formula 1

Dosare le risorse fra 2021 e 2022:
il dilemma di Red Bull e Mercedes

Da un lato c'è da preparare la rivoluzione tecnica 2022, ormai dietro l'angolo, dall'altro c'è il presente, c...

Leggi »
formula 1

Primo GP di casa per l'Alpine,
che deve crescere sul passo-gara

Si avvicina il Gran Premio di Francia, quello di casa per l'Alpine, il marchio scelto dal gruppo Renault per identificare...

Leggi »
indycar

Detroit - Gara 2
Vittoria-spettacolo di O'Ward

Successo e leadership del campionato di un punto per Pato O’Ward nel secondo appuntamento del fine settimana IndyCar a Detroi...

Leggi »
World Endurance

Portimao - Gara
Doppietta per Toyota, Jota e Ferrari

Michele Montesano Non poteva esserci miglior modo per festeggiare la 100ª gara fra i prototipi nel Mondiale Endurance per la...

Leggi »
indycar

Detroit 1 - Gara
Prima vittoria di Ericsson

Marcus Ericsson ha conquistato a Detroit la sua prima vittoria in IndyCar per il team Ganassi. Il pilota svedese, che si è tr...

Leggi »
indycar

Bandiera rossa a Detroit
Brutto incidente per Felix Rosenqvist

Brutto incidente per Felix Rosenqvist nella prima gara del weekend IndyCar di Detroit. Il pilota svedese è finito dritto nell...

Leggi »
8 Mag [16:12]

Montmelò - Qualifica
Hamilton, pole numero 100

Massimo Costa - XPB Images

Canada 2007, Spagna 2021. In mezzo, sette campionati del mondo conquistati, 97 successi e da oggi 100 pole, l'ultimo incredibile record conquistato da Lewis Hamilton nella qualifica di Montmelò. Un Hamilton che ora stringe l'occhio alla centesima vittoria nei Gran Premi. Sono numeri impressionanti e che forse non verranno mai battuti nel Mondiale F1. E non stiamo certo dimenticando quello che è l'altro obiettivo, principale, del pilota britannico: l'ottavo iride.

Non è stata una passeggiata quella di Hamilton nei 60 minuti che determinano lo schieramento di partenza del GP. La battaglia tra Mercedes e Red Bull-Honda è splendida e una volta di più cogliamo l'occasione per ripetere come un disco rotto: ma che ce ne facciamo della gara sprint del sabato, perché ci volete togliere lo spettacolo unico della F1? Quale mente contorta può avere deciso una assurdità del genere?

Ma torniamo a Hamilton. Verstappen nel Q2 aveva lasciato tutti a bocca aperta ottenendo il tempo di 1'16"922. Davanti a una prestazione del genere sembrava certo che la pole sarebbe stata sua. Però, ancora una volta, l'olandese ha fallito l'obiettivo. Nel primo tentativo del Q3, Verstappen ha siglato l'eccellente crono di 1'16"777, ma Hamilton lo ha beffato con 1'16"741. Nel giro secco finale, nessuno dei due si è migliorato, come Valtteri Bottas, terzo in 1'16"873, che questa volta non è riuscito a "fregare" come in Portogallo i due protagonisti assoluti del Mondiale.

Qualifica splendida dunque, e una prima fila con Hamilton e Verstappen che è una novità questa stagione: in Bahrain infatti, sulla prima piazzola c'era Max e sulla seconda Lewis, poi l'olandese è risultato terzo sia a Imola sia a Portimao. La gara sarà quanto mai incerta e il lungo rettifilo che porta alla prima curva del tracciato catalano, favorirà chi parte secondo o anche terzo, potendo usufruire della scia di chi precede.

In seconda fila con Bottas scatterà uno splendido Charles Leclerc con una Ferrari che sta piano piano migliorando. Il divario dal leader però, è importante, ben 762 millesimi e oltre sei decimi dal finlandese. Un distacco che, come avevamo riportato dopo le libere di venerdì, quando Leclerc era a neanche due decimi da Hamilton, si è fortemente ampliato. Ma è un bene che la Ferrari sia riuscita a battere una sorprendente Alpine-Renault, che da Portimao sta tornando ai livelli che le competono. Esteban Ocon ha trovato il modo per piazzare un notevole quinto tempo a 6 centesimi da Leclerc.

In terza fila con l'Alpine c'è l'altra Ferrari di Carlos Sainz. Lo spagnolo era davanti al monegasco, ma nel finale non è riuscito a migliorarsi. La McLaren, prima rivale del team di Maranello per la conquista del terzo posto nella classifica costruttori, è settima con un ritrovato Daniel Ricciardo e nona con Lando Norris, dal quale ci si attendeva molto di più. Così come le aspettative su Sergio Perez erano molto elevate, e invece il messicano, giratosi nel suo primo tentativo nel Q3, è appena ottavo. A sua discolpa, un problema alla spalla emerso nel corso della giornata. Una prestazione che ricorda quella di Alex Albon o di Pierre Gasly. Decimo Fernando Alonso con la seconda Alpine, per la terza volta consecutiva battuto (ben 4 decimi) dal compagno di squadra.

Sesta fila per una Aston Martin-Mercedes che sperava di centrare la Q3 e invece non vi è riuscita per pochissimo, 6 millesimi. Questo il divario in Q2 tra Lance Stroll ed Alonso. Il canadese ha preceduto Pierre Gasly che dopo ottime prove libere non ha centrato la top 10 con l'Alpha Tauri-Honda. Il suo compagno Yuki Tsunoda è rimasto impantanato nel Q1, a dimostrazione che il pur bravo giapponese deve ancora crescere molto. Come deve migliorare l'Alfa Romeo-Ferrari, che non sta centrando le ottimistiche previsione della vigilia del campionato: Antonio Giovinazzi è solo 14esimo, Kimi Raikkonen 17esimo.

Sabato 8 maggio 2021, qualifica

1 - Lewis Hamilton (Mercedes) - 1'16"741 - Q3
2 - Max Verstappen (Red Bull-Honda) - 1'16"777 - Q3
3 - Valtteri Bottas (Mercedes) - 1'16"873 - Q3
4 - Charles Leclerc (Ferrari) - 1'17"510 - Q3
5 - Esteban Ocon (Alpine-Renault) - 1'17"580 - Q3
6 - Carlos Sainz (Ferrari) - 1'17"620 - Q3
7 - Daniel Ricciardo (McLaren-Mercedes) - 1'17"622 - Q3
8 - Sergio Perez (Red Bull-Honda) - 1'17"701 - Q3
9 - Lando Norris (McLaren-Mercedes) - 1'18"010 - Q3
10 - Fernando Alonso (Alpine-Renault) - 1'18"147 - Q3
11 - Lance Stroll (Aston Martin-Mercedes) - 1'17"974 - Q2
12 - Pierre Gasly (Alpha Tauri-Honda) - 1'17"982 - Q2
13 - Sebastian Vettel (Aston Martin-Mercedes) - 1'18"079 - Q2
14 - Antonio Giovinazzi (Alfa Romeo-Ferrari) - 1'18"356 - Q2
15 - George Russell (Williams-Mercedes) - 1'19"154 - Q2
16 - Yuki Tsunoda (Alpha Tauri-Honda) - 1'18"556 - Q1
17 - Kimi Raikkonen (Alfa Romeo-Ferrari) - 1'18"917 - Q1
18 - Mick Schumacher (Haas-Ferrari) - 1'19"117 - Q1
19 - Nicholas Latifi (Williams-Mercedes) - 1'19"219 - Q1
20 - Nikita Mazepin (Haas-Ferrari - 1'19"807 - Q1

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone