World Endurance

Imola – Qualifica
Pole di Fuoco nella tripletta Ferrari

Da Imola - Michele Montesano La Ferrari ha infiammato Imola. Nelle qualifiche del FIA WEC il Cavallino Rampante ha monopolizz...

Leggi »
Rally

Rally di Croazia – 2° giorno
Neuville respinge gli attacchi di Evans

Michele Montesano Definito “The asphalt challenge” quello della Croazia si è rivelato, finora, il rally più combattuto della ...

Leggi »
formula 1

Shanghai - Qualifica
Dominio Red Bull, Verstappen in pole

La gara Sprint aveva lasciato intuire che la qualifica per il Gran Premio sarebbe stata a senso unico, quello della Red Bull-...

Leggi »
formula 1

Alonso, inutile penalità
per il contatto con Sainz

Avevamo scritto nel precedente articolo riferito alla gara Sprint, che i commissari sportivi non erano intervenuti per dirime...

Leggi »
World Endurance

Peugeot debutta con la nuova 9X8 LMH
Jansonne: “La pista ci darà il verdetto”

Da Imola - Michele Montesano Peugeot è legata a un doppio filo con l’Italia nel FIA WEC. Se a Monza, quasi due anni fa, la C...

Leggi »
formula 1

Shanghai - Gara Sprint
Verstappen di rimonta, poi Hamilton
Bagarre tra Sainz e Leclerc

E alla fine vince sempre lui. Max Verstappen, da quarto a primo nella prima gara Sprint del 2024. Pista asciutta ed ecco che ...

Leggi »
30 Mar [13:25]

Sauber, il dado non è tratto
e i pit-stop sono troppo lunghi

Massimo Costa - XPB Images

Ci si attendeva un avvio di stagione migliore da parte del team Sauber-Ferrari. E invece, dopo tre gare, sia Valtteri Bottas sia Guan Yu Zhou non sono riusciti a marcare neanche un punto. D'accordo, a quota zero ci sono anche la Williams e la Alpine, ma è indubbio che le aspettative sulla squadra svizzera erano elevate anche considerando il prossimo ingresso di Audi. Bottas e Zhou  non sono mai entrati nella Q3. Per il finlandese il milglior piazzamento in qualifica è stato il 13esimo posto a Melbourne mentre il cinese appare più in difficoltà non avendo mai fatto meglio della 17esima posizione di Sakhir. In gara, Zhou proprio in Bahrain ha sfiorato la zona punti chiudendo 11esimo, Bottas ha raccolto un 14esimo posto in Australia.

Ma al di là delle non eccelse prestazioni delle due C44, sono emersi problemi importanti nella fase dei pit-stop durante i Gran Premi, eventi che hanno fatto perdere ogni chance di ottenere un valido risultato da parte dei due piloti. Inconvenienti che, pare, non potranno essere risolti per i prossimi tre o quattro Gran Premi. Il guaio deriva dai dadi ruota. Durante la pausa invernale, il team Sauber ha investito molto per realizzare dei dadi più leggeri e altre componenti mirati a velocizzare le operazioni nel cambio gomme. Beffardamente, l'operazione si è ritorta contro il team.

Nelle prove libere e nei test invernali questi inconvenienti non erano emersi, ma con le maggiori temperature registrate in gara, ecco che si sono presentati gli intoppi che hanno costretto i meccanici a perdere diversi secondi nelle operazioni dei pit-stop per via di una deformazione della filettatura. La Sauber sta correndo ai ripari, ma servirà tempo. Sono coinvolti fornitori esterni e la riprogettazione del tutto, dadi e mozzi con i relativi processi metallurgici necessari per fabbricarli, costringerà il team a incrociare le dita ogni qualvolta Bottas e Zhou entreranno in pit-lane per cambiare le gomme.