World Endurance

Imola – Qualifica
Pole di Fuoco nella tripletta Ferrari

Da Imola - Michele Montesano La Ferrari ha infiammato Imola. Nelle qualifiche del FIA WEC il Cavallino Rampante ha monopolizz...

Leggi »
Rally

Rally di Croazia – 2° giorno
Neuville respinge gli attacchi di Evans

Michele Montesano Definito “The asphalt challenge” quello della Croazia si è rivelato, finora, il rally più combattuto della ...

Leggi »
formula 1

Shanghai - Qualifica
Dominio Red Bull, Verstappen in pole

La gara Sprint aveva lasciato intuire che la qualifica per il Gran Premio sarebbe stata a senso unico, quello della Red Bull-...

Leggi »
formula 1

Alonso, inutile penalità
per il contatto con Sainz

Avevamo scritto nel precedente articolo riferito alla gara Sprint, che i commissari sportivi non erano intervenuti per dirime...

Leggi »
World Endurance

Peugeot debutta con la nuova 9X8 LMH
Jansonne: “La pista ci darà il verdetto”

Da Imola - Michele Montesano Peugeot è legata a un doppio filo con l’Italia nel FIA WEC. Se a Monza, quasi due anni fa, la C...

Leggi »
formula 1

Shanghai - Gara Sprint
Verstappen di rimonta, poi Hamilton
Bagarre tra Sainz e Leclerc

E alla fine vince sempre lui. Max Verstappen, da quarto a primo nella prima gara Sprint del 2024. Pista asciutta ed ecco che ...

Leggi »
22 Mar [4:57]

Melbourne - Qualifica
Che duello tra Fornaroli e Minì

Mattia Tremolada - Dutch Photo Agency

Un duello sul filo dei millesimi ha decretato l’assegnazione della pole position per la Feature Race del FIA Formula 3 a Melbourne. Leonardo Fornaroli e Gabriele Minì si sono infatti sfidati per la prima posizione giro dopo giro, con un botta e risposta tiratissimo. Con il primo tentativo, Fornaroli si è imposto sull’amico-rivale per ben quattro decimi, firmando la pole provvisoria in 1’33”882. Il pilota del team Trident non è però riuscito a migliorarsi nel secondo giro veloce, mentre Minì si è portato a soli 20 millesimi di ritardo in 1’33”902. Il portacolori Prema ha poi preso il comando nel primo giro con il secondo set, evitando per un pelo la monoposto di Sami Meguetounif, finito a muro all’ultima curva, mentre Fornaroli è stato costretto ad abortire il proprio tentativo, a causa dell'esposizione della bandiera rossa.

Una volta ripresa la sessione, tutti e 29 i piloti superstiti si sono lanciati per un ultimo giro cronometrato, che ha visto Fornaroli abbassare il proprio riferimento in 1’33”044. Anche Minì ha migliorato il proprio crono, fermandosi a soli 19 millesimi di ritardo. Alle loro spalle il vuoto, con Dino Beganovic terzo a tre decimi esatti dalla pole. Sarà dunque una prima fila tutta tricolore al via della gara domenicale, con Fornaroli che scatterà di nuovo dal palo come successo a Silverstone nel 2023, mentre Minì sarà al suo fianco per un 1-2 Trident-Prema.

Ottima la quarta piazza di Nikita Bedrin, che già la passata stagione aveva dimostrato una certa affinità con il circuito australiano. Il pilota russo, ormai trapiantato in pianta stabile a Desenzano, ha preceduto Luke Browning e Nikola Tsolov. Quest’ultimo incredibilmente se l’è cavata con sole tre posizioni di penalità sulla griglia della Sprint Race dopo il brutto episodio che lo ha visto protagonista nelle libere.

Settimo e ottavo tempo per Arvid Lindblad e Oliver Goethe, seguiti da Christian Mansell e Martinius Stenshorne. Mari Boya e Laurens Van Hoepen condivideranno invece la prima fila dello schieramento per la Sprint Race. Esclusi dall’inversione dei primi 12 classificati Joshua Dufek, Charlie Wurz e Sebastian Montoya.

In grande difficoltà il team MP Motorsport, che ha in Alexander Dunne il proprio miglior rappresentante in 17esima piazza. Male anche Santiago Ramos, solo 18esimo e Meguetounif, che come detto è finito violentemente a muro dopo aver fatto segnare il record nel secondo settore. Il pilota francese scatterà dalla 25esima casella in entrambe le manche. Anche Joseph Loake è finito contro le protezioni, chiudendo anzitempo la propria sessione.

Venerdì 22 marzo 2024, qualifica

1 - Leonardo Fornaroli - Trident - 1’33”044
2 - Gabriele Minì - Prema - 1’33”063
3 - Dino Beganovic - Prema - 1’33”344
4 - Nikita Bedrin - PHM - 1’33”389
5 - Luke Browning - Hitech - 1’33”435
6 - Nikola Tsolov - ART - 1’33”584
7 - Arvid Lindblad - Prema - 1’33”716
8 - Oliver Goethe - Campos - 1’33”767
9 - Christian Mansell - ART - 1’33”969
10 - Martinius Stenshorne - Hitech - 1’34”095
11 - Laurens Van Hoepen - ART - 1’34”108
12 - Mari Boya - Campos - 1’34”221
13 - Joshua Dufek - PHM - 1’34”287
14 - Charlie Wurz - Jenzer - 1’34”312
15 - Sebastian Montoya - Campos - 1’34”323
16 - Noel Leon - Van Amersfoort - 1’34”358
17 - Alexander Dunne - MP Motorsport - 1’34”421
18 - Santiago Ramos - Trident - 1’34”464
19 - Kacper Sztuka - MP Motorsport - 1’34”485
20 - Max Esterson - Jenzer - 1’34”487
21 - Matias Zagazeta - Jenzer - 1’34”517
22 - Tim Tramnitz - MP Motorsport - 1’34”527
23 - Callum Voisin - Rodin - 1’34”773
24 - Sophia Floersch - Van Amersfoort - 1’34”902
25 - Sami Meguetounif - Trident - 1’35”062
26 - Piotr Wisnicki - Rodin - 1’35”413
27 - Cian Shields - Hitech - 1’35”519
28 - Joseph Loake - Rodin - 1’35”700
29 - Tasanapol Inthrapuvasak - PHM - 1’36”186
30 - Tommy Smith - Van Amersfoort - 1’36”279