formula 1

Gasly e la Red Bull che lo snobba:
"Avrei meritato un'altra chance"

Non è facile essere PIerre Gasly. Ci spieghiamo. Il francese ha fino ad oggi disputato due stagioni eccezionali con l'Alp...

Leggi »
formula 1

Briatore chiama, Domenicali risponde
Per l'ex team principal, un incarico?

Ci voleva Stefano Domenicali per riportare in F1 Flavio Briatore. L'ex team principal di Benetton e Renault, campione del...

Leggi »
formula 1

Per il GP dell'Arabia Saudita
arrivano le regole su come vestirsi...

Il circuito è ancora in via di definizione, i lavori sono clamorosamente in ritardo, ma intanto gli organizzatori del GP di J...

Leggi »
formula 1

Mazepin non fa sconti a se stesso
"L'autostima scende agli inizi in F1"

E' molto interessante l'intervista che Nikita Mazepin ha rilasciato alla Gazzetta dello Sport. Il pilota russo del te...

Leggi »
GT Internazionale

IGTC a Indianapolis
Vittoria Audi, tre italiani a podio

Vittoria marchiata Audi alla 8 Ore di Indianapolis, secondo appuntamento valido per l'Intercontinental GT Challenge 2021 ...

Leggi »
Rally

Rally di Spagna – Finale
Neuville vince, Evans tiene aperti i giochi

Michele Montesano Si è confermato un vero specialista dell’asfalto Thierry Neuville. Dopo aver dominato nella sua Ypres, il...

Leggi »
22 Ago [16:10]

Le Mans - Finale
La prima di Kobayashi, Lopez e Conway

Marco Cortesi

‍Al termine di una marcia costante, entusiasmante e non priva di preoccupazioni, la Toyota di Jose Maria Lopez, Mike Conway e Kamui Kobayashi ha conquistato il successo alla 24 Ore di Le Mans 2021. Per il trio della numero 7, si tratta di una prima storica affermazione, considerando che il successo era sempre sfuggito loro di mano negli anni scorsi, pur con vetture superiori. In particolare, Kobayashi, autore di quattro pole in cinque anni e "centravanti" della squadra, ottiene finalmente un trionfo: il pilota giapponese ha tagliato il traguardo davanti all'esemplare gemello di Sebastien Buemi, Kazuki Nakajima e Brendon Hartley. Anche per Lopez è un evento storico: si tratta della seconda vittoria di un argentino dopo quella di José Froilán González negli anni '50.

Tutte le Hypercar al traguardo in top-5 assoluta
Il trio della numero 8 non ha mai realmente recuperato dopo il contatto iniziale con la Glickenhaus e ha sempre viaggiato a debita distanza incontrando anche qualche problema con il carburante condiviso, a quanto pare in maniera minore, con la GR010 vincitrice. Per Toyota, vengono ripagati gli investimenti e la fiducia nel concetto di Hypercar: la casa delle tre ellissi è stata la prima a credere nelle nuove regole, quando ancora non si vedeva all'orizzonte il boom dell'endurance di oggi.

L'affidabilità delle vetture è stata degna di nota: l'Alpine ex LMP1 di Lapierre-Vaxiviere-Negrao ha completato il podio davanti alle due Glickenhaus, che hanno recuperato la top-5 assoluta dopo un inizio non facile. Considerando la natura prettamente privata del gruppo di Jim Glickenhaus, un risultato straordinario, il distacco di meno di due minuti dalla terza piazza.

Volata con gioia e lacrime per il WRT in LMP2
In LMP2, finale devastante per il WRT in quella che ormai sembrava una doppietta assicurata. Yifei Ye, che stava per trionfare insieme a Robert Kubica e Louis Deletraz, si è fermato per il motore KO all'ultimo giro e non è stato classificato. La compagine belga ha comunque vinto con Robin Frijns, Ferdinand Habsburg e Charles Milesi,in volata sul team Jota e Tom Blomqvist, affiancato da Stoffel Vandoorne e Sean Gelael. Solo 7 decimi hanno separato i due piloti, e Frijns, per scansare una vettura più lenta, ha perfino rischiato di investire lo sbandieratore che non si era avveduto della bagarre. Quello di WRT è stato un risultato comunque positivo, con la squadra diretta da Vincent Vosse che guarda con decisione ad un futuro nella classe di punta con l'Audi LMDh. La sotto-classe LMP2 ProAm è andata al team Dragonspeed, nonostante lo spavento di Ben Hanley che si è trovato a corto di carburante. Con lui, il patron Henrik Hedman e Juan Pablo Montoya.

AF Corse al vertice in GTE-Pro e GTE-Am
In GTE-Pro si è consumato un dominio impressionante per il team AF Corse e la Ferrari. Pur con tutte le incertezze della gara, e i vari interventi di BoP, la combo delle vetture di Maranello e dei relativi piloti ha avuto una marcia in più. La superiorità non è stata netta ma costante: giro dopo giro, Alessandro Pier Guidi, James Calado e Come Ledogar hanno costruito un margine sufficiente sulla prima delle inseguitrici, la Corvette numero 63 di Antonio Garcia, Jordan Taylor e Nicky Catsburg. Terzo e quarto posto per le due Porsche ufficiali, che sin dalle prime fasi hanno fatto un altro sport, rimanendo via via più indietro.

Ferrari al top anche in GTE-Am con un altro nome italiano, quello di Alessio Rovera, schierato insieme a Francois Perrodo e Nicklas Nielsen. Eccellente il passo della 488 numero 83, che ha alla fine battuto l'Aston Martin TF Sport. Dopo una foratura iniziale, la vettura inglese non è riuscita a raggiungere i rivali. Terzo e quarto posto di classe per il team Iron Lynx che ha superato le insidie dalla Sarthe con delle top-5 per Ilott-Mastronardi-Cressoni e Giammaria-Ruberti-Schiavoni. Al traguardo anche le Iron Dames, Rahel Frey, Sarah Bovy e Michelle Gatting.

L'ordine d'arrivo della 24 Ore di Le Mans 2021

1 - Conway/Kobayashi/Maria (Toyota GR010) - Toyota - 371
2 - Buemi/Nakajima/Hartley (Toyota GR010) - Toyota - 2 giri
3 - Negrão/Lapierre/Vaxiviere (Alpine A480) - Alpine - 4 giri
4 - Derani/Mailleux/Pla (Glickenhaus 007) - Glickenhaus - 4 giri
5 - Briscoe/Westbrook/Dumas (Glickenhaus 007) - Glickenhaus - 7 giri
6 - Frijns/Habsburg/Milesi (Oreca 07) - WRT - 8 giri
7 - Gelael/Vandoorne/Blomqvist (Oreca 07) - JOTA - 8 giri
8 - Canal/Stevens/Allen (Oreca 07) - Panis - 9 giri
9 - Di Resta/Lynn/Boyd (Oreca 07) - United AS - 10 giri
10 - Smiechowski/Vdzande/Zande (Oreca 07) - InterEuropol - 11 giri
11 - Lafargue/Chatin/Pilet (Oreca 07) - IDEC - 12 giri
12 - Rusinov/Colapinto/De Vries (Aurus 01) - G-Drive - 13 giri
13 - Gonzalez/Da Costa/Anthony (Oreca 07) - JOTA - 13 giri
14 - Binder/Rojas/Gommendy (Oreca 07) - Duqueine - 14 giri
15 - Hedman/Hanley/Montoya (Oreca 07) - Dragonspeed - 15 giri
16 - Van Eerd/Van Der Garde/Van Uitert (Oreca 07) - RT Nederland - 15 giri
17 - Garcia/Duval/Nato (Oreca 07) - Realteam - 15 giri
18 - Andersen/Taylor/Sørensen (Oreca 07) - High Class - 18 giri
19 - Capillaire/Robin/Robin (Oreca 07) - Graff - 19 giri
20 - Pier Guidi/Calado/Ledogar (Ferrari 488) - AF Corse - 26 giri
21 - Garcia/Taylor/Catsburg (Corvette C8.R) - Corvette - 26 giri
22 - Estre/Jani/Christensen (Porsche 911) - Porsche - 27 giri
23 - Bruni/Lietz/Makowiecki (Porsche 911) - Porsche - 28 giri
24 - Konopka/Webb/Konopka (Oreca 07) - ARC Bratislava - 29 giri
25 - Perrodo/Nielsen/Rovera (Ferrari 488) - AF Corse - 31 giri
26 - Keating/Pereira/Fraga (AMR Vantage) - TF Sport - 32 giri
27 - Cressoni/Mastronardi/Ilott (Ferrari 488) - Iron Lynx - 33 giri
28 - Winslow/Corbett/Cloet (Ligier JSP217) - Eurasia - 33 giri
29 - Fjordbach/Magnussen/Magnussen (Oreca 07) - High Class - 35 giri
30 - Schiavoni/Ruberti/Giammaria (Ferrari 488) - Iron Lynx - 36 giri
31 - Ried/Evans/Campbell (Porsche 911) - Proton - 36 giri
32 - Aoki/Bailly/Lahaye (Oreca 07) - SRT41 - 37 giri
33 - Hoshino/Fujii/Watson (AMR Vantage) - D'Station - 38 giri
34 - Haryanto/Picariello/Seefried (Porsche 911) - Absolute - 39 giri
35 - Hartshorne/Hancock/Gunn (AMR Vantage) - TF Sport - 39 giri
36 - Frey/Bovy/Gatting (Ferrari 488) - Iron Lynx - 39 giri
37 - Serra/Molina/Bird (Ferrari 488) - AF Corse - 40 giri
38 - Renauer/Bohn/Ineichen (Porsche 911) - Herberth - 41 giri
39 - Flohr/Fisichella/Castellacci (Ferrari 488) - AF Corse - 42 giri
40 - Hanson/Scherer/Albuquerque (Oreca 07) - United AS - 43 giri
41 - Iribe/Millroy/Barnicoat (Ferrari 488) - Inception - 44 giri
42 - Andlauer/Bastien/Arnold (Porsche 911) - Proton - 44 giri
43 - Wainwright/Barker/Gamble (Porsche 911) - GR Racing - 49 giri
44 - Milner/Tandy/Sims (Corvette C8.R) - Corvette - 58 giri
45 - Kubica/Deletraz/Ye (Oreca 07) - Team WRT - 9 giri
46 - Cullen/Jarvis/Nasr (Oreca 07) - Risi - 96 giri
47 - Ehret/Hook/Bleekemolen (Ferrari 488) - Rinaldi - 100 giri
48 - Kelly/Aubry/Trummer (Oreca 07) - PR1 - 110 giri
49 - Vanthoor/Parente/Martin (Porsche 911) - Project1 - 144 giri
50 - Macneil/Bamber/Vanthoor (Porsche 911) - Proton - 232 giri
51 - Olsen/Buchardt/Foley (Porsche 911) - Project1 - 233 giri
52 - Kimura/Andrews/Jensen (Ferrari 488) - Kessel - 243 giri
53 - Neubauer/Sales/Fannin (Ferrari 488) - JMW - 254 giri
54 - Cameron/Perel/Griffin (Ferrari 488) - AF Corse - 262 giri
55 - Falb/Merhi/Andrade (Aurus 01) - G-Drive - 263 giri
56 - Lacorte/Sernagiotto/Fuoco (Ferrari 488) - AF Corse - 281 giri
57 - Perfetti/Cairoli/Pera (Porsche 911) - Project1 - 287 giri
58 - Jamin/Aberdein/Maldonado (Oreca 07) - United AS - 296 giri
59 - Calderon/Floersch/Visser (Oreca 07) - AF Corse - 297 giri
60 - Tincknell/Inthraphuvasak/Latorre (Porsche 911) - Proton - 305 giri
61 - Dalla Lana/Thiim/Gomes (AMR Vantage) - AMR - 326 giri

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone