formula 1

Binotto stupisce: "Nessun errore,
le nostre strategie sempre corrette"

Dagli errori si cresce e sarebbe meglio non ripeterli. Ce lo dicono fin dalle scuole elementari ed è sicuramente una eccellen...

Leggi »
formula 1

Per Zhou buon esordio in F1,
ma il rinnovo rimane in sospeso

Guanyu Zhou ha fatto ricredere gli scettici. L'unico rookie al via quest'anno in Formula 1 ha saputo farsi valere in ...

Leggi »
GT World Challenge

Intervista ad Andrea Caldarelli
“Nel 2023 possibile un programma LMP2”

Europa, Giappone, di nuovo Europa e America. Andrea Caldarelli ha corso e vinto ovunque negli ultimi 15 anni. Prima nelle for...

Leggi »
formula 1

Come combattere il "porpoising"
Ben Sulayem zittisce Binotto e Horner

Si fa come dico io. Questo può essere il riassunto di quanto espresso dal presidente FIA Mohammed Ben Sulayem per combattere ...

Leggi »
FIA Formula 2

Il bando per i motori 2024 di F2:
benzine sostenibili, ibrido possibile

630 cavalli, compatibilità con carburanti sostenibili, possibilità di integrare una componente ibrida. Questi sono i punti ch...

Leggi »
formula 1

Piastri-McLaren, il giallo continua
Per ora vince la mancanza di etica

E' senza dubbio il giallo dell'estate quello che coinvolge il giovane Oscar Piastri, forse finito in un gioco più gra...

Leggi »
11 Gen [14:43]

La McLaren valuta la Formula E:
c'è l'opzione per entrare nel 2022-2023

Jacopo Rubino - XPB Images

Firmando un'opzione per l'ingresso, la McLaren ha "prenotato" ufficialmente un posto in Formula E: potrebbe debuttare nella stagione 2022-2023, quando scatterà il futuro ciclo tecnico. Dopo questa lettera d'intenti con gli organizzatori, la squadra di Woking studierà la fattibilità del progetto con un margine adeguato, senza rischiare l'esclusione dal tetto di 12 squadre in griglia fissato dal regolamento.

La scuderia britannica, quindi, considera la serie elettrica fra le alternative per espandere la propria presenza agonistica, al fianco (ovviamente) della F1 e dell'impegno in IndyCar in collaborazione con SMP. "Stiamo osservando da vicino il campionato da qualche tempo, monitorandone i progressi e la direzione futura", ha spiegato l'amministratore delegato Zak Brown, che aveva già svelato l'interesse per la categoria nelle scorse settimane. "L'opzione ci dà il tempo necessario a capire se la Formula E sia una piattaforma giusta".

McLaren, attraverso la sua divisione Applied Technologies, in realtà è già presente oggi in Formula E, ma come fornitrice delle batterie: il contratto, che scadrà al termine del prossimo campionato, l'ultimo con le auto Gen2, al momento preclude la partecipazione in forma diretta. Ma dal 2022-2023, quando le batterie saranno realizzate dalla Williams, non ci saranno conflitti d'interesse né vincoli.

Detto del numero chiuso di iscritti, McLaren potrebbe subentrare ad una delle formazioni già esistenti, magari realizzando una propria unità motrice: Audi e BMW hanno già annunciato la loro uscita di scena a fine 2021, liberando due possibili posti (anche se la casa di Monaco si appoggia al team Andretti). Altra ipotesi sarebbe quella di allearsi con una casa automobilistica, gestendone il programma in pista.

Staremo a vedere cosa verrà scelto, ma intanto i vertici della Formula E si godono una buona notizia, dopo l'aria negativa delle ultime settimane. "È la testimonianza dell'impatto che stiamo avendo. Siamo entusiasti che McLaren abbia deciso di esaminare un potenziale ingresso", ha commentato il patron Alejandro Agag.

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone