formula 1

Ferrari, piccole novità a Sochi:
si cerca di sistemare la SF1000

Jacopo Rubino

Ci sarà il riscatto Ferrari in Russia, dopo il difficile trittico Spa-Monza-Muge...

Leggi »
Mondiale Rally

Evans rimane calmo
"Il mio approccio non cambia"

Mattia Tremolada

Nonostante sia tornato in testa al mondiale con soli due appuntamenti al termine della ...

Leggi »
9 Set [11:35]

Riparte la sfida da Zolder
Ecco le forze in campo

Michele Montesano

Finalmente, questo weekend il WTCR vedrà il suo primo semaforo verde. Le danze del Mondiale Turismo inizieranno sul tracciato di Zolder, subentrato in extremis al Salzburgring. Saranno venti i piloti che si daranno battaglia in tutto il campionato, più le wild card che si aggiungeranno di volta in volta. Sarà ancora una Hyundai i30 N ad avere sulle portiere il numero 1, ma questa volta toccherà a Norbert Michelisz difendere lo scettro di campione del mondo. Confermate le forze in campo per quanto riguarda i costruttori che hanno dato battaglia nello scorso campionato: Hyundai, Honda, Lynk & Co., Alfa Romeo, Audi e Cupra alle quali si aggiungerà la Renault.

Il calendario
Come già detto, il calendario si svolgerà esclusivamente sul suolo europeo per contenere le spese e i lunghi trasferimenti, oltre a scongiurare ulteriori problemi inerenti al Coronavirus. Si partirà da Zolder per proseguire al Nürburgring, in concomitanza con la celebre 24 Ore dell’inferno verde (27 settembre). In seguito verranno condensati quattro eventi fra ottobre e novembre, con Slovakia Ring (11 ottobre), Hungaroring (18 ottobre), Aragon (1 novembre) e infine il grande ritorno in Italia con il rinnovato circuito di Adria (15 novembre). Per garantire un numero adeguato di gare, i primi due appuntamenti prevederanno due manche, mentre i restanti saranno costituiti da tre gare ciascuno.

I favoriti per l’assoluto
Le Hyundai i30 N TCR si presentano con i favori del pronostico. Le vetture coreane hanno dominato entrambe le edizioni del WTCR: la prima con il nostro Gabriele Tarquini e la scorsa con Michelisz. Ancora una volta i due piloti saranno sotto lo stesso tetto di casa BRC. Le altre due i30 N saranno affidate al confermato Nicky Catsburg e alla giovane promessa Luca Engstler e verranno gestite dal team di famiglia Engstler Liqui Moly Racing.

A guidare il gruppo degli inseguitori, sarà sicuramente la Honda e il suo braccio armato Münnich Motorpsort. Oltre al vice campione Esteban Guerrieri, saranno della partita anche Nestor Girolami, l’esperto Tiago Monteiro e il giovane ungherese Attila Tassi. L’idea di unire sotto un’unica struttura le Civic Type R è stata mutuata dai rivali, e questa sarà utilissima per ampliare le strategie oltre a eventuali giochi di scuderia.

La Lynk & Co. dopo un debutto folgorante torna con l’obiettivo di centrare entrambi i titoli. Le quattro 03 TCR saranno affidate come al solito al Cyan Racing, struttura che ha partecipato attivamente anche alla gestazione del progetto. Agli esperti Thed Björk e Yvan Müller è stato confermato il promettente Yann Ehrlacher. La scommessa di questa stagione si chiama Santiago Urrutia. L’uruguaiano, che ha militato nella TCR Europe lo scorso anno, prenderà il posto di Andy Priaulx.

Gli outsider
Chi sono chiamati a scompaginare i piani dei team semi-ufficiali sono le squadre che rappresentano i seguenti costruttori: Cupra, Audi, Alfa Romeo e infine Renault. Il costruttore spagnolo farà debuttare ufficialmente le nuove Leon Competition tramite la Zengő Motorpsort. La compagine ungherese schiererà due piloti magiari quali Bence Boldizs e Gábor Kismarty-Lechner, ma la vera punta di diamante sarà Mikel Azcona. Lo spagnolo si candida come vera mina vagante di questo campionato, essendo pilota ufficiale Seat e soprattutto è stato parte attiva allo sviluppo della nuova vettura della casa di Martorell.

Dopo il ritiro dalle competizioni in veste ufficiale di Volkswagen e Audi, il Comtoyou Racing ha deciso di sposare la causa della casa dei quattro anelli. Il team belga schiererà tre RS3 LMS che verranno affidate al belga Gilles Magnus proveniente dalla TCR Europe, e a Nathanaël Berthon al rientro nel WTCR dopo un anno trascorso nel WEC. Confermato il veterano Tom Coronel, l’olandese quest’anno punterà al traguardo delle 500 gare disputate su vetture Turismo.

Sarà nuovamente della partita il Team Mulsanne con la Giulietta Veloce TCR preparata da Romeo Ferraris. Dopo l’annuncio dell’abbandono del WTCR a fine 2019, il team ha deciso di ripresentarsi complice il calendario tutto europeo. Sarà solamente un pilota a rappresentare il marchio del Biscione: Jean-Karl Vernay, esperto di gare Turismo oltre che campione della TCR International Series nel 2017 al volante della Golf.

Ingresso last minute per il Vuković Motorpsort, il team che gestirà in pista le Renault Megane RS TCR. L’iscrizione sancisce ufficialmente l’ingresso della casa della Losanga nel WTCR. A rappresentare i colori del team svizzero sarà il giovanissimo Jack Young. Il diciottenne vanta la partecipazione al TCR Europe dello scorso anno proprio con la Megane preparata in Svizzera. Sarà al via di Zolder anche Dylan O’Keeffe in veste di wild card. L’australiano parteciperà solamente al primo evento del Mondiale Turismo per prendere dimestichezza con la Megane, con la quale parteciperà a tutta la TCR Australia che riprenderà a ottobre.

BoP e incognita Goodyear
Non c’è stagione del WTCR che si rispetti senza BoP. Il Balance of Performance ha l’obiettivo di equilibrare i valori in campo fra le varie vetture in pista. Si partirà con un peso standard, considerando anche l’ingresso della nuova Cupra e della Megane, per poi apportare correttivi durante la stagione. Notizia dell’ultima ora vede rispettivamente le Audi e la Giulietta appesantite di 20 Kg e la Renault Megane di 30 Kg. Poichè i team che gestiscono queste vetture hanno chiesto una deroga per quanto riguarda la nuova centralina Magneti Marelli, in quanto impossibilitati a installarla sulle rispettive auto in tempi brevi.

Il WTCR targato 2020 vedrà l’ingresso del mono fornitore, per quanto concerne gli pneumatici, Goodyear al posto della uscente Yokohama. Una variabile in più per piloti e team, in quanto il costruttore americano porterà solamente un tipo di pneumatico da asciutto e uno per bagnato. Sarà quindi fondamentale cercare di trovare le giuste regolazioni nei test pre stagionali che si terranno il giovedì sempre sul circuito di Zolder.

Elenco iscritti WTCR 2020

1 - Norbert Michelisz (Hyundai) - BRC Squadra Corse
7 - Jack Young (Renault) - Vuković Motorsport  
8 - Luca Engstler (Hyundai) - Engstler Racing Team
9 - Attila Tassi (Honda) - Münnich Motorsport 
11 - Thed Björk (Lynk & co) - Cyan Racing
12 - Santiago Urrutia (Lynk & co) - Cyan Racing
16 - Gilles Magnus (Audi) - Comtoyou Racing 
17 - Nathanaël Berthon (Audi) - Comtoyou Racing
18 - Tiago Monteiro (Honda) - Münnich Motorsport 
29 - Néstor Girolami (Honda) - Münnich Motorsport
30 - Gabriele Tarquini (Hyundai) - BRC Squadra Corse
31 - Tom Coronel (Audi) - Comtoyou Racing
55 - Bence Boldizs (Cupra) - Zengő Motorsport
68 - Yann Ehrlacher (Lynk & co) - Cyan Racing
69 - Jean-Karl Vernay (Alfa Romeo) - Team Mulsanne  
86 - Esteban Guerrieri (Honda) - Münnich Motorsport
88 - Nicky Catsburg (Hyundai) - Engstler Racing Team
96 - Mikel Azcona (Cupra) - Zengő Motorsport
99 - Gábor Kismarty-Lechner (Cupra) - Zengő Motorsport
100 - Yvan Muller (Lynk & co) - Cyan Racing

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone