F4 Nel mondo

La F4 UAE per prima schiererà le
Tatuus di seconda generazione con halo

Il FIA Formula 4 UAE Championship powered by Abarth sarà la prima serie per monoposto di Formula 4 a schierare per la stagion...

Leggi »
indycar

VeeKay in forse per Road America
Ware debutta con Coyne

Infortunio alla clavicola per Rinus VeeKay, che è ora in dubbio per la tappa IndyCar a Road America. Il giovane pilota olande...

Leggi »
formula 1

Il "nuovo" Tsunoda funziona:
in Francia per confermarsi

In Formula 1 ci sono fatti non casuali, e casuale, forse, non è stato nemmeno il settimo posto di Yuki Tsunoda a Baku. Messo ...

Leggi »
formula 1

Più spettacolo a Le Castellet?
Il nuovo asfalto come speranza

Quando il Gran Premio di Francia è stato cancellato dal calendario 2020 a causa della pandemia, probabilmente, sono stati in ...

Leggi »
formula 1

Primo GP di casa per l'Alpine,
che deve crescere sul passo-gara

Si avvicina il Gran Premio di Francia, quello di casa per l'Alpine, il marchio scelto dal gruppo Renault per identificare...

Leggi »
formula 1

Dosare le risorse fra 2021 e 2022:
il dilemma di Red Bull e Mercedes

Da un lato c'è da preparare la rivoluzione tecnica 2022, ormai dietro l'angolo, dall'altro c'è il presente, c...

Leggi »
5 Giu [9:52]

Nürburgring, gara 1
Monteiro mette la prima

Michele Montesano

Non poteva esserci palcoscenico migliore per aprire la stagione 2021 del WTCR: nebbia asfalto umido e scivoloso alternato da tratti soleggiati, questo è l’inferno verde del Nürburgring. Il miglior interprete della Nordschleife in gara 1 è stato Tiago Monteiro abile ad approfittare di ogni situazione e sferrare l’attacco decisivo al poleman Yvan Muller negli ultimi metri. Nonostante le Lynk & Co. siano state le vetture più lente sui rettilinei, ad occupare il gradino più basso del podio è stato un consistente Santiago Urrutia.

Partenza lineare nelle prime file, con Yann Ehrlacher che si è messo diligentemente dietro lo zio Muller. I due hanno cercato subito di prendere un buon margine sugli inseguitori capeggiati da Gabriele Tarquini. Il momento chiave della gara si è vissuto nella prima staccata del secondo giro, quando Ehrlacher è arrivato leggermente lungo andando a bussare sul paraurti posteriore di Muller. Entrambe le Lynk & Co. si sono scomposte e ne ha approfittato Tarquini che si è riavvicinato provando una manovra di sorpasso. Il Cinghio ha dovuto pazientare ancora un po’, con il campione in carica in difficoltà con gli pneumatici. L’italiano ha prontamente infilato Ehrlacher sull’allungo del Kesselchen mettendosi alla caccia del leader Muller, per poi completare la pratica di potenza sul rettilineo del Döttinger Höle.

Sembrava già fatta, ma Tarquini ha commesso un errore, arrivando lungo nell’ultima curva della Nordschleife. Il pilota Hyundai ha provato a rintuzzare l’attacco di Muller arrivando al bloccaggio alla prima staccata e creando un po’ di scompiglio. Ad approfittarne, oltre a Muller, Monteiro che da quinto si è ritrovato secondo e Urrutia risalito in terza posizione. Il portoghese della Honda ha poi sverniciato Muller sul rettilineo di Döttinger Höle, a pochi metri dalla bandiera a scacchi.

Quarto posto per Esteban Guerrieri, bravo ad approfittare delle situazioni di caos e soprattutto a salvaguardare la Civic in vista della seconda manche. Norbert Michelisz ha ereditato la quinta piazza precedendo lo sfortunato Tarquini. Settimo, e ancora una volta migliore di casa Audi, Tom Coronel che ha guadagnato anche il successo riservato ai piloti indipendenti. A seguire Ehrlacher che ha perso numerose posizioni all’inizio della seconda tornata. A chiudere la top-10 Nestor Girolami e Jean-Karl Vernay che scatteranno dalla prima fila di gara 2. È continuato nel peggiore dei modi il weekend Cupra con Mikel Azcona speronato da Luca Engstler nelle prime fasi di gara e Rob Huff fermo ai box.

Sabato 5 giugno 2021, gara 1

1 - Tiago Monteiro (Honda) - Münnich - 3 giri
2 - Yvan Muller (Lynk & Co) - Cyan - 0"514
3 - Santiago Urrutia (Lynk & Co) - Cyan - 0"746
4 - Esteban Guerrieri (Honda) - Münnich - 0"945
5 - Norbert Michelisz (Hyundai) - BRC - 1"410
6 - Gabriele Tarquini (Hyundai) - BRC - 1"941
7 - Tom Coronel (Audi) - Comtoyou - 3"107
8 - Yann Ehrlacher (Lynk & Co) - Cyan - 3"779
9 - Néstor Girolami (Honda) - Münnich - 3"997
10 - Jean-Karl Vernay (Hyundai) - Engstler - 5"152
11 - Nathanaël Berthon (Audi) - Comtoyou - 5"340
12 - Attila Tassi (Honda) - Münnich - 5"562
13 - Thed Björk (Lynk & Co) - Cyan - 7"322
14 - Luca Engstler (Hyundai) - Engstler - 7"883
15 - Gilles Magnus (Audi) - Comtoyou - 9"942
16 - Frederic Vervisch (Audi) - Comtoyou - 10"987
17 - Mikel Azcona (Cupra) - Zengő - 11"137
18 - Jordi Gene (Cupra) - Zengő - 25"013
19 - Bence Boldizs (Cupra) - Zengő - 31"718
20 - Andreas Bäckman (Hyundai) - Target - 31"982
21 - Jessica Bäckman (Hyundai) - Target - 34"633
22 - Robert Huff (Cupra) - Zengő - 1 giro

Giro veloce: Mikel Azcona 9'01"919

Il campionato
1.Monteiro 25 punti; 2.Muller 20; 3.Guerrieri 19; 4.Urrutia 18; 5.Girolami 17; 6.Vernay 14; 7.Michelisz 11; 8.Tarquini 10; 9.Coronel 9; 10.Ehrlacher 8.

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone