formula 1

Gasly e la Red Bull che lo snobba:
"Avrei meritato un'altra chance"

Non è facile essere PIerre Gasly. Ci spieghiamo. Il francese ha fino ad oggi disputato due stagioni eccezionali con l'Alp...

Leggi »
formula 1

Briatore chiama, Domenicali risponde
Per l'ex team principal, un incarico?

Ci voleva Stefano Domenicali per riportare in F1 Flavio Briatore. L'ex team principal di Benetton e Renault, campione del...

Leggi »
formula 1

Per il GP dell'Arabia Saudita
arrivano le regole su come vestirsi...

Il circuito è ancora in via di definizione, i lavori sono clamorosamente in ritardo, ma intanto gli organizzatori del GP di J...

Leggi »
formula 1

Mazepin non fa sconti a se stesso
"L'autostima scende agli inizi in F1"

E' molto interessante l'intervista che Nikita Mazepin ha rilasciato alla Gazzetta dello Sport. Il pilota russo del te...

Leggi »
GT Internazionale

IGTC a Indianapolis
Vittoria Audi, tre italiani a podio

Vittoria marchiata Audi alla 8 Ore di Indianapolis, secondo appuntamento valido per l'Intercontinental GT Challenge 2021 ...

Leggi »
Rally

Rally di Spagna – Finale
Neuville vince, Evans tiene aperti i giochi

Michele Montesano Si è confermato un vero specialista dell’asfalto Thierry Neuville. Dopo aver dominato nella sua Ypres, il...

Leggi »
10 Ott [18:05]

Mugello - Gara 3
Bearman campione, Durksen doppietta

Dal Mugello - Massimo Costa - Foto Speedy

Al termine di uno dei suoi peggiori fine settimana nella F4 Italia, decimo in gara 3, Oliver Bearman ha conquistato il campionato tricolore con una prova di anticipo. L'inglese del team Van Amersfoort scrive così il proprio nome nell'albo d'oro della serie e nel 2022 sarà tra i protagonisti del FIA F3, anche se ancora non è chiaro quale sarà il team che lo accoglierà.



Bearman, nella foto sopra, ha ampiamente meritato il titolo, ma rimane la macchia (non certo per colpa sua) della squalifica dalla gara 3 di Imola dopo che era stato appurato che il suo motore non era regolare. Un episodio che ha gettato un'ombra pesante sulla squadra olandese tanto che nel paddock, in queste ultime settimane, più di un team principal ne chiedeva l'esclusione dalla categoria. Bearman, 16 anni, ha conquistato otto vittorie ed ora è anche in piena corsa per vincere il campionato tedesco di F4 dove è leader con 35 punti di vantaggio su Tim Tramnitz e due appuntamenti ancora da disputare. Bearman è la punta del management inglese WH che ha interessi anche nel mondo del calcio e spinge forte sul giovane talento inglese.



La terza gara del Mugello ha nuovamente promosso al primo posto Joshua Durksen, già primo in gara 1. Il paraguayano del team Mucke, nella foto sopra, ha preso il comando delle operazioni al 3° giro superando Joshua Dufek e prendendo rapidamente il largo. Lo svizzero del team VAR, primo nella seconda corsa, non è riuscito a tenere il rtimo di Durksen anche perché messo sotto pressione da Leonardo Fornaroli prima e da Sebastian Montoya poi. Il colombiano però, ha commesso uno dei suoi tradizionali errori andando a colpire Dufek alla prima curva mentre tentava un sorpasso pressoché impossibile.  

Con Montoya e Dufek fuori gioco, Fornaroli di Iron Lynx si è trovato servito su un piatto d'argento una bella seconda posizione, settimo podio stagionale, che lo ripaga delle belle qualifiche svolte al Mugello. Terza posizione per Nikita Bedrin, rookie in continua crescita che si è prontamente ripreso dopo i risultati non propriamente positivi di Spielberg. Bella gara di Kirill Smal, combattivo e tenace, quarto al traguardo dopo una battaglia con Santiago Ramos. Il messicano di Jenzer ha disputato una gara tutta di rimonta e di sorpassi al pari di Francesco Braschi, in scia al compagno di squadra. Per il ragazzo di Cattolica un sesto posto più che meritato e protagonista di un paio di manovre coraggiose e pienamente riuscite. Fuori dai punti Andrea Antonelli, 13esimo, dopo che alla fine del 1° giro, mentre era ottavo, ha commesso un errore.

Domenica 10 ottobre 2021, gara 3

1 - Joshua Durksen - Mucke - 18 giri 33'07"874
2 - Leonardo Fornaroli - Iron Lynx - 7"205
3 - Nikita Bedrin - VAR - 9"620
4 - Kirill Smal - Prema - 11"766
5 - Santiago Ramos - Jenzer - 11"859
6 - Francesco Braschi - Jenzer - 12"131
7 - Piotr Wisnicki - Jenzer - 17"203
8 - Erick Zuniga - Mucke - 17"534
9 - Tim Tramnitz - US Racing - 18"844
10 - Oliver Bearman - VAR - 22"106
11 - Conrad Laursen - Prema - 23"084
12 - Bence Valint - VAR - 23"931
13 - Andrea Antonelli - Prema - 24"147
14 - Levente Revesz - AKM - 24"218
15 - Francesco Simonazzi - BVM - 25"261
16 - Leonardo Bizzotto - BVM - 25"424
17 - Hamda Al Qubaisi - Prema - 26"320
18 - Kacper Sztuka - Iron Lynx - 27"191
19 - Pietro Armanni - Iron Lynx - 28"258
20 - Jonas Ried - Mucke - 28"713
21 - Oliver Gray - BVM - 33"746
22 - Maya Weug - Iron Lynx - 34"310
23 - Jorge Garciarce - Jenzer - 34"660
24 - Pedro Perino - US Racing - 36"757
25 - Nicolas Baptiste - Cram - 54"327
26 - Lorenzo Patrese - AKM - 1 giro
27 - Samir Ben - Jenzer - 1 giro
28 - Sebastian Montoya - Prema - 3 giri

Ritirato
Joshua Dufek

Il campionato
1.Bearman 281; 2.Tramnitz 202; 3.Fornaroli 179; 4.Montoya 166; 5.Smal 164; 6.Dufek 138; 7.Durksen 136; 8.Bedrin 102; 9.Laursen 50; 10.Lomko 37; 11.Bernier 30; 12.Simonazzi 28; 13.Browning, Braschi 27; 15.Qubaisi 23; 16.Meguetounif, Zuniga 22; 18.Valint, Wurz 20; 20.Patrese 19; 21.Baptiste, Ramos 14; 23.Ried, Han 13; 25.Ben 12; 26.Wisnicki 11; 27.Armanni, Bizzotto 8; 29.Antonelli 6; 30.Catino, Revesz 2; 32.Garciarce, Perino 1.

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone