formula 1

Pre campionato F1 2026
Salgono a nove le giornate di test

Meno test, più gare, più simulatori. Questa è la F1 di oggi, l'unico sport in cui gli atleti non hanno la possibilità di ...

Leggi »
Eurocup-3

Intervista al GM Rodriguez sul
futuro della serie e sulla WS F4

Il motorsport spagnolo sta vivendo annate di grande intensità. Alla crescita esponenziale della Formula 4, si è affiancata l&...

Leggi »
formula 1

Rivoluzione Audi
Cacciati Seidl e Hoffmann, il nuovo
capo del programma F1 è Binotto

E' un vero colpo di scena quello che si è verificato in Audi. Alla vigilia del GP del Belgio, proprio dove nel 2022 venne...

Leggi »
World Endurance

Proseguono i test Aston Martin:
la Valkyrie LMH ha girato a Donington

Michele Montesano Con il primo test di Silverstone della Valkyrie LMH, il programma per il rientro nell’Aston Martin nella c...

Leggi »
formula 1

Verstappen, un comportamento
non degno di un campione del mondo

Pensavamo che Max Verstappen fosse maturato anche al di là delle sue enormi capacità di guida. Pensavamo che i successi lo av...

Leggi »
Formula E

Londra – Gara 2
Wehrlein campione, disfatta Jaguar

Michele Montesano Non poteva esserci finale più avvincente. La decima stagione di Formula E si è decisa negli ultimi giri del...

Leggi »
10 Mag [19:49]

Spa – Gara 1
Bonduel vittoria casalinga

Da Spa - Michele Montesano - Foto Maggi

Conquistando il successo di gara 1 a Spa-Francorchamps, seconda tappa del Lamborghini Super Trofeo Europe 2024, Amaury Bonduel ha potuto festeggiare davanti al suo pubblico. Pur partendo dalla pole, la vittoria è stata tutt’altro che scontata per il belga che, proprio nell’ultimo giro, è riuscito a riconquistare le redini della gara. Inoltre, grazie alla seconda vittoria conquistata dopo quella di Imola, Bonduel è salito al comando della graduatoria generale del campionato.

Scattato dal palo, Bonduel ha mantenuto la prima posizione incalzato da Mattia Michelotto. Il portacolori del Vincenzo Sospiri Racing, a sua volta, ha dovuto guardarsi le spalle da un arrembante Alberto Di Folco. La bagarre per la seconda posizione ha inizialmente favorito Bonduel che, nel corso dei primi giri, ha provato a prendere il largo. Trovato il giusto ritmo, Michelotto si è quindi messo a caccia del leader provando a chiudere il divario. Con Bonduel nel mirino, l’italiano ha rotto gli indugi nel corso del sesto passaggio. Michelotto ha provato ad attaccare il belga ma è uscito all’esterno nella ghiaia di Malmedy.

L’azione stava per entrare nel vivo, quando Davide Roda si è insabbiato alla curva Les Fagnes chiamando l’ingresso della safety car per spostare la Lamborghini dell’Oregon Team. La neutralizzazione è coincisa proprio con l’apertura della finestra del cambio pilota obbligatorio. Nel valzer delle soste ai box Benedetto Strignano, dopo aver rilevato il volante della Lamborghini del VSR da Di Folco, è rientrato in pista al comando seguito da Gilles Stadsbader, al posto di Michelotto, e Bonduel scivolato in terza posizione.

Neppure il tempo di riprendere le ostilità, che una carambola ha interrotto nuovamente la gara. Coinvolti Adrian Lewandowski, Luciano Privitelio, Alfredo Hernandez Ortega e Marco Gersagen tutti fermi a Les Fagnes. La direzione gara ha infine dato la bandiera verde per il giro conclusivo. Bonduel, che un attimo prima della neutralizzazione era riuscito a passare Stadsbader, ha immediatamente attaccato Strignano il quale, complice un errore, è stato costretto a cedere la leadership consegnando la vittoria al belga.

Proprio nelle ultime curve Stadsbader è stato dapprima sopravanzato da Jesse Salmenautio, terzo al traguardo, per poi uscire fuori pista a seguito di un contato con Egor Orudzhev. Ad approfittarne Largim Ali che, in coppia con Oliver Söderström, ha guadagnato il quarto posto davanti le Lamborghini Iron Lynx di Maloigne-Dimitrov e Lefterov-Bostandjiev.

Vittoria in Am, e nono posto assoluto, per Piergiacomo Randazzo e Stephane Tribaudini. La coppia del VSR ha concluso la gara di classe davanti il portacolori del Target Racing Huilin Han, quindicesimo, e Stephan Guerin, diciannovesimo al traguardo. Vittoria casalinga in ProAm per il Boutsen VDS grazie alla coppia Roee Meyuhas e Renaud Kuppens, autori del dodicesimo posto assoluto. Infine a trionfare in Lamborghini Cup è stato il portacolori del GT3 Poland Holger Harmsen.

Venerdì 10 maggio 2024, gara 1

1 - Amaury Bonduel - BDR - 17 giri
2 - Di Folco-Strignano - Rexal Villorba - 1"463
3 - Amati-Salmenautio - Iron Lynx - 1"678
4 - Ali-Söderström - Target - 2"405
5 - Dimitrov-Maloigne - Iron Lynx - 3"240
6 - Bostandjiev-Lefterov - Iron Lynx - 3"475
7 - Caglioni-Geraci - Oregon - 4"763
8 - Balthasar-Riegel - Leipert - 6"392
9 - Randazzo-Tribaudini - VSR - 8"437
10 - Giuseppe Guirreri - GG Motorsport - 8"760
11 - Simon Tirman - Schumacher - 9"159
12 - Kuppens-Meyuhas - Boutsen VDS - 9"610
13 - Ianniello-Testa - DL Racing - 10"173
14 - Jerzy Spinkiewicz - Uniq - 10"609
15 - Huilin Han - Target - 10"991
16 - Bolger-Guidetti - Brutal Fish - 12"394
17 - Formanek-Rosina - Micanek - 12"665
18 - Quentin Antonel - CMR - 13"298
19 - Stéphan Guerin - Schumacher - 13"617
20 - Gosselin-Leneutre - Iron Lynx - 13"637
21 - Jean-Baptiste Mela - Schumacher - 14"227
22 - Galas-Pavlicek - Micanek - 15"038
23 - Ibrahim Badawy - DL Racing - 19"143
24 - Nahra-Enjalbert - Pegasus - 20"144
25 - Holger Harmsen - GT3 - 21"054
26 - Herne-Stender - Leipert - 22"954
27 - Biglieri-Matić - Auto Sport - 23"462
28 - Keats-Martin - Brutal Fish - 24"887
29 - Pavlović-Ruffini - Auto Sport - 24"897
30 - Bergman-Luchetti - Stüttgart - 25"204
31 - Locanto-Pezzucchi - DL Racing - 25"914
32 - Marco Gersager - GM Motorsport - 30"886
33 - Baptiste Moulin - VSR - 32"715
34 - Lazzaroni-Valkre - DL Racing - 33"880
35 - John Seale - Iron Lynx - 34"083
36 - Rodrigue Gillion - CMR - 34"129
37 - Frassineti-Zanon - VSR - 34"376
38 - F.Semoulin-B.Semoulin - Semoulin - 42"410
39 - Cyril Saleilles - Villorba - 43"295
40 - Serge Doms - DS Racing - 1'02"673
41 - Nigel Bailly - ART - 1'04"199
42 - Oliver Freymuth - AKF - 1'04"973
43 - Shota Abkhazava - ART-Line - 1'06"637
44 - Michelotto-Stadsbader - VSR - 1'23"987
45 - Egor Orudzhev - ART-Line - 1'55"643

Giro più veloce: Mattia Michelotto 2'21"379

Ritirati
D.Privitelio-L.Privitelio - Rexal Villorba
Levet-Toth - Oregon
Alfredo Hernandez Ortega - BDR -
A.Lewandowski-A.Lewandowski - Auto Sport
Hampus Ericsson - Target
Perolini-Roda - Oregon
Karim Ojjeh - Aggressive
RS Racing