formula 1

Gasly e la Red Bull che lo snobba:
"Avrei meritato un'altra chance"

Non è facile essere PIerre Gasly. Ci spieghiamo. Il francese ha fino ad oggi disputato due stagioni eccezionali con l'Alp...

Leggi »
formula 1

Briatore chiama, Domenicali risponde
Per l'ex team principal, un incarico?

Ci voleva Stefano Domenicali per riportare in F1 Flavio Briatore. L'ex team principal di Benetton e Renault, campione del...

Leggi »
formula 1

Per il GP dell'Arabia Saudita
arrivano le regole su come vestirsi...

Il circuito è ancora in via di definizione, i lavori sono clamorosamente in ritardo, ma intanto gli organizzatori del GP di J...

Leggi »
formula 1

Mazepin non fa sconti a se stesso
"L'autostima scende agli inizi in F1"

E' molto interessante l'intervista che Nikita Mazepin ha rilasciato alla Gazzetta dello Sport. Il pilota russo del te...

Leggi »
GT Internazionale

IGTC a Indianapolis
Vittoria Audi, tre italiani a podio

Vittoria marchiata Audi alla 8 Ore di Indianapolis, secondo appuntamento valido per l'Intercontinental GT Challenge 2021 ...

Leggi »
Rally

Rally di Spagna – Finale
Neuville vince, Evans tiene aperti i giochi

Michele Montesano Si è confermato un vero specialista dell’asfalto Thierry Neuville. Dopo aver dominato nella sua Ypres, il...

Leggi »
24 Set [13:59]

Ricambia il format di F2 e F3
Nel 2022 si torna (quasi) all'antico

Massimo Costa

Si vociferava, da qualche settimana, che il format attuale di Formula 2 e Formula 3 non avesse proprio funzionato, che fosse completamente sbagliato e andava modificato. In realtà, lo si era intuito fin da subito, quando venne reso ufficiale, e Italiaracing non mancò di sottolinearlo. La separazione tra le due categorie, un calendario con tempi vuoti enormi (un mese e mezzo, anche due), il passaggio da due a tre gare per weekend, avevano reso F2 e F3 un campionato di difficile interpretazione. Perché su un totale di 24 gare di F2, soltanto 8 avevano lo schieramento di partenza determinato dall'esito della qualifica, mentre in F3, con 21 corse, erano 7 quelle "vere".

C'è voluta la realtà dei fatti per evidenziare che così non si poteva continuare. E allora, si torna all'antico. Va dato atto che non è da tutti tornare sui propri passi e riconoscere i propri errori, anche se in realtà, nella dichiarazione ufficiale, il CEO delle due categorie, Bruno Michel, sottolinea come l'esigenza di cambiare il format sia dettato soltanto dal pessimo calendario che era stato disegnato per la stagione 2021 e non dal format sportivo.

Nel 2022, Formula 2 e Formula 3 saranno assieme nei weekend di gara (da definire i calendari), come accaduto fino al 2020 e come si sta verificando questo fine settimana a Sochi per via dell'annullamento della trasferta F3 ad Austin. Si tornerà a due corse per evento per ognuno dei due campionati con la main race che si disputerà la domenica con lo schieramento di partenza determinato dalla qualifica. Gara 1 invece, si terrà il sabato con la griglia di partenza che vedrà i primi 12 per F3 e i primi 10 in F2 , a posizioni invertite.

Rimane quindi questa "eredità" del format sportivo attuale, ma non si poteva avere tutto evidentemente. In questi due campionati, pare essere divenuta una necessità fondamentale premiare con una prima fila chi non lo merita...

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone