27 Gen [13:37]

Toyota Racing Series a Hampton Downs
Armstrong prende il comando solitario

Share On Facebook Share On Twitter Share On Linkedin Share On Mail Share On Google+
Jacopo Rubino

Marcus Armstrong assume il comando solitario delle operazioni nella Toyota Racing Series. Giunto a Hampton Downs appaiato al connazionale Liam Lawson, nel terzo appuntamento in calendario il pilota della Ferrari Driver Academy si è portato a 203 punti contro i 169 del compagno-antagonista nel team M2 Competition. Fondamentali le vittorie in gara 2 e gara 4, questa valida per il prestigioso trofeo New Zealand Motor Cup: in entrambe, Armstrong ha viaggiato sempre in testa dopo essere scattato dalla pole, senza scomporsi per le numerose safety-car e bandiere rosse.

In gara 3, quella con griglia invertita, Armstrong ha invece terminato quarto arginando il recupero di Lawson, andato a trionfare grazie a un grande attacco su Esteban Muth al penultimo giro. Il vicecampione ADAC F4, già terzo in gara 1 alle spalle di un coriaceo Raoul Hyman, paga tuttavia il ko nella corsa finale: colpa della toccata ricevuta da Lucas Auer, insieme a cui stava lottando per la piazza d'onore. Dopo il restart anche l'austriaco si è comunque arreso, con un problema tecnico che al giro 18 ha permesso ad Artem Petrov di diventare secondo, e a Cameron Das di completare il podio.

Venerdì è stata recuperata la gara sprint della scorsa tappa a Teretonga, dove il forte vento aveva costretto a cancellare le attività di domenica. Anche in quest'occasione Lawson ha perso parecchi punti preziosi per la sfida al vertice. Alla ripresa dallo stop per l'incidente fra Calan Williams e Kazuto Kotaka, il neozelandese era alle spalle del leader Das. Restavano due tornate da effettuare, ma l'americano ha esitato troppo nel ripartire, rendendo inevitabili il botto e la definitiva bandiera rossa, la terza di una manche caotica. Il russo Petrov è stato dichiarato vincitore dopo parecchie ore di attesa per l'ufficialità, mentre Lawson è stato comunque classificato settimo, staccando di 3 lunghezze Armstrong (punito per un sorpasso in regime di safety-car). Poca cosa, considerato il -34 accumulato a fine weekend.

Sullo stesso filone, gara 2 ha avuto a sua volta un epilogo anticipato, con la neutralizzazione chiamata dal testacoda di Dev Gore: speronato poche curve prima da Brendon Leitch, l'alfiere del Giles Motorsport è stato tradito dalla perdita di carico aerodinamico per l'ala posteriore spezzata. E un'altra sospensione era stata subito provocata dal crash fra Petrov e il ceco Petr Ptacek, i primi due classificati del venerdì.

Venerdì 25 gennaio 2019, gara 1 (recupero gara 2 Teretonga)

1 - Artem Petrov - M2 Competition - 18 giri 23'22"223
2 - Petr Ptacek - Giles - 0"051
3 - Brendon Leitch - Victory - 0"108
4 - Dev Gore - Giles - 0"512
5 - Raoul Hyman - Giles - 0"604
6 - Petru Florescu - MTEC - 0"933
7 - Liam Lawson - M2 Competition - 1"022
8 - Jackson Walls - MTEC - 1"328
9 - Parker Locke - Victory - 1"554
10 - Marcus Armstrong - M2 Competition - 10"374
11 - Kazuto Kotaka - MTEC - 1'02"645
12 - Thomas Smith - Giles - 3 giri
13 - Lucas Auer - M2 Competition - 4 giri

Giro più veloce: Cameron Das 1'01"327

Ritirati
11° giro - Esteban Muth
17° giro - Cameron Das
17° giro - Calan Williams

Sabato 26 gennaio 2019, gara 2

1 - Marcus Armstrong - M2 Competition - 20 giri 22'28"221
2 - Raoul Hyman - Giles - 0"318
3 - Liam Lawson - M2 Competition - 0"608
4 - Lucas Auer - M2 Competition - 1"055
5 - Jackson Walls - MTEC - 1"379
6 - Esteban Muth - M2 Competition - 2"276
7 - Cameron Das - M2 Competition - 2"869
8 - Calan Williams - MTEC - 3"629
9 - Kazuto Kotaka - MTEC - 4"160
10 - Petru Florescu - MTEC - 4"930
11 - Thomas Smith - Giles - 5"707
12 - Parker Locke - Victory - 6"422
13 - Dev Gore - Giles - 2 giri
14 - Brendon Leitch - Victory - 2 giri

Giro più veloce: Marcus Armstrong 1'00"528

Ritirati
Artem Petrov
Petr Ptacek

Domenica 27 gennaio 2019, gara 3

1 - Liam Lawson - M2 Competition - 20 giri 20'31"929
2 - Esteban Muth - M2 Competition - 0"905
3 - Lucas Auer - M2 Competition - 1"165
4 - Marcus Armstrong - M2 Competition - 1"823
5 - Cameron Das - M2 Competition - 2"462
6 - Kazuto Kotaka - MTEC - 4"033
7 - Artem Petrov - M2 Competition - 4"411
8 - Calan Williams - MTEC - 8"083
9 - Raoul Hyman - Giles - 8"665
10 - Brendon Leitch - Victory - 10"694
11 - Petr Ptacek - Giles - 12"794
12 - Thomas Smith - Giles - 16"508
13 - Petru Florescu - MTEC - 19"093
14 - Dev Gore - Giles - 20"596
15 - Parker Locke - Victory - 22"466

Giro più veloce: Liam Lawson 1'00"618

Ritirati
8° giro - Jackson Walls

Domenica 27 gennaio 2019, gara 4

1 - Marcus Armstrong - M2 Competition - 25 giri 27'01"439
2 - Artem Petrov - M2 Competition - 1"319
3 - Cameron Das - M2 Competition - 4"718
4 - Brendon Leitch - Victory - 9"227
5 - Esteban Muth - M2 Competition - 14"784
6 - Kazuto Kotaka - MTEC - 16"186
7 - Calan Williams - MTEC - 17"879
8 - Jackson Walls - MTEC - 21"074
9 - Thomas Smith - Giles - 27"263
10 - Raoul Hyman - Giles - 27"345
11 - Parker Locke - Victory - 32"375
12 - Petr Ptacek - Giles - 51"145
13 - Petru Florescu - MTEC - 51"803
14 - Dev Gore - Giles - 1 giro
15 - Lucas Auer - M2 Competition - 2 giri

Giro più veloce: Artem Petrov 59"991

Ritirati
6° giro - Liam Lawson

Il campionato
1.Armstrong 203 punti; 2.Lawson 169; 3.Hyman 141; 4.Leitch 125; 5.Das 123; 6.Petrov, Auer 119; 8.Muth 118; 9.Kotaka 97; 10.Williams 95

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone