formula 1

Schumacher-Mazepin anche nel 2022,
la Haas conferma i suoi piloti

Mick Schumacher e Nikita Mazepin saranno i piloti Haas anche nel campionato di Formula 1 2022: l'ufficialità è arrivata a...

Leggi »
formula 1

Ibrido aggiornato sulla Ferrari,
ma Leclerc in Russia parte dal fondo

Charles Leclerc potrà contare su una potenza extra a partire dal Gran Premio di Russia di questo weekend. La Ferrari del mone...

Leggi »
formula 1

Il weekend di Monaco "normalizzato":
dal 2022 basta prove libere al giovedì

Anche le tradizioni non sono per sempre, e nel 2022 in Formula 1 ne sparirà una tipica del Gran Premio di Monaco: il weekend ...

Leggi »
formula 1

Honda al massimo fino alla fine:
da Spa batterie evolute per la Red Bull

Il mantra lo conosciamo da mesi: la Honda lascerà la Formula 1 a fine stagione, ma sta dando sempre il massimo per uscire di ...

Leggi »
formula 1

Whitmarsh torna in Formula 1:
ruolo dirigenziale in Aston Martin

Martin Whitmarsh rientra nel giro della Formula 1, e lo fa con il team Aston Martin: sarà responsabile della nuova divisione ...

Leggi »
F3 FIA Asia

È pronto il calendario 2022
Cinque eventi tra Yas Marina e Dubai

La bella e avvincente stagione 2021 della F3 Asia organizzata dalla Top Speed dell'italiano Davide De Gobbi è alle spalle...

Leggi »
24 Lug [12:27]

Spa - Qualifica 1
La pioggia non ferma Saucy

Da Spa - Mattia Tremolada

Cambiano le condizioni atmosferiche, ma non i valori in campo. Nemmeno la pioggia caduta nel corso del primo turno di qualifiche della Formula Regional by Alpine a Spa-Francorchamps è infatti riuscita a spodestare Gregoire Saucy dalla prima posizione, con il pilota svizzero che ha conquistato l'ottava pole position stagionale davanti al compagno di squadra Gabriele Minì. Pochi minuti prima dell'avvio del Q1, una leggera pioggia aveva iniziato a bagnare il circuito belga, rendendo l'asfalto insidioso. Tutti i piloti sono comunque entrati con le gomme slick, ma già nel corso del primo giro cronometrato Oliver Goethe è andato a sbattere alla staccata di Les Combes, danneggiando il braccetto anteriore sinistro.

Inizialmente la direzione gara ha deciso di congelare le ostilità con il regime di Full Course Yellow, ma dopo pochi minuti è stata esposta la bandiera rossa. Mentre tutti i piloti si trovavano in corsia box, senza aver ancora messo a segno un tempo utile, la pioggia ha iniziato a cadere copiosa, portando tutte le squadre a sostituire le gomme slick con quelle da bagnato. La qualifica è quindi iniziata di fatto in quel momento, e ha visto mettersi subito in evidenza Zane Maloney, a lungo in testa alla classifica.

La coppia di ART formata da Saucy e Minì è però sempre rimasta nelle posizioni di vertice, dando la zampata decisiva nel finale, monopolizzando nuovamente la prima fila come accaduto a Zandvoort. La classifica del Q1 è però valida per gara 2, in programma domani, mentre sarà la qualifica di questo pomeriggio a stabilire la griglia di partenza della corsa che scatterà alle 19:25 di stasera. Alle loro spalle si è portato David Vidales, tornato finalmente nelle posizioni di vertice dopo aver sofferto in qualifica negli appuntamenti precedenti. Più sfortunato Paul Aron, che ha visto cancellare il proprio miglior riferimento per track limits, chiudendo comunque settimo. Quarta e quinta piazza per Hadrien David e Maloney, mentre Isack Hadjar si aspettava certamente di più della 16esima posizione.

Buon sesto Kas Haverkort, che proprio a Spa nel 2020 fece due volte quinto in gara nelle vesti di wild card. Spazio in top-10 anche per Franco Colapinto, autore di un testacoda a Pouhon, Elias Seppanen e un ottimo Dexter Patterson. Al debutto con la monoposto di Monolite Racing, il pilota scozzese ha dimostrato di essere competitivo sia su asfalto asciutto, sfiorando i primi dieci nelle libere 2 di ieri, sia su asfalto bagnato, estraendo dal cilindro un ottimo giro nelle battute conclusive del Q1. Più in difficoltà invece Pietro Delli Guanti, che sotto la pioggia non è riuscito a confermarsi sul podio virtuale della classifica rookie come accaduto ieri.

Undicesima piazza per Michael Belov di G4 Racing, attardato dopo aver dominato le libere del venerdì. 13esimo Patrik Pasma, dopo il cambio di casacca da KIC ad ART Gp, mentre Francesco Pizzi ha chiuso 15esimo e sesto tra i rookie, nonostante abbia perso la giornata di test collettivi di mercoledì. 18esimo l'altro debuttante Ido Cohen, che ha messo alle proprie spalle il compagno in JD Eduardo Barrichello. In difficoltà il resto della pattuglia tricolore, con Andrea Rosso 24esimo, Emidio Pesce 26esimo, Delli Guanti 27esimo e Nicola Marinangeli 28esimo.

Sabato 24 luglio 2021, qualifica 1

1 - Gregoire Saucy - ART - 2’35"363
2 - Gabriele Minì - ART - 2’35"476
3 - David Vidales - Prema - 2’35"982
4 - Hadrien David - R-Ace - 2’36"324
5 - Zane Maloney - R-Ace - 2’36"804
6 - Kas Haverkort - MP Motorsport - 2’36"849
7 - Paul Aron - Prema - 2’36"869
8 - Franco Colapinto - MP Motorsport - 2’36"964
9 - Elias Seppanen - KIC - 2’37"013
10 - Dexter Patterson - Monolite - 2’37"112
11 - Michael Belov - G4 Racing - 2’37"132
12 - Mari Boya - VAR - 2'37"142
13 - Patrik Pasma - ART - 2’37"669
14 - Lorenzo Fluxa - VAR - 2’37"683
15 - Francesco Pizzi - VAR - 2'37"792
16 - Isack Hadjar - R-Ace - 2’37"809
17 - William Alatalo - Arden - 2’37"854
18 - Ido Cohen - JD Motorsport - 2’37"874
19 - Eduardo Barrichello - JD Motorsport - 2’38"092
20 - Gabriel Bortoleto - FA Racing - 2’38"272
21 - Alex Quinn - Arden - 2’38"488
22 - Tommy Smith - JD Motorsport - 2’38"666
23 - Dino Beganovic - Prema - 2’38"935
24 - Andrea Rosso - FA Racing - 2’39"267
25 - Nico Gohler - KIC - 2’40"633
26 - Emidio Pesce - DR Formula - 2’41"271
27 - Pietro Delli Guanti - Monolite - 2’42"710
28 - Nicola Marinangeli - Arden - 2’43"380
29 - Axel Gnos - G4 Racing - 2’43"653
30 - Alexandre Bardinon - FA Racing - 2’44"871
31 - Lena Buhler - R-Ace - 2’44"901
32 - Jasin Ferati - KIC - 2’45"273
33 - Oliver Goethe - MP Motorsport - nessun tempo

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone