formula 1

Silverstone - Qualifica
Con la pioggia, prima pole di Sainz

Carlos Sainz non scorderà per molto tempo questo sabato 2 luglio. Su uno dei circuiti più iconici della F1, Silverstone, e co...

Leggi »
Super Trofeo Lamborghini

Misano - Gara 1
Cinquina di Spinelli e Weering

Solo Patrik Kujala nel 2015 aveva ottenuto altrettanti successi consecutivi come Loris Spinelli e Max Weering, che stanno ris...

Leggi »
Formula E

Marrakech - Gara
Super Mortara, tris e leadership

Terza vittoria stagionale, dal peso specifico altissimo. Edoardo Mortara trionfa nell'E-Prix di Marrakech e insieme alla ...

Leggi »
FIA Formula 2

Silverstone - Gara 1
Doohan centra il primo successo

Alla vigilia della stagione era atteso nella lotta per il titolo, ma fin qui non è andata come da pronostici. Oggi, però, Jac...

Leggi »
F4 Italia

Vallelunga - Gara 1
Antonelli prende la testa

Quarta vittoria consecutiva per Andrea Kimi Antonelli, che porta a sei il numero di successi stagionali (ottenute tutte ...

Leggi »
GT World Challenge

Misano - Gara 1
WRT allunga, Marciello secondo

Terza vittoria stagionale per Charles Weerts e Dries Vanthoor, che anche a Misano hanno messo le mani su gara 1, come accadut...

Leggi »
18 Giu [23:18]

Montreal - Qualifica
Verstappen batte un grande Alonso

Massimo Costa - XPB Images

Ci sono due campioni del mondo in prima fila nel Gran Premio del Canada. In pole, Max Verstappen, iridato in carica, 24 anni, al suo fianco Fernando Alonso, numero 1 nel 2005 e 2006, 41 anni il prossimo 29 luglio. Quando lo spagnolo del team Alpine vinse il suo primo mondiale, Verstappen aveva 8 anni... Ed ora sono lì, in prima fila, con Alonso che non si farà problemi ad attaccare il giovane pilota della Red Bull-Honda contando sulla velocità del motore Renault, che nelle prove libere del venerdì è parso piuttosto consistente.

Ma riavvolgiamo il nastro. La qualifica si è disputata con la pioggia, nel Q1 sono state impiegate le full wet, nel Q3 le intermedie. Verstappen è stato costantemente il dominatore della frazione conclusiva. E' balzato in testa con il tempo di 1'22"701, si è migliorato con 1'21"620 concludendo con 1'21"299. Alonso, che era stato il più veloce nel bagnatissimo terzo turno libero, ha atteso l'ultimo giro per scatenarsi e strappare la prima fila all'amico di sempre Carlos Sainz. Alonso ha messo in pista tutto il suo talento e incurante dei 40 anni, ormai 41, come un giovanotto si è preso il secondo tempo in 1'21"944. In questi giorni si era parlato di un suo prolungamento di contratto con la Alpine anche al prossimo anno, dopo questa prestazione, non vi saranno più dubbi.

Alonso è vero che in alcuni Gran Premi non ha troppo convinto ed ha praticamente la metà dei punti del suo compagno Esteban Ocon (16 contro 31), ma quello che ha combinato a Montreal in qualifica ha un sapore a dir poco straordinario. Ocon ha dovuto buttar giù un amaro boccone ritrovandosi settimo con 1'23"529, a 1"6 dal suo "anziano" compagno. Resta però da capire chi ha optato per un assetto da pista asciutta, considerando che per domani pare non vi sia la presenza della pioggia, e chi ha puntato sul risultato della qualifica. Ma tant'è, l'acqua come sempre offre sorprese e questa si chiama Alonso e Alpine, bellissimi da vedere in prima fila.



Sainz aveva l'opportunità di andare a caccia di Verstappen. Ci ha provato, ma come ha ammesso lui stesso, ha commesso un paio di errori decisivi, soprattutto all'ultima curva, ed ha terminato a 8 decimi da Verstappen. Peccato, perché con Charles Leclerc che ha partecipato al solo Q1 per via della sostituzione della power unit e conseguente penalità, Sainz era divenuto la punta della Ferrari, ma non ha centrato l'obiettivo.

Con la pioggia Lewis Hamilton ha fatto la differenza nonostante una Mercedes sempre deficitaria. Il sette volte iridato ha spinto forte, migliorandosi costantemente, e al traguardo ha segnato il quarto tempo, sua migliore prestazione stagionale. La Mercedes si era piazzata in seconda fila, quarta piazzola, soltanto in un'altra occasione, in Spagna, con George Russell. Hamilton ha chiuso in 1'22"891, un divario comunque pesante da Verstappen di 1"5. Ma questo passa il convento Mercedes oggi giorno e lui ne ha tratto il massimo in condizioni complicate. Russell, chissà perché, ha tentato a 4' dalla bandiera a scacchi la carta delle gomme slick soft, forse tradito da quella traiettoria asciutta in alcuni punti. Ma è stata un'esagerazione e quando si è lanciato per cercare il tempo, si è subito girato alla prima variante danneggiando l'ala posteriore contro le barriere. Russell partirà ottavo, tempo realizzato con le intermedie.

Terza fila spettacolare perché ospita le due Haas-Ferrari. Eravamo partiti il venerdì affermando le difficoltà del team americano che non aveva portato ancora sviluppi per gli incidenti di Mick Schumacher, che avevano rallentato il lavoro di produzione. Ma con la pioggia, sia Kevin Magnussen, e su di lui non vi erano dubbi, sia il giovane pilota tedesco, si sono scatenati. Il danese ha realizzato il crono di 1'22"960, Schumacher 1'23"356. Grande gioia per il team principal Gunther Steiner. Le due Haas partiranno davanti ad Ocon e Russell, poi in quinta fila troviamo la McLaren-Mercecdes di Daniel Ricciardo e il sorprendente rookie Guan Yu Zhou con la Sauber Alfa Romeo-Ferrari. Il cinese è un'altra bella sorpresa emersa in questa giornata ed ha battuto il compagno Valtteri Bottas, rimasto fuori dalla Q3, 11esimo.



Tra gli esclusi eccellenti, Lando Norris, che non ha segnato un tempo nel Q2 per noie al motore, e, incredibile a dirsi, Sergio Perez. Il messicano ha commesso un erroraccio alla seconda variante e si è piantato nelle barriere. Le ha provate tutte per ripartire, ma il musetto si era incastrato e a niente sono serviti i tentativi in retromarcia per uscire da quella situazione. Perez partirà così 13esimo gettando se stesso in una posizione difficile per quanto riguarda la classifica mondiale. Pensate un po', Verstappen si ritroverà bello sereno al via del GP, con il compagno di squadra in settima fila e Leclerc in decima fila. ovvero i due piloti che lo inseguono in campionato.

Bene Alexander Albon con la Williams-Mercedes, buon 12esimo e mai così in alto quest'anno. Tra le sorprese in negativo, Pierre Gasly con l'Alpha Tauri-Honda, fuori nel Q1 e 16esimo. Anche Sebastian Vettel, velocissimo nel terzo turno, è rimasto con nulla in mano ed era arrabbiatissimo con il team in quanto la monoposto aveva un comportamento differente rispetto alla sessione precedente. Yuki Tsunoda ha cambiato la power unit, la quarta, e come Leclerc partirà dall'ultima fila.



Sabato 18 giugno 2022, qualifica
 
1 - Max Verstappen (Red Bull-Honda) - 1'21"299 - Q3
2 - Fernando Alonso (Alpine-Renault) - 1'21"944 - Q3 
3 - Carlos Sainz (Ferrari) - 1'22"096 - Q3
4 - Lewis Hamilton (Mercedes) - 1'22"891 - Q3
5 - Kevin Magnussen (Haas-Ferrari) - 1'22"960 - Q3
6 - Mick Schumacher (Haas-Ferrari) - 1'23"356 - Q3
7 - Esteban Ocon (Alpine-Renault) - 1'23"529 - Q3
8 - George Russelll (Mercedes) - 1'23"557 - Q3
9 - Daniel Ricciardo (McLaren-Mercedes) - 1'23"749 - Q3
10 - Guan Yu Zhou (Sauber Alfa Romeo-Ferrari) - 1'24"030 - Q3
11 - Valtteri Bottas (Sauber Alfa Romeo-Ferrari) - 1'26"788 - Q2
12 - Alexander Albon (Williams-Mercedes) - 1'26"858 - Q2
13 - Sergio Perez (Red Bull-Honda) - 1'33"127 - Q2
14 - Lando Norris (McLaren-Mercedes) - no time - Q2
15 - Charles Leclerc (Ferrari) - no time - Q2
16 - Pierre Gasly (Alpha Tauri-Honda) - 1'34"492 - Q1
17 - Sebastian Vettel (Aston Martin-Mercedes) - 1'34"512 - Q1
18 - Lance Stroll (Aston Martin-Mercedes) - 1'35"532 - Q1
19 - Nicholas Latifi (Williams-Mercedes) - 1'35"660 - Q1
20 - Yuki Tsunoda (Alpha Tauri-Honda)  1'36"575 - Q1

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone