2 Gen [13:03]

La volata finale di Fewtrell
ha spiazzato Lundgaard e Ye

Share On Facebook Share On Twitter Share On Linkedin Share On Mail Share On Google+
Massimo Costa

Con la vittoria di Max Fewtrell, il 2018 ha segnato la fine della Eurocup Renault 2.0, la serie che ha registrato il maggior successo nella storia del motorsport per quanto riguarda le formule propedeutiche. Fewtrell, 19 anni, si è imposto con il team R-Ace al termine di una lunga cavalcata che lo ha visto conquistare sei vittorie e sei pole. Soltanto l'ultimo appuntamento a Montmelò lo ha decretato campione 2018 dopo che già nel 2016 aveva conquistato la F4 inglese anche in quell'occasione all'ultimissimo appuntamento battendo Sennan Fielding, ora impegnato nel Gran Turismo nazionale. Mentre nel 2017, al debutto nella Eurocup Renault, si era piazzato sesto con Tech 1.

La Eurocup Renault 2.0 dello scorso anno ha proposto diversi piloti al vertice. Al secondo appuntamento di Monza, al comando si trovava Christian Lundgaard della MP Motorsport, danese al debutto nella serie nella quale vi è arrivato con in tasca i successi nei campionati F4 spagnolo e SMP. Ma ecco che al termine della terza prova a Silvertone, il cinese Yifei Ye del team Kaufmann ha preso il sopravvento che ha mantenuto anche dopo Montecarlo, Spielberg, Spa. Ma a Budapest, Lundgaard con un secondo posto e una vittoria in gara 2 ha superato Ye (vincitore di gara 1 ma out in gara 2) mentre Fewtrell navigava al terzo posto staccato di 32 punti.

L'appassionante volata finale si è svolta nelle tre tappe conclusive del Nurburgring, Hockenheim e Montmelò. Fewtrell con un secondo e un primo posto è salito alle spalle di Lundgaard (terzo e quinto) nella classifica generale riducendo il divario a 14,5 punti dal danese. Mentre Ye, due volte sesto a Budapest, è sceso terzo in graduatoria. La svolta a Hockenheim: Fewtrell ha incassato due vittorie (tre consecutive considerando quella in gara 2 in Ungheria), Ye si è rifatto con una seconda e terza posizione mentre Lundgaard è crollato con due zeri in casella. In gara 1, dopo un contatto con Victor Martins, si è dovuto ritirare con una gomma a terra mentre nella seconda corsa, dopo essere partito dalla pole, si è dovuto arrendere a un problema tecnico.

Si è così arrivati in Spagna con Fewtrell avanti di 20,5 punti su Ye e con più 36,5 su Lundgaard. Al britannico bastava controllare la situazione. Il danese di MP ha tentato il tutto per tutto imponendosi nella prima corsa e arrivando secondo nella gara finale dietro a Logean Sargeant. Fewtrell si è accontentato di due quarti posti per festeggiare la conquista del titolo mentre Ye ha perso il secondo posto in classifica generale con un weekend sottotono a vantaggio di Lundgaard. Una gran stagione insomma, che ha visto protagonisti i due pupilli del Renault Academy i quali passeranno nel FIA Formula 3.

Da rilevare anche la buona stagione di Sargeant, quarto assoluto da rookie con il team R-Ace e davanti all'altro debuttante e compagno di squadra, Victor Martins. Il francese, dell'Academy Renault, sarà uno dei protagonisti della nuova Eurocup Renault F3 2019 con MP Motorsport mentre l'americano Sargeant guarda al FIA Formula 3. Positiva annata per Lorenzo Colombo, in arrivo dalla F4 italiana. Il pilota lombardo in forza a JD Motorsport ha mancato il successo di tappa, ma è stato costantemente tra i migliori della serie piazzandosi sesto in classifica. Il suo weekend più ficcante a Monza dove ha ottenuto un terzo e un secondo posto. Nel 2019, Colombo dovrebbe partecipare alla nuova Eurocup Renault F3.

Tra gli altri protagonisti, Charles Milesi, due vittorie all'attivo, Oscar Piastri che ha avuto un buon finale di campionato, e Alex Peroni, brillante vincitore nella gara 1 di Montecarlo. Ha invece deluso Max Defourny, dato tra i papabili alla conquista del titolo considerando la sua vasta esperienza nella categoria che lo ha visto tra i migliori fin dal 2015 con R-Ace. Ma con MP nel 2018 qualcosa non ha funzionato a dovere e il belga ha lasciato la Eurocup Renault dopo qualche gara.

Scarica
il magazine

Il magazine di ItaliaRacing ora disponibile anche per iPad, iPhone, Android

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone