formula 1

È sempre Red Bull, Ferrari benino
Delusione Mercedes e Aston Martin

Nel Gran Premio del Bahrain del 2023, si era registrata la doppietta Red Bull-Honda proprio come quest'anno. Il terzo cla...

Leggi »
World Endurance

Lusail – Gara: dominio Porsche
Tripletta in Hypercar, vittoria in LMGT3

Michele Montesano La stagione 2024 del FIA WEC è iniziata nel segno della Porsche. Sempre al vertice, fin dalle prime sessio...

Leggi »
formula 1

Sakhir - La cronaca
Verstappen trionfa su Perez e Sainz

Verstappen trionfa nel primo GP stagionale, doppietta Red Bull con Perez secondo. Sainz porta la Ferrari sul terzo gradino de...

Leggi »
FIA Formula 2

Sakhir – Gara 2
Doppietta del leader Maloney

Un weekend da incorniciare per Zane Maloney in Bahrain. Nella Feature Race della Formula 2, il barbadiano è riuscito a beffar...

Leggi »
FIA Formula 3

Sakhir - Gara 2
Dominio di Browning

Dominio di Luke Browning nella main race della Formula 3 a Sakhir. Il pilota inglese del team Hitech, già vincitore della gar...

Leggi »
formula 1

Sakhir - Qualifica
Verstappen gela tutti con la pole

E alla fine c'è sempre lui, anzi, ci sono sempre loro, là davanti. Max Verstappen e la Red Bull-Honda si sono presi la po...

Leggi »
28 Mag [16:49]

Spa, gara
Fagg-De Haan al fotofinish

Michele Montesano - Foto Speedy

A conferma del successo dello scorso anno, il GT Open ha riproposto sull’iconico tracciato di Spa-Francorchamps una sfida endurance. Ben cinquantuno equipaggi si sono dati battaglia sui saliscendi delle Ardenne senza esclusione di colpi. Infatti, al termine delle due ore e venti minuti di gara, Samuel De Haan e Charlie Fagg hanno conquistato la vittoria al fotofinish precedendo, per appena sessantasette millesimi, Simon Reicher e Christopher Haase.

La coppia della McLaren 720S GT3 griffata Optimum Motorsport ha saputo sfruttare al meglio le numerose neutralizzazioni viaggiando costantemente nelle posizioni di vertice. Se nelle prime fasi De Haan non era riuscito a resistere agli attacchi di uno scatenato Diego Menchaca, il ritmo è uscito sulla distanza. È toccato poi a Fagg, bravo a destreggiarsi nel traffico, approfittare del ritiro del leader Richard Lietz avvenuto nell’ultima mezz’ora di gara.

Ereditato il comando delle operazioni, l’inglese ha dovuto però fare i conti con la rimonta di Haase. Il tedesco dell’Audi Eastalent Racing ha provato un affondo disperato proprio al termine dell’ultimo giro. Haase ha incrociato la traiettoria nella staccata della Bus Stop, ma Fagg ha protetto la posizione spingendo di malizia l’avversario verso l’esterno per tagliare per primo il traguardo.

Gradino più basso del podio per Menchaca e Marcos Siebert. Guadagnata la leadership, l’equipaggio della Mercedes non ha saputo gestire al meglio il primo scorcio di gara allungando troppo il primo stint. Il Team Motopark ha infatti pagato a caro prezzo il non aver richiamato ai box la vettura subito dopo il primo intervento della safety car, per via dell’uscita della Mercedes di Mikaeel Pitamber, perdendo terreno nei confronti degli avversari.

Scattata dalla tredicesima piazzola, la coppia composta da Martin Kodric e Sandro Mur è riuscita a farsi largo fino a conquistare la quarta piazza assoluta tagliando per prima il traguardo in ProAm. La Lamborghini del Bonaldi Motorsport è stata poi penalizzata di trenta secondi per un’infrazione commessa al pit-stop perdendo di fatto la vittoria di classe. Infatti la Huracan dei croati è stata richiamata ai box prima dell’apertura della finestra per il cambio pilota, ritardata a causa dell’ingresso della safety car.

A conquistare il successo in ProAm è stata così la Porsche Huber Motorsport di Antares Au e Matteo Cairoli. Nonostante sia stato coinvolto in un groviglio alla Bus Stop, il pilota lombardo si è caricato l’intera squadra sulle spalle cercando di colmare le lacune del suo compagno di squadra. Dopo il secondo miglior crono fatto registrare nelle qualifiche, Cairoli ha impresso il suo ritmo anche in gara stabilendo il giro più veloce sul circuito di Spa.

Finale amaro per Eddie Cheever. Il pilota AF Corse ha condotto la gara nelle fasi centrali prima di cedere il volante a Marco Pulcini. Tuttavia una sosta supplementare, a causa di una foratura subita negli ultimi giri, ha fatto scivolare la Ferrari 488 GT3 in sedicesima posizione. La squadra di Amato Ferrari si è potuta consolare grazie al trionfo in classe Am ad opera di Conrad Grunewald e Jean-Claude Saada. Successo in GT Cup Europe per Evgenii Leonov e Adam Christodoulou. La coppia del Volcano Motorsport, alla loro seconda apparizione in campionato, hanno centrato il loro primo successo al volante della Porsche 992 Cup.

Domenica 28 maggio 2023, gara

1 - De Haan/Fagg (McLaren) - Optimum - 54 giri - 2h24'08"530
2 - Reicher/Haase (Audi) - Eastalent - 0"067
3 - Menchaca/Siebert (Mercedes) - Motopark - 2"431
4 - Au/Cairoli (Porsche) - Huber - 31"744
5 - Marinangeli/Agostini (Ferrari) - AF Corse - 42"768
6 - Kodrić/Mur (Lamborghini) - Bonaldi - 46"821 *
7 - Saada/Grunewald (Ferrari) - AF Corse - 48"054
8 - Chovet/Paul (Lamborghini) - Oregon - 51"541
9 - Rosi/Schirò (Ferrari) - Kessel - 55"110
10 - De Meeus/Stanley (Ferrari) - AF Corse - 58"669
11 - Pavlović/Javanil (Lamborghini) - Bonaldi - 1'01"818
12 - Blom/Jans (Mercedes) - GetSpeed - 1'13"299 *
13 - Jedlinski/Basz (Mercedes) - Olimp - 1'13"368 *
14 - Jackson/Jefferies (Ferrari) - racing one - 1'13"853 *
15 - Kirchmayr/Baron (Ferrari) - Baron - 1'26"270
16 - Forgione/Montermini (Ferrari) - AF Corse - 1'27"793
17 - Valente/Scholze (Mercedes) - Team GT - 1'33"143
18 - Kiki Sak Nana (Mercedes) - GetSpeed - 1'36"220
19 - A.Lewandowski/A.Lewandowski (Mercedes) - AKM - 1'37"788
20 - Neumann/Rumpfkeil (Mercedes) - Motopark - 1'40"248 *
21 - Pulcini/Cheever (Ferrari) - AF Corse - 1'41"107 *
22 - Gilbert/Rueda (McLaren) - Greystone - 2'07"587
23 - Aust/Schell (Ferrari) - racing one - 2'14"387
24 - Perolini/Arrow (Lamborghini) - Oregon - 2'20"974
25 - Müller/Mettler (Mercedes) - CBRX by SPS - 1 giro
26 - Jousset/Fumanelli (Ferrari) - Kessel - 1 giro
27 - Barr/Pitamber (Mercedes) - SPS - 2 giri
28 - Letlaka/Bachmann (Aston Martin) - Street Art - 3 giri
29 - Leonov/Christodolou (Porsche) - Volcano - 3 giri
30 - Przybylak/Vandervelde (Porsche) - Q1-trackracing - 3 giri *
31 - Velasco/Cabezas (Ferrari) - Mertel - 3 giri
32 - Cuhadaroglu/Tabacchi (Ferrari) - Kessel - 4 giri
33 - A.Bochez/M.Bochez (Ferrari) - Kessel - 4 giri
34 - De Lorenzi/Borghi (Porsche) - GDL - 4 giri
35 - Ala-Jyrä/Reimann (Porsche) - EST1 - 4 giri
36 - Bosio/Solieri (Porsche) - GDL - 4 giri
37 - Liebhauser/Cipriani (Lamborghini) - Barone Rampante - 4 giri
38 - Fabiani/Zerbi (Porsche) - SP Racing - 6 giri
39 - Bosio/Fondi (Porsche) - GDL - 6 giri

* Penalità di 30" per essere entrati ai box durante il primo pit-stop prima dell'apertura dell'apposita finestra

Giro più veloce: Matteo Cairoli 2'19"209

Ritirati
Kolb/Lietz (Porsche) - Lionspeed
S.Proctor/L.Proctor (McLaren) - Greystone
Bozzoni/Navarrete (Ferrari) - Mertel
Cozzi/Sernagiotto (Ferrari) - AF Corse
Ludwing/Sartingen (Ferrari) - Mertel
Pisani/Zanini (Porsche) - SP Racing
A.Van Straaten/R.Van Straaten (Porsche) - Orhès
Jedlinski/Korzeniowski (Ferrari) - Olimp
Fecchio/Lavio (Porsche) - GDL
Akatsu/Fulgenzi (Porsche) - Fulgenzi
Perian/Tincescu (Porsche) - R01

Il campionato
1.De Haan/Fagg 50 punti; 2.Menchaca/Siebert 45; 3.Reicher/Haase 42; 4.Al Zubair/Schiller 27; 5.Marinangeli/Agostini 18.