Rally

Rovanperä festeggia il 1° titolo WRC
al Rallylegend fra una parata di stelle

Michele Montesano La ventesima edizione del Rallylegend vedrà le più grandi stelle del traverso dare spettacolo sulle strade...

Leggi »
formula 1

Suzuka - Libere 2
Piove sempre, Mercedes davanti

Piove sempre a Suzuka. Il secondo turno libero ha rispecchiato il meteo della prima sessione, ma ci sono stati alcuni cambiam...

Leggi »
formula 1

Atteso per sabato l'annuncio
Alpine dell'ingaggio di Gasly

E alla fine sarà Pierre Gasly il sostituto di Fernando Alonso nel team Alpine 2023. Tutto come era stato previsto nelle scors...

Leggi »
formula 1

Suzuka - Libere 1
Alonso comanda con la pioggia

Torna la F1 in Giappone e il primo impatto sulla bellissima pista di Suzuka, seconda soltanto a quella belga di Spa, è compli...

Leggi »
Rally

Hyundai e Solberg si separano
Quale sarà il futuro del team coreano?

Michele Montesano Cambio di rotta in casa Hyundai Motorsport nel WRC. Il team coreano ha deciso di non rinnovare il contrat...

Leggi »
formula 1

Il caso budget cap - Hamilton:
"Red Bull aveva sempre aggiornamenti..."

In attesa di conoscere l'esito della FIA riguardo la documentazione 2021 relativa al budget cap consegnata entro lo scors...

Leggi »
17 Set [15:41]

Sprint a Valencia - Gara 1
Weerts-Vanthoor campioni,
dominio della Ferrari AF Corse

Massimo Costa - Foto Speedy

Charlie Weerts e Dries Vanthoor per la terza volta consecutiva hanno vinto il campionato Sprint del Fanatec GT World Challenge. Una coppia decisamente sprint e affiatata quella belga del team WRT che nella gara 1 di Valencia ha terminato al terzo posto e tanto è bastato per assicurarsi il titolo. Niente da fare per Boguslavskiy-Marciello. La pessima qualifica del russo ha pregiudicato ogni chance per l'equipaggio del team ASP Mercedes. Boguslavskiy, 16esimo in griglia, nel suo stint ha recuperato una posizione.

Col gioco del pit-stop, Marciello, entrato in macchina al giro 15, si è trovato 11esimo dietro a Patrick Niederhauser, un osso duro. E difatti, per l'italiano è stato molto complicato avere ragione dello svizzero. Davanti a loro c'era Thomas Drouet, compagno di Marciello nel team ASP, ma non ha fatto nulla per rallentare l'Audi dietro di lui, per creare un minimo gioco di squadra. Marciello nel finale si è costruito da solo uno splendido sorpasso a Niederhauser, poi ha passato Drouet e per la penalità inflitta a Vincent Abril per la tamponata a Tristan Vautier avvenuta al 20° giro mentre lottavano per il settimo posto, ha terminato settimo. Ma non è bastato per impedire a Weerts-Vanthoor, nella foto sotto, di festeggiare la conquista del titolo con una gara di anticipo.



La vittoria della corsa è andata alla Ferrari AF Corse ottimamente condotta da Ulysse De Pauw, autore della pole, e da Jean-Alexandre Pierre. Il duo belga-francese è stato imprendibile per tutti e anche dopo la safety-car entrata negli ultimi giri, le Audi alle sue spalle non sono state in grado di impensierire la 488. Seconda la R8 LMS di Gachet-Haase, sempre secondi per il team Tresor by Car Collection. E dietro di loro, i neo campioni Weerts-Vanthoor. Partito bene dalla sesta fila, Jim Pla si è installato al quinto posto, poi il suo compagno Vautier è stato eliminato da Abril che aveva preso il volante da Dennis Lind brillante quarto nel suo stint con la McLaren del JP Motorsport. Il quarto posto è quindi andato a Neubauer-Goethe con l'Audi WRT che hanno avuto la meglio su Schothorst-Marschall su Audi Attempto.

Bel sesto posto per Ghiotto-Drudi. Il veneto, solo 15esimo in qualifica 1, si è fatto perdonare con un eccellente primo giro nel quale ha recuperato fino alla nona posizione. Ghiotto ha tenuto un ritmo elevato cedendo poi il volante a Drudi che ha visto il traguardo in sesta piazza davanti a Marciello. Valentino Rossi, partito 11esimo, ha oscillato tra l'11esimo e il 12esimo posto. Positivo il suo stint, poi ha lasciato l'Audi WRT a Frederic Vervisch che ha comunque terminato 11esimo. Nei primi giri, un impacciato Giorgio Roda con la Porsche Dinamic ha centrato la Mercedes ASP di Petru Umbrarescu mentre poco prima si era schiantato contro le protezioni Adrian De Leener del team Dinamic. Non una gran giornata per la squadra italiana.

Sabato 17 settembre 2022, gara 1

1 - De Pauw-Jean (Ferrari) - AF Corse - 35 giri
2 - Gachet-Haase (Audi) - Tresor by Car Collection - 0"587
3 - Weerts-Vanthoor (Audi) - WRT - 1"100
4 - Neubauer-Goethe (Audi) - WRT - 3"483
5 - Schothorst-Marschall (Audi) - Attempto - 3"883
6 - Ghiotto-Drudi (Audi) - Tresor by Car Collection - 4"564
7 - Boguslaviskiy-Marciello (Mercedes) - ASP - 7"336
8 - Stevenson-Drouet (Mercedes) - ASP - 8"926
9 - Panis-Niederhauser (Audi) - Sainteloc - 9"575
10 - Simmenauer-Mies (Audi) - WRT - 10"256
11 - Rossi-Vervisch (Audi) - WRT - 10"768
12 - Cheever-Froggatt (Mercedes) - GruppeM - 13"014
13 - Lind-Abril (McLaren) - JP Motorsport - 16"086
14 - Magnus-Baert (Audi) - Sainteloc - 17"987
15 - Pla-Vautier (Mercedes) - ASP - 18"525
16 - Maldonado-Kjaergaard (McLaren) - Garage 59 - 19"006
17 - Krupinski-Klien (McLaren) - JP Motorsport - 19"323
18 - Aka-Scholl (Audi) - Attempto - 19"918
19 - Delacour-Sbirrazzuoli (Ferrari) - AF Corse - 20"717
20 - Machiels-Bertolini (Ferrari) - AF Corse - 27"419
21 - Ramos-MacDonald (McLaren) - Garage 59 - 27"946
22 - Kroes-Kreuger (Lamborghini) - GSM - 40"627

Ritirati
Companc-Schiller
Roda-Bachler
Umbrarescu-Walilko
De Leener-Engelhart

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone