
179° giro - Ryan Hunter-Reay
113° giro - Ed Carpenter

Il campionato
1. Dixon 244; 2. Pagenaud 195; 3. Newgarden 191; 4. O'Ward 162; 5. Power 142.

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone