formula 1

FIA e F1, missione compiuta:
approvate le regole sui motori 2026

Finalmente. Dopo mesi, per non dire un paio d'anni, di trattative e discussioni, sono ufficialmente confermate le regole ...

Leggi »
formula 1

Misure anti porpoising dal 2023:
la delibera FIA con un compromesso

Nel Consiglio Mondiale di oggi, oltre ad approvare le power unit 2026, la FIA ha deliberato le misure in vigore dal 2023 cont...

Leggi »
formula 1

Verstappen non ha dubbi: "La Ferrari
più competitiva della mia Red Bull"

Il suo ruolino di marcia è impeccabile, la stagione 2022 è senza dubbio una delle migliori della sua carriera. Otto le vitto...

Leggi »
World Endurance

Ferrari prosegue i test della LMH
Cosa nasconde la livrea mimetica

Michele Montesano È un’estate intensa e priva di soste quella del reparto Ferrari Competizioni GT. Gli uomini di Maranello ...

Leggi »
Regional by Alpine

Intervista a Dino Beganovic
“Tanto lavoro con Prema dietro i miei successi”

Una partenza eccezionale, con sette podi nelle prime sette gare della stagione. Quello di Dino Beganovic, pilota della Ferrar...

Leggi »
Formula E

Vandoorne, l'ennesimo campione che
la F1 ha snobbato con troppa fretta

Nelson Piquet, Sebastien Buemi, Lucas Di Grassi, Jean-Eric Vergne (due volte), Antonio Felix Da Costa, Nyck De Vries, Stoffel...

Leggi »
2 Ago [16:01]

Sargeant nella FP1 di Austin:
la Williams lo testa per il 2023?

Jacopo Rubino

Logan Sargeant guiderà la Williams nel primo di turno di prove libere del Gran Premio degli Stati Uniti: per l'americano, proprio sulla pista di casa, sarà l'esordio in un weekend di Formula 1, esattamente un anno dopo l'ingresso nel programma giovani del team. Sargeant ha ottenuto questa occasione sull'onda del buon momento vissuto in Formula 2, dove da rookie è terzo in classifica generale con due vittorie, altri due piazzamenti a podio e due pole-position.

"Il mio obiettivo", ha dichiarato in modo prevedibile, "è imparare il più possibile con la vettura di nuova generazione. Spero di trarre il massimo da questa esperienza e di potermela godere". Il pilota della Florida infatti non ha mai guidato la FW44 a effetto suolo, ma lo scorso dicembre era stato schierato nei test di fine stagione ad Abu Dhabi.

"Ha mostrato prestazioni da vincente in F2, assieme al duro lavoro al simulatore. Ci sembrava giusto premiarlo con l'opportunità di disputare le prove libere ad Austin, e non vediamo l'ora di vedere in che modo saranno d'aiuto le sue indicazioni", ha commentato il direttore sportivo Sven Smeets.

Sarà contenta anche Liberty Media, che per l'espansione commerciale del Circus spera nel ritorno di uno yankee sulla griglia: Sargeant, ad oggi, è quello con le maggiori credenziali, e intanto sarà il primo americano a girare in un fine settimana F1 dai tempi di Alexander Rossi, che disputò il finale di campionato 2015 con la Marussia.

Per la Williams sarà la seconda libera del venerdì concessa quest'anno ad un esordiente, come richiesto dal regolamento, dopo quella di Barcellona in cui è stato schierato Nyck De Vries. Sulla carta, sia l'olandese (uomo Mercedes) che Sargeant potrebbero sperare in un sedile da titolari per il 2023, con Nicholas Latifi a rischio e il "prestito" di Oscar Piastri dall'Alpine che potrebbe sfumare definitivamente, visto il clamoroso passaggio di Fernando Alonso in Aston Martin. Ad Austin sarà proprio Latifi a dover cedere provvisoriamente il volante, mentre in Spagna era toccato al compagno Alex Albon.

Jost Capito, amministratore delegato e team principal Williams, di recente aveva del resto definito "un bel dilemma" l'idea che Sargeant, con le sue prestazioni in F2, possa diventare una seria alternativa per un posto in Formula 1, anche perché proveniente dal vivaio. Ma al momento non è senza dubbio il favorito.

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone