formula 1

È sempre Red Bull, Ferrari benino
Delusione Mercedes e Aston Martin

Nel Gran Premio del Bahrain del 2023, si era registrata la doppietta Red Bull-Honda proprio come quest'anno. Il terzo cla...

Leggi »
World Endurance

Lusail – Gara: dominio Porsche
Tripletta in Hypercar, vittoria in LMGT3

Michele Montesano La stagione 2024 del FIA WEC è iniziata nel segno della Porsche. Sempre al vertice, fin dalle prime sessio...

Leggi »
formula 1

Sakhir - La cronaca
Verstappen trionfa su Perez e Sainz

Verstappen trionfa nel primo GP stagionale, doppietta Red Bull con Perez secondo. Sainz porta la Ferrari sul terzo gradino de...

Leggi »
FIA Formula 2

Sakhir – Gara 2
Doppietta del leader Maloney

Un weekend da incorniciare per Zane Maloney in Bahrain. Nella Feature Race della Formula 2, il barbadiano è riuscito a beffar...

Leggi »
FIA Formula 3

Sakhir - Gara 2
Dominio di Browning

Dominio di Luke Browning nella main race della Formula 3 a Sakhir. Il pilota inglese del team Hitech, già vincitore della gar...

Leggi »
formula 1

Sakhir - Qualifica
Verstappen gela tutti con la pole

E alla fine c'è sempre lui, anzi, ci sono sempre loro, là davanti. Max Verstappen e la Red Bull-Honda si sono presi la po...

Leggi »
23 Apr [21:41]

Montmelò, gara
Racing Team Turkey vince di rimonta

Michele Montesano

Non poteva esserci avvio stagionale migliore per il Racing Team Turkey nella European Le Mans Series. I campioni in carica della LMP2 ProAm, trionfando nella 4 Ore di Barcellona, hanno conquistato la loro prima vittoria assoluta nel campionato continentale Endurance. Salih Yoluc, Charlie Eastwood e Louis Deletraz sono saliti sul gradino più alto del podio al termine di un finale thrilling.

Ma già nel corso del primo stint, il Bronze Yoluc ha posto le basi per la vittoria correndo costantemente a ridosso dei Pro di classe LMP2. È toccato quindi a Eastwood, non appena rilevato il volante, fare il lavoro sporco. Il pilota irlandese ha dapprima superato Tijmen van der Helm (Panis Racing), per poi avere la meglio sul poleman Reshad de Gerus. Approfittando dell’escursione fuoripista del leader di gara James Allen, Eastwood si è poi installato in seconda posizione alle spalle di Nico Pino.



Liquidata anche la pratica con il portacolori del Duqueine Team, Eastwood ha consegnato la vettura a Deletraz al primo posto. Lo svizzero ha quindi iniziato ad allungare sui diretti inseguitori capitanati da Neel Jani. La doccia fredda è però arrivata a mezz’ora dal termine, quando la direzione gara ha esposto a Deletraz la bandiera nera con bollo arancione. Dall’Oreca penzolava infatti un lembo di carrozzeria dal lato posteriore sinistro.

Effettuato il pit-stop obbligatorio, in cui è stato sostituito estrattore e alettone posteriore, Deletraz è rientrato in pista a due secondi da Jani. Chiuso il gap con il leader, lo svizzero ha infilato il connazionale a quindici minuti dalla bandiera a scacchi regalando al Racing Team Turkey la prima vittoria assoluta in ELMS. Jani, in crisi con i freni, non ha potuto far altro che accodarsi chiudendo in seconda posizione.

Gradino più basso del podio per l’Oreca 07 griffata AF Corse magistralmente condotta dall’equipaggio ProAm François Perrodo, Matthieu Vaxiviere e Ben Barnicoat. Quarto posto guadagnato in extremis per il Cool Racing, grazie al sorpasso messo in atto da Malthe Jakobsen ai danni di Job Van Uitert (Panis Racing). Sesta di classe LMP2 ProAm l’Oreca Proton Competition dei nostri Gianmaria Bruni e Giorgio Roda supportati da Jonas Ried.



A tagliare per prima il traguardo in classe LMP3 è stata la Ligier del Racing Spirit of Leman. A fine gara però il team è stato sanzionato di 105” per aver effettuato una sosta in regime di Full Course Yellow. La vittoria è andata così all’equipaggio del Cool Racing composto da Adrien Chila, Marcos Siebert e Alejandro Garcia (nella foto sopra).

Distacchi minimi con gli alfieri dell’Inter Europol Competition Miguel Cristovao, Kai Askey e Wyatt Brichacek che hanno concluso al secondo posto di classe. Al netto della penalità, il Racing Spirit of Leman ha conquistato la terza piazza vanificando così la strenua difesa messa in atto, nel corso dell’ultima mezz’ora di gara, da Antoine Doquin, in equipaggio con Jacques Wolff e Fabien Michal.



Vittoria mai messa in discussione in classe LMGTE. Con tre GT fuori dai giochi già nel corso del primo giro, la Porsche 911 RSR del Proton Competition di Ryan Hardwick, Zach Robichon e Alessio Picariello (nella foto sopra) ha dominato la 4 Ore di Barcellona. Secondo gradino del podio per la Ferrari del Formula Racing, con l’equipaggio tutto danese composto da Johnny Laursen, Conrad Laursen e Mikkel Mac. Scattata dalla pole, la 488 GTE del JMW ha concluso la gara al terzo posto dopo aver scontato un drive through.

Domenica 23 aprile 2023, gara

1 - Yoluc-Eastwood-Deletraz (Oreca 07-Gibson) - R.T. Turkey - 140 giri - 4h01'14"646
2 - Pino-Binder-Jani (Oreca 07-Gibson) - Duqueine - 2"363
3 - Perrodo-Vaxiviere-Barnicoat (Oreca 07-Gibson) - AF Corse - 12"995
4 - Coigny-Jakobsen-Lapierre (Oreca 07-Gibson) - Cool - 43"757
5 - Van Uitert-Maldonado-Van der Helm (Oreca 07-Gibson) - Panis - 46"377
6 - Lafargue-Chatin-Hörr (Oreca 07-Gibson) - Idec - 1'05"613
7 - Lomko-De Gerus-Lopez (Oreca 07-Gibson) - Cool - 1'17"282
8 - Simpson-Allen-Lynn (Oreca 07-Gibson) - Algarve Pro - 1 giro
9 - Sales-Hanley-Beche (Oreca 07-Gibson) - Nielsen - 1 giro
10 - Sato-Hanson-Jarvis (Oreca 07-Gibson) - United AS - 1 giro
11 - Van Rompuy-Alvarez-Berthon (Oreca 07-Gibson) - DKR - 1 giro
12 - Roda-Ried-Bruni (Oreca 07-Gibson) - Proton - 1 giro
13 - Hedman-S.Montoya-JP.Montoya (Oreca 07-Gibson) - DragonSpeed - 2 giri
14 - Poordad-Vautier-Hawksworth (Oreca 07-Gibson) - Algarve Pro - 2 giri
15 - Hodes-Rodriguez-Calderon (Oreca 07-Gibson) - Virage - 2 giri
16 - Schneider-Meyrick-Piquet (Oreca 07-Gibson) - United AS - 3 giri
17 - McGuire-Smith-Di Resta (Oreca 07-Gibson) - United AS - 3 giri
18 - Chila-Siebert-Garcia (Ligier JSP3-Nissan) - Cool - 6 giri
19 - Cristóvão-Askey-Brichacek (Ligier JSP3-Nissan) - Inter Europol - 6 giri
20 - Wolff-Doquin-Michal (Ligier JSP3-Nissan) - Spirit of Leman - 6 giri
21 - Bell-Ali (Ligier JSP3-Nissan) - EuroInternational - 7 giri
22 - Wells-Harper Ellam (Ligier JSP3-Nissan) - Nielsen - 7 giri
23 - Dayson-Eriksen-Manchester (Ligier JSP3-Nissan) - RLR - 7 giri
24 - Trouillet-M.Lahaye-JB.Lahaye (Ligier JSP3-Nissan) - Ultimate - 8 giri
25 - Espirito Santo-Adcock-Jensen (Ligier JSP3-Nissan) - Virage - 9 giri
26 - Hardwick-Robichon-Picariello (Porsche 911 RSR) - Proton - 9 giri
27 - J.Laursen-C.Laursen-Mac (Ferrari F488 GTE EVO) - Formula - 9 giri
28 - Berry-Hanafin-Lancaster (Ferrari F488 GTE EVO) - JMW - 10 giri
29 - Schiavoni-Cressoni-Cairoli (Porsche 911 RSR) - Iron Lynx - 10 giri
30 - Cameron-Perel-Griffin (Ferrari F488 GTE EVO) - Spirit of Race - 10 giri
31 - Lentoudis-Aguas-De Pauw (Ferrari F488 GTE EVO) - AF Corse - 10 giri
32 - Kimura-Huffaker-Schandorff (Ferrari F488 GTE EVO) - Kessel - 10 giri
33 - Fassbender-Rump-Lietz (Porsche 911 RSR) - Proton - 12 giri
34 - Hartshorne-Tuck-Adam (Aston Martin Vantage AMR) - TF Sport - 12 giri
35 - Felbermayr-Julien-Kaprzyk (Ligier JSP3-Nissan) - RLR - 15 giri
36 - Bukhantsov-Wilslow-Perino (Duqueine M30-Nissan) - DKR - 17 giri

Giro più veloce: Vladislav Lomko 1'31"451

Ritirati
Moss-Van Berlo (Ligier JSP3-Nissan) - EuroInternational
Andrade-Caldwell-Aberdein (Oreca 07-Gibson) - Inter Europol
Møller-Birch-Thiim (Aston Martin Vantage AMR) - GMB
Kratz-Weiss-Tunjo (Duqueine M30-Nissan) - WTM Rinaldi
A.Robin-M.Robin-Hasse Clot (Aston Martin Vantage AMR) - TF Sport
Ried-Levorato-Andlauer (Porsche 911 RSR) - Proton