GT Internazionale

IGTC – 12 Ore di Bathurst
Vittoria al cardiopalma per Mercedes

Michele Montesano Con il trionfo nella 12 Ore di Bathurst Jules Gounon, Luca Stolz e Kenny Habul hanno aperto la stagione 2...

Leggi »
formula 1

Verstappen, il simulatore nel motorhome
“Lo userò dopo le sessioni in pista”

Helmut Marko l’aveva sparata grossa negli scorsi giorni, affermando che Max Verstappen avrebbe fatto installare un simulatore...

Leggi »
indycar

Alla scoperta di Thermal Club
La città morta e il Coachella Festival

Marco Cortesi‍La scelta del circuito di Thermal Club, in California, per i test collettivi dell'IndyCar ha destato molta ...

Leggi »
World Endurance

ByKolles perde la causa contro
Sanderson, a rischio il marchio Vanwall

Michele Montesano Per la Vanwall la presenza nel FIA WEC si sta rivelando sempre più una corsa a ostacoli. La ByKolles, str...

Leggi »
formula 1

La Red Bull mostra a
New York la livrea della RB19

La presentazione della nuova Red Bull? No, la RB19 non c'era e la vedremo forse in un filming day a Silverstone o diretta...

Leggi »
formula 1

La Ford ritorna nel Mondiale F1
Sarà il motorista della Red Bull

Pochi istanti prima della presentazione della Red Bull 2023, è arrivato l'annuncio ufficiale del ritorno in Formula 1 del...

Leggi »
16 Set [10:07]

La FIA avrà il suo primo CEO,
scelta l'americana Natalie Robyn

Non è una notizia che scalda il cuore agli appassionati, ma può avere un peso su come verrà governato in futuro il motorsport. La FIA avrà il suo primo amministratore delegato, e sarà una donna: Natalie Robyn, voluta dal presidente Mohammed Ben Sulayem. Già durante la campagna per la sua elezione, avvenuta lo scorso anno, l'emiratino aveva annunciato l'intenzione di riformare la struttura dell'organismo, introducendo fra le altre cose la figura di un CEO.

La preferenza è andata verso la Robyn, americana di nascita, che nel proprio curriculum vanta oltre 15 anni d'esperienza nel settore automotive e in quello della finanza. Dal 2015 ad oggi ha lavorato per la filiale svizzera di Volvo, diventandone nel 2017 direttore generale, dopo precedenti incarichi nel vecchio gruppo DaimlerChrysler e in Nissan, per i quali si era trasferita nel frattempo in Europa.

"È un momento di trasformazione", ha commentato Ben Sulayem dopo l'annuncio. "La sua esperienza e la sua leadership saranno fondamentali per migliorare la nostra gestione finanziaria, la governance e l'organizzazione. Ha una comprovata capacità di favorire crescita e diversificazione".

Come spiegato dalla FIA, il compito della Robyn, che sarà operativa a breve, sarà anche quello di "sviluppare nuovi piani di crescita commerciale e diversificare le fonti di ricavo, garantendo la stabilità economica per fornire più risorse ai membri".

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone