Formula E

Seoul - Gara 1
Evans domina e spera ancora

Mitch Evans detta legge in gara 1 a Seoul e tiene aperti i giochi per il titolo 2022 di Formula E. Si deciderà tutto nella co...

Leggi »
nascar

Raikkonen per cancellare il 2011
Trackhouse, top-team di ampie vedute

Kimi Raikkonen è pronto a debuttare nella NASCAR Cup Series 2022 dopo un positivo test al Virginia International Raceway in v...

Leggi »
Formula E

Seoul - Qualifica 1
Pole bagnata per Rowland

Pole-position marchiata Mahindra per gara 1 della Formula E sull'inedito tracciato di Seoul, che ospita la tappa conclusi...

Leggi »
indycar

Il nervosismo regna in IndyCar
È finito il cameratismo tra i piloti?

Sembra un po' in bilico l'idillio tra i piloti IndyCar. O meglio, l'idillio che era percepito dall'esterno, i...

Leggi »
formula 1

Binotto stupisce: "Nessun errore,
le nostre strategie sempre corrette"

Dagli errori si cresce e sarebbe meglio non ripeterli. Ce lo dicono fin dalle scuole elementari ed è sicuramente una eccellen...

Leggi »
formula 1

Per Zhou buon esordio in F1,
ma il rinnovo rimane in sospeso

Guanyu Zhou ha fatto ricredere gli scettici. L'unico rookie al via quest'anno in Formula 1 ha saputo farsi valere in ...

Leggi »
14 Nov [14:58]

Istanbul - Qualifica
Clamorosa pole di Stroll

Massimo Costa - XPB Images

Cosa accade a Lance Stroll, ci si chiedeva nelle ultime settimane? "Tutto dal Mugello andava storto", ha detto il 22enne canadese appena sceso raggiante dalla sua Racing Point-Mercedes dopo aver parcheggiato in pit-lane davanti al numero 1. Eh sì, perché il canadese ha lasciato tutti di stucco sul circuito di Istanbul conquistando con pista bagnatissima una strepitosa quanto inattesa pole. La sua prima in carriera in F1. Stroll è emerso nel giro finale dopo che era salito in terza posizione e davanti c'era il suo compagno di squadra Sergio Perez.

Non era riuscito a costruire il giro perfetto Stroll, anche rallentato da Valtteri Bottas in testacoda, e quando ha finalmente avuto pista libera, in apnea si è lanciato. Grazie a un assetto indovinatissimo, la Racing Point è volata verso la pole con Lance che ha siglato il crono di 1'47"765. Con la pioggia, Stroll aveva già stupito a Monza nel 2017 quando con la Williams, nel suo primo anno di F1, aveva segnato un clamoroso secondo tempo. Perez invece, ha concluso terzo, superato da Max Verstappen. Il messicano ha chiuso in 1'49"321 e nel suo giro finale ha lamentato di essere stato rallentato da Antonio Giovinazzi, ma il terzo crono la ha comunque reso felice essendo il suo miglior piazzamento 2020 in qualifica.

Affranto Verstappen che non si spiegava di aver perso la pole dopo essere stato al comando dei tre turni di prove libere. L'olandese della Red Bull è stato battuto da Stroll per appena 290 millesimi, veramente poco considerando i distacchi odierni tra un pilota e l'altro. Verstappen ha lamentato perdita di aderenza con le gomme intermedie e non gli riusciva proprio di concedere a Stroll il merito di averlo sconfitto. Prima fila quanto mai inedita quindi, con Stroll e Verstappen.

E, attenzione, per la prima volta quest'anno, davanti a tutti non c'è la Mercedes, che puntava al record di prendersi tutte le pole. Questa volta, in Mercedes non l'hanno azzeccata proprio. Lewis Hamilton ha terminato soltanto sesto con un distacco senza precedenti dal leader Stroll: 4"795. Ancora peggio Bottas, nono e a 5"493 dalla vetta. Una vera rivoluzione oggi in Turchia. Alexander Albon forse ha raddrizzato il suo destino piazzandosi quarto con la Red Bull-Honda, ma il distacco dal compagno di squadra è impietosto: 2"4. Non male la Renault, quinta con Daniel Ricciardo e settima con Esteban Ocon. Entrambi hanno impiegato gomme wet e non le intermedie come gli altri entrati in Q3, Kimi Raikkonen a parte.

Applausi a scena aperta invece, per l'Alfa Romeo-Ferrari. Il team Sauber che porta lo sponsor del marchio italiano, ha avuto un Raikkonen a dir poco sensazionale al pari di Giovinazzi. Nel Q2 sono stati bravissimi a superare lo scoglio ed entrare nel Q3, evento mai verificatosi nel 2020. Bravi gli ingegneri a centrare il giusto set-up, ma anche i piloti ad interpretare al meglio le condizioni del tracciato in ogni frangente. Raikkonen alla fine è risultato ottavo con le Pirelli wet, Giovinazzi decimo (gomme intermedie) non riuscendo a sfruttare il giro finale. Ma va benissimo lo stesso.

Non solo la Mercedes non si è raccapezzata con gli assetti: anche la McLaren sul bagnato è naufragata con Lando Norris undicesimo e Carlos Sainz tredicesimo (sotto accusa per avere bloccato Perez nel Q2), così come la Ferrari. Sebastian Vettel dodicesimo ha lasciato a 1"5 un frastornato Charles Leclerc, entrambi in difficoltà nel mandare in temperatura le gomme. Male anche le Alpha Tauri-Honda, solitamente la piacevole sorpresa dei weekend F1. Questa volta, Pierre Gasly è quindicesimo, Daniil Kvyat diciassettesimo (tantissimi gli errori tra stamane e oggi) e fuori dal Q2.

La Q1 è stata tormentata dalla pioggia e sospesa con bandiera rossa dopo 10 minuti. Leclerc ha rischiato grosso di non accedere in Q2 mentre si sono insabbiati Romain Grosjean e Nicholas Latifi. C'è stato un "giallo" riguardante alcuni piloti che con bandiera gialla nel finale hanno migliorato i propri tempi scatenando la protesta di Kevin Magnussen, il primo degli esclusi dal Q2. La direzione gara visionerà ogni aspetto e vedremo se vi saranno delle penalità.

Sabato 14 novembre 2020, qualifica

1 - Lance Stroll (Racing Point-Mercedes) - 1'47"765 - Q3
2 - Max Verstappen (Red Bull-Honda) - 1'48"055 - Q3
3 - Sergio Perez (Racing Point-Mercedes) - 1'49"321 - Q3
4 - Alexander Albon (Red Bull-Honda) - 1'50"448 - Q3
5 - Daniel Ricciardo (Renault) - 1'51"595 - Q3
6 - Lewis Hamilton (Mercedes) - 1'52"560 - Q3
7 - Esteban Ocon (Renault) - 1'52"622 - Q3
8 - Kimi Raikkonen (Alfa Romeo-Ferrari) - 1'52"745 - Q3
9 - Valtteri Bottas (Mercedes) - 1'53"258 - Q3
10 - Antonio Giovinazzi (Alfa Romeo-Ferrari) - 1'57"226 - Q3
11 - Lando Norris (McLaren-Renault) - 1'54"945 - Q2
12 - Sebastian Vettel (Ferrari) - 1'55"169 - Q2
13 - Carlos Sainz (McLaren-Renault) - 1'55"410 - Q2
14 - Charles Leclerc (Ferrari) - 1'56"696 - Q2
15 - Pierre Gasly (Alpha Tauri-Honda) - 1'58"556 - Q2
16 - Kevin Magnussen (Haas-Ferrari) - 2'08"007 - Q1
17 - Daniil Kvyat (Alpha Tauri-Honda) - 2'09"070 - Q1
18 - George Russell (Williams-Mercedes) - 2'10"017 - Q1
19 - Romain Grosjean (Haas-Ferrari) - 2'12"909 - Q1
20 - Nicholas Latifii (Williams-Mercedes) - 2'21"611 - Q1

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone